“ Innamorati dell’Italia attraverso i racconti dei nostri viaggiatori ”

mercoledì 23 settembre, 2020

Italy

Un ottimo strumento per organizzare il tuo prossimo viaggio
Prenota con noi per migliorare questo servizio senza pubblicità
Scorri o filtra l'articolo dei tuoi desideri
Lasciati trasportare dai racconti dei nostri scrittori
Trova e prenota la camera per vivere l'esperienza che sogni
Prenotazione immediata o assistita

Filtri selezionati:

Articolo

Filtri selezionati:

Agosto e Settembre -10%

risparmia con dooid Il prezzo
più basso

stella dooid I migliori
servizi

Scopri come

Sorgendo dalla terra come un regno fittizio del Signore degli Anelli, Orvieto si erge orgogliosa e alta. Siamo nel sud dell’Umbria nella valle del Paglia che prende il nome dal suo fiume e non lontano dal più grande cratere vulcanico d’Europa, il Lago di Bolsena. La sola geologia di Orvieto sarebbe un motivo sufficiente per visitare questa magnifica città, ma c’è di più … molto di più.

orvieto-panorama-umbria

Un po’ di storia

Gli eventi vulcanici e l’erosione portarono alla formazione della massiccia scogliera tufacea di Orvieto. Probabilmente furono gli Etruschi i primi a stabilirsi qui e costruire la magnifica città di Velzna. Dal III secolo aC, fu la città romana di urbs vitus fino alla caduta dell’Impero Romano. Orvieto fu governata dai Goti e poi dai Longobardi e nel XIII secolo era già una grande città con oltre 30.000 abitanti.

Il Duomo

Ogni visita ad Orvieto inizia dal suo magnifico Duomo. La suggestiva facciata in tufo e basalto scuro è stata paragonata a quella di Siena. Difficile decidere quale sia più impressionante: l’esterno o gli affreschi di Signorelli nella Cappella di San Brizio. Si dice che Michelangelo stesso abbia preso in prestito alcune tecniche dal capolavoro di Luca Signorelli.

duomo-orvieto

Piazza del Duomo

Potresti facilmente trascorrere l’intera giornata in Piazza del Duomo poiché ospita anche i musei dell’Opera del Duomo, un museo archeologico e il museo di arte moderna di Emilio Greco. I visitatori possono acquistare online un unico biglietto valido per tutti e tre.

Sempre in Piazza del Duomo si trova il punto di partenza per Orvieto Underground. Una visita guidata di 45 minuti nel complesso mondo sotterraneo di Orvieto di cunicoli e grotte scavate nel tufo negli ultimi 2.500 anni. Veramente affascinante!

orvieto-fresco-umbria

Il Pozzo di San Patrizio

Parlando di sotterraneo, un altro dei luoghi più memorabili di Orvieto è il Pozzo di San Patrizio situato vicino alla funicolare e alla fortezza di Orvieto. Questo pozzo è una meraviglia dell’ingegneria in quanto il suo design a doppia elica è profondo 54 metri, contiene 248 gradini e 70 finestre. Fu commissionato da Papa Clemente VII temendo un assedio.

Una città papale

Orvieto è anche unica in quanto, insieme a Viterbo e Avignone, era l’unica città ad avere residenze papali fuori Roma. Per questo motivo, la città è piena di splendidi palazzi che risalgono dal medievo al  rinascimento.

Torre del Moro

Un altro punto di riferimento che è assolutamente da vedere è la Torre del Moro. È una torre dell’orologio che può essere scalata per una vista panoramica mozzafiato! È proprio accanto al bellissimo Palazzo dei Sette.

torre-del-moro-orvieto

Città etrusca

Infine, se sei un appassionato di storia o archeologia, allora ti consigliamo di visitare il Museo Etrusco (Museo Faina) che si trova in Piazza del Duomo. Ha una delle collezioni più impressionanti di tutta l’Italia di manufatti etruschi, greci e romani. Un altro sito importante è quello della Necropoli Etrusca del Crocifisso del Tufo contenente oltre 200 tombe. I cognomi etruschi sono effettivamente ancora visibili!

Tradizioni culinarie

Nessuna visita a nessuna città in Italia sarebbe completa senza immergersi nelle sue tradizioni culinarie. Orvieto è nota da millenni per i suoi vigneti che producono i vini bianchi Orvieto DOC e Orvieto Classico DOC o Rosso Orvietano DOC.

I piatti spesso includono il piccione, il tartufo nero, il maiale di Norcia e persino la carne Chianina. Il piatto di pasta d’autore è gli Umbrichelli, una pasta all’uovo fatta in casa con vino aggiunto all’impasto e condita con l’amatriciana, il ragù, ai funghi o al tartufo.

Nei dintorni

civita-bagnoregio-tufo

Civita di Bagnoregio

Nelle vicinanze si trova un altro magnifico borgo che sorge dal tufo, noto come la “città che muore” – la Civita di Bagnoregio. È diventato uno dei luoghi più fotografati al mondo e non vi deluderà!

Ci auguriamo che vi piaccia la vostra visita in questa città “alta e strana” come una volta fu descritta dal poeta del XIV secolo Fazio degli Uberti, ma tanto ne siamo certi che non deluderà.

Redattore

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Nessun commento trovato.
Esegui il login
Ricordami
Hai perso la password?
Password Reset
Esegui il login