“ Innamorati dell’Italia attraverso i racconti dei nostri viaggiatori ”

mercoledì 24 febbraio, 2021

Italy

Un ottimo strumento per organizzare il tuo prossimo viaggio
Prenota con noi per migliorare questo servizio senza pubblicità
Scorri o filtra l'articolo dei tuoi desideri
Lasciati trasportare dai racconti dei nostri scrittori
Trova e prenota la camera per vivere l'esperienza che sogni
Prenotazione immediata o assistita

Filtri selezionati:

Articolo

Filtri selezionati:

Agosto e Settembre -10%

risparmia con dooid Il prezzo
più basso

stella dooid I migliori
servizi

Scopri come

A Valdobbiadene, tra le colline del Prosecco oggi patrimonio UNESCO, c’è una strada che attraversa tra le vigne. Poi, ad un certo punto, il cartello: Dov’è l’oste? Non ci sono altre indicazioni per raggiungere l’osteria dove l’oste rifornisce solo la dispensa e poi se ne va: l’Osteria senz’Oste (o All’oste che non c’è).

osteria-oste-valdobbiadene

©Ludovica Baldan

La porta è sempre aperta e la dispensa è piena di delizie del territorio. Salumi, come il Salame dell’Osteria senz’Oste, pane, formaggio e vini, come lo Spumante del Nonno e il Prosecco col Fondo. L’Osteria funziona così: ci si prende un tagliere, si affetta il salame, si beve il Prosecco e si rimane quanto si vuole. Ogni prodotto ha un cartellino con il suo valore: l’offerta è lasciata quindi all’onestà dei frequentatori. È stato, inoltre, installato un registratore di cassa per battere da soli il proprio scontrino.

Come lo stesso proprietario, Cesare De Stefani, titolare anche della Salumi De Stefani di Guia, scrive sul sito web dell’Osteria: “il nome è stato dato casualmente per indicare questa località in cima al colle del Cartizze, dove ho un vecchio casolare di fine ‘800, rimasto allo stato originale e dove era abitudine, con la mia famiglia, portare amici e clienti. Ho quindi deciso un giorno, di mettere sul tavolo della cucina, che sempre era comunque aperta, 3 bottiglie di Cartizze e Prosecco, 6 bicchieri e un’indicazione ‘valore 10 euro servitevi da soli e buona degustazione’. Successivamente alcuni, passando di la, cominciarono a stappare qualche bottiglia e a lasciare delle piacevoli dediche anche in altre lingue”.

valdobbiadene-treviso-osteria

©Ludovica Baldan

Il proprietario vorrebbe che il luogo rimanesse esclusivo e fosse conosciuto solo tramite il passa parola, per non intaccare la sua atmosfera magica.

Altri luoghi da visitare nel Valdobbiadene!

 

Articolo di Ludovica Baldan

Redattore

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Nessun commento trovato.
Esegui il login
Ricordami
Hai perso la password?
Password Reset
Esegui il login