“ Innamorati dell’Italia attraverso i racconti dei nostri viaggiatori ”

giovedì 14 novembre, 2019

Italy

Un ottimo strumento per organizzare il tuo prossimo viaggio
Prenota con noi per migliorare questo servizio senza pubblicità
Scorri o filtra l'articolo dei tuoi desideri
Lasciati trasportare dai racconti dei nostri scrittori
Trova e prenota la camera per vivere l'esperienza che sogni
Prenotazione immediata o assistita

Filtri selezionati:

Articolo

Filtri selezionati:

Agosto e Settembre -10%

risparmia con dooid Il prezzo
più basso

stella dooid I migliori
servizi

Scopri come

 

Thank you!

 

Bologna è una città più antica della stessa Roma. In questa città troviamo molte tracce storiche che vanno dall’età di ferro ad oggi. Nonostante la sua immensa cultura e la sua inestimabile arte, Bologna spesso è un luogo sconosciuto sia per i turisti stranieri che per i turisti italiani. Andiamo perciò a scoprire insieme che cosa vedere a Bologna

Piazza Maggiore

La visita di questa città non può certamente non iniziare dal cuore pulsante del capoluogo emiliano. Piazza Maggiore (o Piazza Grande) è il punto di raccolta sia civile che religioso del posto. Al centro si trova la famosa Fontana del Nettuno: soprannominata Il Gigante, questa opera è nata dalla collaborazione tra Portigiani, Laureti e Giambologna per celebrare l’operato di papa Pio IV. 

Sulla piazza si affacciano anche altri importanti edifici. Il Palazzo Comunale, di origine trecentesca, si trova qui insieme al Palazzo dei Banchi, alla Basilica di San Petronio e al Palazzo del Podestà. Gli edifici sono testimoni dell’immensa storia della città.

Piazza Maggiore custodisce anche una leggenda: secondo la superstizione non bisogna mai attraversare la piazza nel centro, ma sempre lungo il perimetro altrimenti gli studenti non raggiungeranno il traguardo della laurea. 

cosa-vedere-a-bologna-piazza-grande-dooid

Torre degli Asinelli

Ciò che più contraddistingue Bologna sono senza ombra di dubbio le sue torri. Ad oggi ne sono arrivate a noi meno di venti esemplari, ma in passato erano molte molte di più. La costruzione di queste torri aveva una doppia valenza: permetteva il controllo dall’alto per eventuali attacchi nemici e dava enorme prestigio alla famiglia che le commissionava. 

La Torre degli Asinelli, commissionata dall’omonima famiglia, è una delle più conosciute della città. La torre è alta circa 98 m ed è possibile raggiungere la vetta e ammirare il panorama della città.  Nelle giornate buone si può addirittura arrivare a vedere il mare e le Prealpi Venete. 

Un’altra torre importante è quella Garisenda, che purtroppo non è visitabile.

cosa-vedere-a-bologna-torri-dooid

Il complesso delle Sette Chiese

Ci troviamo in Piazza Santo Stefano. La piazza di forma triangolare accoglie la Chiesa del Crocifisso, la Basilica del Sepolcro, la Chiesa di San Vitale e Sant’Agricola, il Cortile di Pilato, la Chiesa del Martyrium, il Chiostro Medievale e il Museo di Santo Stefano. Gli edifici elencati risalgono a diverse epoche storiche e rendono questo complesso storico uno dei più bei monumenti romanici di Bologna e uno dei meglio conservati. Purtroppo però i lavori di modifica e di restauro hanno permesso di far arrivare fino a noi oggi solo quattro delle sette chiese iniziali. 

Archiginnasio

Senza alcun dubbio, Archiginnasio è il più bel palazzo di tutta Bologna ed uno dei più belli di tutta Italia. Il palazzo è formato da un meraviglioso portico con trenta arcate decorate e due logge che si trovano al piano superiore. L’Archiginnasio fu commissionato dal cardinale Carlo Borromeo con lo scopo di dare alla prestigiosa Università di Bologna una magnifica ed unica sede. L’Università di Bologna è la più antica e prestigiosa del mondo. Inoltre ha regalato a questa città il soprannome La Dotta

Pinacoteca Nazionale 

Nella Pinacoteca Nazionale di Bologna è custodita una delle più importanti raccolte museali italiane. Qui troviamo opere di Raffaello, Carracci, Perugino, Parmigianino, Vasari e molti altri nomi illustri. La Pinacoteca svolge un’importante funzione di tutela, conservazione e studio di queste opere prestigiose. 

Cosa mangiare a Bologna 

I bolognesi cucinano con amore, passione e forse un po’ con troppo gusto. Il ragù bolognese, le lasagne, i tortellini, la mortadella, la torta di riso – sono piatti che hanno portato fama mondiale a Bologna. Spesso la chiamano capitale gastronomica dell’Italia e ancora più spesso ”la Grassa”, proprio per questi motivi. La cucina bolognese è senza dubbio una delle più varie e deliziose del Bel Paese e non solo!

cosa-mangiare-a-bologna-mortadella-dooid

C. Piredda

Commenti

    Lascia un Commento

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

    Nessun commento trovato.
    Esegui il login
    Ricordami
    Hai perso la password?
    Password Reset
    Esegui il login