“ Innamorati dell’Italia attraverso i racconti dei nostri viaggiatori ”

lunedì 19 agosto, 2019

Italy

Un ottimo strumento per organizzare il tuo prossimo viaggio
Prenota con noi per migliorare questo servizio senza pubblicità
Scorri o filtra l'articolo dei tuoi desideri
Lasciati trasportare dai racconti dei nostri scrittori
Trova e prenota la camera per vivere l'esperienza che sogni
Prenotazione immediata o assistita

Filtri selezionati:

Articolo

Filtri selezionati:

Agosto e Settembre -10%

risparmia con dooid Il prezzo
più basso

stella dooid I migliori
servizi

Scopri come

 

Vip-dooid-magazine

Vip_magazine_testo

 

Thank you!

 

La Lombardia, altre sì conosciuta come regione dei laghi, offre, in tema lacustre, diverse scelte agli appassionati di questa tipologia di turismo. Vi sono i bacini d’acqua dolce più conosciuti, mete classiche dei viaggiatori diretti in nord Italia, come il Lago Maggiore, il Lago di Como e il Garda. Ma ve ne sono altri, meno noti ai più, che custodiscono acque forse ancor più limpide e piccole spiagge da scoprire. Vi parlerò oggi di uno di questi, il Lago di Monate.

Spiagge-lago-di-monate-varese-lake

Dove si trova

Il lago di Monate si trova in Provincia di Varese, tra il Maggiore ed il Varese, appena più a nord del Lago di Comabbio. Diversi comuni affacciano sulle sue sponde: Travedona, Monate, Cadrezzate ed Osmate e ciascuno di questi oltre ad offrire temporanei intrattenimenti, quali sagre o fiere in particolari momenti dell’anno, vanta attrattive stabili, come il sentiero che, partendo da Osmate collega Oriano Ticino (una frazione di Sesto Calende) passando per altri paesi, attraverso il Monte Pelada.

Vorrei però, in questa occasione, focalizzare l’attenzione esclusivamente sul lago e le sue sponde. La sorprendente perla lacustre possiede delle caratteristiche uniche tra i piccoli laghi nelle vicinanze. Oltre ad essere naturalmente alimentata da una gelida sorgente d’acqua, raggiungibile sia via terra che via lago, nelle sue acque è vietato l’utilizzo di barche a motore. Questa caratteristica garantisce alla risorsa non solo prevenzione dall’inquinamento ed uno stabile ecosistema incontaminato, ma offre ai turisti e residenti un’inimitabile fonte balneabile.

La Leggenda

Le acque del lago celano inoltre una leggenda. Questa narra di una fanciulla, Bianca che, fedele al suo amato soldato inviato al fronte, rifiutò il matrimonio con un potente feudatario il quale, adirato dall’offesa proibì a chiunque, tramite la minaccia di decapitazione, di offrire acqua alla fanciulla e alla madre.

Quando quest’ultima si ammalò, Bianca chiese clemenza all’uomo e trovando un rifiuto come risposta, ella maledì a sua volta il feudatario e la sua famiglia: fece abbattere sul feudo un tremendo uragano che fece straripare il pozzo allagando il cortile, il castello e dando vita al laghetto.

Bello tutto l’anno

Da allora ogni stagione sul lago promette diversi scenari. Dalle rive sud d’inverno si scorgono le montagne alpine innevate all’orizzonte, il panorama si tinge di bianco e la superficie immacolata del lago rimane inabitata fino alla primavera. È proprio verso aprile e poi maggio che compaiono i primi cigni in escursione e le libellule che fluttuano sulle ninfee, seguite da tutta la fauna endemica che inizia a rianimare l’ambiente. Giungono poi le persone in estate, ed è così che pedalò e tavole scivolano sulle sue acque, mentre sulle spiagge compaiono come funghi i bagnanti a godersi il fresco clima e il relax da tintarella, nonché lo spettacolo dei fuochi d’artificio in agosto. Passando per l’autunno poi, quando le rive si colorano di giallo e arancione, il ciclo ricomincia. 

lago-monate-lake-varese-spiagge

Spiaggia dei Pensieri

Percorrendo il perimetro del lago in senso orario, il primo comune che incontriamo, seguendo la SP33 è Osmate. Qui l’accesso al lago è rappresentato dalla Spiaggia dei Pensieri, una piccola area erbosa ed ombreggiata esattamente in corrispondenza della sorgente di cui poche righe fa, accessibile a seguito di una camminata che parte dal centro del paese, e dalla successiva spiaggia comunale.

Prima Spiaggia, Parco Lago e Spiaggia la Playa

Segue Cadrezzate, con le sue quattro spiagge attrezzate ed il parco pubblico. La prima si trova all’interno del Larice Club, con ingresso a pagamento che, oltre alla grande area ristorazione, tra campi di basket, pallavolo e attrezzatura per il ping-pong propone diverse attività per i più attivi, tra cui sevizio di noleggio canoe e pedalò. Si incontra poi la Prima Spiaggia, un’area comunale ma a gestione privata anch’essa provvista di un punto ristoro e successivamente il Parco Lago, dove, sebbene non sia consentito entrare in acqua, si può sostare per una appagante lettura o una rilassante passeggiata. Proseguendo si trovano due punti d’accesso con ristoranti e spiagge attrezzate, che forniscono anche servizi serali, il Bistrot del lago e Spiaggia la Playa.

Spiaggia Oltre Lago e l’Ultima Spiaggia

Ci troviamo ora sulla SP36 e possiamo proseguire verso Travedona-Monate. Qui la prima area a ridosso del lago è la Spiaggia in via Marcobi, che non è propriamente una spiaggia ma una porzione di prato sempre affollata e sprovvista di permesso di balneazione. Un bar e la spiaggia attrezzata si trovano invece alla Spiaggia Oltre Lago, vicino alla zona canottieri, in via Agostino Binda. Proseguendo verso la SS629, un piccolo spazio è stato riservato agli amici a quattro zampe, la spiaggia dei cani in via Mascagni. Non ultima, anche se così suggerisce il nome, l’area balneabile l’Ultima Spiaggia, raggiungibile tramite il sottopassaggio dal parcheggio, dove una spiaggia attrezzata e un bar ristorante offrono cene e pranzi e dove potrete noleggiare il pedalò. E poi, sotto la gestione della parrocchia di Comabbio, vi è Parco Mariano, dove troverete un’area pic-nic ed il parco giochi.

Un’ultima striscia di terreno congiunge il lago ai passanti, in Via Lago di Monate, un piccolo accesso gratuito accanto al Camping Lago di Monate.

Dunque a voi la scelta, tra le molte spiagge, quella che più soddisfa le vostre esigenze per godere di questa incredibile e poco nota riserva d’acqua.

 

Copyright foto: Sara F. Zanini

S. Zanini

Commenti

    Lascia un Commento

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

    Nessun commento trovato.
    Esegui il login
    Ricordami
    Hai perso la password?
    Password Reset
    Esegui il login