“ Innamorati dell’Italia attraverso i racconti dei nostri viaggiatori ”

domenica 28 febbraio, 2021

Italy

Un ottimo strumento per organizzare il tuo prossimo viaggio
Prenota con noi per migliorare questo servizio senza pubblicità
Scorri o filtra l'articolo dei tuoi desideri
Lasciati trasportare dai racconti dei nostri scrittori
Trova e prenota la camera per vivere l'esperienza che sogni
Prenotazione immediata o assistita

Filtri selezionati:

Articolo

Filtri selezionati:

Agosto e Settembre -10%

risparmia con dooid Il prezzo
più basso

stella dooid I migliori
servizi

Scopri come

Il Casentino è una valle della Toscana che pochissimi turisti hanno il piacere di vivere. Questa è una delle quattro valli della provincia di Arezzo a solo un’ora e mezza da Firenze in auto. Come gran parte della Toscana e dell’Italia in generale, questa valle lussureggiante è costellata da pittoreschi borghi e castelli medievali. Oggi esploreremo uno dei “Borghi più belli d’Italia”, Poppi.

La breve storia di Poppi

Poppi fu resa famosa nella storia in parte perché il poeta Dante Alighieri avrebbe scritto qui parte del suo Inferno mentre era in esilio da Firenze. Il Casentino, in particolare Poppi, fu anche il sito della famosa battaglia di Campaldino del 1289. Le forze della Guelfa di Firenze (incluso lo stesso Dante) insieme ai loro alleati affrontarono i Ghibellini di Arezzo.

castello-poppi-arezzo

©Simone Grossi

Il Castello dei Conti Guidi

Vale la pena visitare il suo Castello semplicemente per il motivo che Dante stesso visse qui per un anno intero e tuttavia questa è solo una delle tante ragioni che lo rendono così speciale. Il Castello di Poppi fu costruito tra il XII e il XIV secolo dalla famiglia del tempo, i nobili Guidi.

Se ti ricorda Palazzo Vecchio di Firenze, hai un occhio attento perché molto probabilmente è stato progettato dallo stesso architetto, Arnolfo di Cambio. A differenza di molti castelli in Italia che sono in rovina e richiedono una grande immaginazione da parte del visitatore per ricreare la loro imponenza, il Castello di Poppi è perfettamente conservato.

La sua Biblioteca Rilliana è un vero e proprio scrigno di tesori di oltre 25.000 titoli che ha riscosso successo internazionale per alcune delle sue opere inestimabili. Non perdere il modello della Battaglia di Campaldino, la sala da ballo e la prigione. Per una vista fenomenale sulla valle del Casentino, sali i 100 gradini fino al campanile.

Altro da vedere a Poppi

poppi-arezzo-casentino

©facebook.com/prolocopoppi/

La Badia di San Fedele è un altra cosa assolutamente da vedere a Poppi. Originariamente un monastero benedettino risalente al 1007, oggi San Fedele ospita varie tombe della famiglia Guidi e le reliquie del santo patrono di tutta la valle del Casentino – San Torello. Nel centro della città, troverai anche l’Oratorio della Madonna del Morbo.

Poppi è probabilmente il luogo clou dell’intera valle, ma altri splendidi borghi come Bibbiena, Chiusi della Verna (dove San Francesco d’Assisi ricevette le sue stimmate) ne valgono ugualmente la pena!

Redattore

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Nessun commento trovato.
Esegui il login
Ricordami
Hai perso la password?
Password Reset
Esegui il login