“ Innamorati dell’Italia attraverso i racconti dei nostri viaggiatori ”

giovedì 23 gennaio, 2020

Italy

Un ottimo strumento per organizzare il tuo prossimo viaggio
Prenota con noi per migliorare questo servizio senza pubblicità
Scorri o filtra l'articolo dei tuoi desideri
Lasciati trasportare dai racconti dei nostri scrittori
Trova e prenota la camera per vivere l'esperienza che sogni
Prenotazione immediata o assistita

Filtri selezionati:

Articolo

Filtri selezionati:

Agosto e Settembre -10%

risparmia con dooid Il prezzo
più basso

stella dooid I migliori
servizi

Scopri come

Le Alpi sono in assoluto il paradiso per gli amanti della montagna e della neve. In un arco di circa 750 km, passando per il Piemonte, la Lombardia, la Valle d’Aosta, il Trentino, il Veneto ed il Friuli si hanno alcune delle più importanti stazioni sciistiche e dei maggiori comprensori d’Europa.

Novembre è il mese in cui ci si inizia a “scaldare” e si mettono in moto le prime seggiovie; i rifugi, gli hotel, i centri termali sulla neve ed i piccoli paesi di montagna cominciano ad affollarsi ed ad animarsi.

Pronto a mettere gli sci o lo snowboard ai piedi? Andiamo!

Sciare in Friuli-Venezia Giulia

Perché scegliere il Friuli? Per i boschi e i sentieri mai affollati. Oppure per i parchi naturali, per i laghi e i sapori offerti dai piatti tipici. La ski area di questa regione nei comprensori di Piancavallo, Forni di Sopra, Ravascletto-Zoncolan, Tarvisio e Sella Nevea-Bovec si compone di 118 km di piste per lo sci di fondo e 131 km per lo sci alpino per un totale di 300 ettari di superficie sciabile. L’innevamento artificiale garantisce le migliori condizioni in tutte le discese di diversi livelli di difficoltà: dal campo scuola alle piste nere, fino a quelle adatte alle prove di Coppa del Mondo. A Tarvisio, inoltre, è possibile sciare in notturna grazie all’impianto di illuminazione presente su di una pista.

Sciare in Veneto

Fra Alpi e Dolomiti, il Veneto vanta più 600km di piste, oltre 1000 per il fondo e più di 200 impianti di risalita. La località più famosa è Cortina d’Ampezzo, meta turistica internazionale, ma non dobbiamo tralasciare il Monte Baldo, la montagna vicentina di Asiago e di Recoaro Mille, il Monte Grappa, la Marmolada, l’Alpe del Nevegal. La montagna veneta garantisce servizi di qualità, sia nei centri maggiori che in quelli minori.

Sciare in Trentino-Alto Adige

Il Trentino-Alto Adige è senza dubbio tra le migliori località sciistiche in assoluto. Qua sono 730 i km di piste da discesa e 480 km di fondo, servite da 278 impianti e 3000 cannoni che garantiscono l’innevamento artificiale divisi in vari comprensori sciistici: il maggiore è il Dolomiti Superski, il più grande al mondo che collega Trentino e Veneto. L’Adamello, il Brenta e il Sella sono i gruppi montuosi maggiori di questa regione. Gli impianti di ultima generazione sono un vanto e a Madonna di Campiglio abbiamo la telecabina più lunga del mondo, che misura ben 6km.

dove-sciare-in-italia-dooid

Sciare in Lombardia

Tra i posti più belli dove sciare in Italia non può assolutamente mancare la regione Lombardia. Le montagne lombarde, con 110 cime che superano i 3000 metri di altitudine, offrono oltre 70 stazioni sciistiche servite da oltre 390 impianti di risalita per un totale di 12300 km di piste da discesa e 590 km di sci da fondo. Punto centrale delle Alpi, la Valtellina comprende le stazioni di Madesimo, Aprica, Valmalenco, Bormio e Santa Caterina Valfurva. Nella parte settentrionale la famosa località di Livigno offre grande divertimento agli sciatori e in particolar modo agli amanti del freeride e della neve fresca. Mentre al Passo dello Stelvio è possibile sciare anche in estate. A sud delle Alpi Orobie abbiamo la Val Camonica con l’Adamello Ski. Confinante con il Trentino, comprende Ponte di Legno e il Passo del Tonale, (dove, sul ghiacciaio del Presena è possibile sciare anche in estate), e le località bresciane di Gromo, Presolana e Manlvia. Val Brembana e Foppolo fanno parte della provincia di Bergamo.

dove-sciare-in-italia-dooid

Sciare in Piemonte

Le Alpi del Piemonte circondano la regione e sono piene di comprensori sciistici che permettono di sciare per molti giorni senza passare mai due volte dallo stesso punto. Oltre 1000km di piste compongono un mondo dedicato ai praticanti degli sport invernali, che però cambiano nella stagione estiva e diventano destinazioni degli amanti del trekking e dei percorsi culturali, grazie ad alcune testimonianze storiche come il Forte di Fenestrelle, conosciuto come la “muraglia cinese”, un sistema di difesa visitabile lungo 3km.

La Via Lattea è il secondo comprensorio sciistico italiano per dimensioni. Tra Alta Valle Susa e Valle Chisone sono 7 le stazioni dove divertirsi su piste adatte sia ai principianti che agli esperti. 

Sciare in Valle d’Aosta

Nella piccola regione ai confini fra Svizzera e Francia si possono praticare tutte le declinazioni dello sci: sci alpino, freeride, snowboard, free style, sci di fondo, telemark, eliski e kite surf. Le piste da discesa misurano oltre 700km, quelle da fondo oltre 400. 1200 maestri sono disponibili per i principianti e non solo. Le alte quote garantiscono le migliori condizioni della neve aiutate, in caso di necessità, dagli impianti di innevamento artificiale.

I grandi comprensori di La Thuile, Courmayeur, Breuil-Cervinia e il Monterosaski offrono ognuno 100km di piste.

Il Breuil-Cervinia si sviluppa fino al versante svizzero del Cervino con la pista di Zermatt e permette di sciare fino ai 3480 metri di altitudine del Plateau Rosà.

dove-sciare-in-italia-dooid

Le località dove organizzare una settimana bianca sono davvero illimitate!
E tu? Dove hai deciso di andare? 

C. Piredda

Commenti

    Lascia un Commento

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

    Nessun commento trovato.
    Esegui il login
    Ricordami
    Hai perso la password?
    Password Reset
    Esegui il login