“ Innamorati dell’Italia attraverso i racconti dei nostri viaggiatori ”

mercoledì 08 aprile, 2020

Italy

Un ottimo strumento per organizzare il tuo prossimo viaggio
Prenota con noi per migliorare questo servizio senza pubblicità
Scorri o filtra l'articolo dei tuoi desideri
Lasciati trasportare dai racconti dei nostri scrittori
Trova e prenota la camera per vivere l'esperienza che sogni
Prenotazione immediata o assistita

Filtri selezionati:

Articolo

Filtri selezionati:

Agosto e Settembre -10%

risparmia con dooid Il prezzo
più basso

stella dooid I migliori
servizi

Scopri come

Itinerario in un patrimonio naturalistico visitabile tutto l'anno

La stagione delle spiagge, del sole battente, degli ombrelloni colorati e le gite in barca è vero, dura solo alcuni mesi, ma ciò che però offrono le Cinque Terre, Patrimonio dell’Unesco insieme a Portovenere dal 1997, è uno spettacolo che dura tutto l’anno.

mappa-cinque-terre

Le cinque terre

La rete di sentieri che si dirama e sviluppa sopra ai paesi è vastissima e permette al turista-escursionista un punto di osservazione diverso e unico, senza allontanarsi troppo dal mare. Raggiungere i paesi è un gioco da ragazzi grazie alla rete ferroviaria che li collega uno all’altro, con la Cinque Terre Card potrete raggiungere i cinque paesi con un solo biglietto, per raggiungere Portovenere invece un bus vi porterà proprio di fronte alla celebre chiesa di San Pietro.

Porto Venere

Da Piazza Bastreri a Portovenere per esempio comincia con una scalinata il sentiero AV5T (Alta Via delle 5 Terre) che inizialmente costeggia le mura del Castello Doria di Portovenere, per poi trasformarsi in sentiero di terra battuta e rocce che entra ed esce dal bosco mantenendo sempre il contatto visivo con il mare. In poche centinaia di metri si raggiunge una quota tale da permettere l’osservazione del paese di Portovenere dall’alto e l’isola Palmaria, ci troviamo in località Muzzerone, conosciuta soprattutto per le pareti rocciose da arrampicata e per l’omonimo rifugio, ottimo punto di osservazione e di ristoro.

chiesa-san-pietro-mappa-cinque-terre

Il sentiero, che attraversa il Parco Naturale di Portovenere e il Parco Nazionale delle Cinque Terre, continua in direzione Campiglia, in questo tratto gli osservatori più attenti avranno l’occasione di mettersi alla prova e cercare di scorgere da uno qualsiasi dei punti a picco sul mare la Chiesa di San Pietro di Portovenere, ora alle spalle dell’escursionista, mimetizzata grazie ai suoi colori tra le rocce della scogliera.

Da Campiglia si può osservare una volta ancora il mare dalla piazza principale del paese antistante la chiesa, ma solo dopo aver attraversato la pineta in cui si trovano i resti di un mulino a vento risalente al ‘600. Proseguendo verso nord, in località Telegrafo si mantiene la sinistra per imboccare il sentiero verde azzurro, ci aspetta una discesa fino al livello del mare, passando prima per il Santuario di Monte Nero, con una terrazza proprio sopra a Riomaggiore, primo paese delle Cinque Terre. E’ lì che arriveremo, scendendo per una lunga scalinata in mezzo ai vigneti che ci catapulterà in uno scenario unico e caratteristico di questi paesini. La strada principale a cui si affacciano palazzine colorate porta ad un bivio, a destra verso la stazione ferroviaria, mentre a sinistra si scende ancora per raggiungere la marina, osservare nuovamente il mare e sentirne l’odore.

riomaggiore-mappa-cinque-terre

Riomaggiore

L’itinerario proposto parte dal livello del mare, supera i 500m tra località Campiglia e Telegrafo e torna al livello del mare in località Riomaggiore, si può portare a termine in 5 ore di cammino per una distanza di 12 chilometri, un itinerario di rilevanza culturale, naturalistica e culinaria, che unisce due borghi di unica bellezza.

 

Articolo di: F. Malpezzi

Redattore

Commenti

    Lascia un Commento

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

    Nessun commento trovato.
    Esegui il login
    Ricordami
    Hai perso la password?
    Password Reset
    Esegui il login