“ Innamorati dell’Italia attraverso i racconti dei nostri viaggiatori ”

martedì 24 novembre, 2020

Italy

Un ottimo strumento per organizzare il tuo prossimo viaggio
Prenota con noi per migliorare questo servizio senza pubblicità
Scorri o filtra l'articolo dei tuoi desideri
Lasciati trasportare dai racconti dei nostri scrittori
Trova e prenota la camera per vivere l'esperienza che sogni
Prenotazione immediata o assistita

Filtri selezionati:

Articolo

Filtri selezionati:

Agosto e Settembre -10%

risparmia con dooid Il prezzo
più basso

stella dooid I migliori
servizi

Scopri come

orta-giulio-san-isolaArrivando dalla strada statale 229 del Lago d’Orta, si può subito comprendere quanto la visita ad Orta San Giulio ci lascerà senza parole per la sua bellezza. La strada, che inizialmente è contornata da alberi e muretti in pietra che delimitano le proprietà delle bellissime ville della zona, improvvisamente ci offre uno scorcio sul lago che, curva dopo curva, si fa sempre più ampio e maestoso.
L’arrivo al paesino piemontese, quasi come per darci il benvenuto, è contrassegnato da un palazzo in stile moresco che affascina i visitatori i quali di certo non si aspettano richiami mediorientali in un luogo racchiuso tra le montagne. Villa Crespi, questo il suo nome, è oggi un hotel e ristorante e per gli appassionati di cucina e dei programmi culinari, è d’obbligo specificare che il direttore è niente meno che Antonino Cannavacciuolo.
Passando Villa Crespi e procedendo lungo la strada si scopre, dopo l’ultima curva, una nuova sorpresa: è da qui infatti che si vede per la prima volta l’Isola di San Giulio di fronte ai propri occhi, anche se è dalla piazza del paese che si può ammirare ancora meglio la sua incantevole figura, che arricchisce ancora di più il lago in cui trova dimora.

isola-san-giulio-ortaDopo i parcheggi per auto, si può trovare un minigolf, che in estate diventa il passatempo preferito dei turisti e che di certo offre una vista incantevole sulle acque del lago alpino.
Procedendo, ci si addentra nel borgo, tra stradine in pietra, negozietti e ristoranti. Via Ettore Bossi ci porta direttamente nel cuore del paese, rappresentato dalla Piazza Mario Motta, che ci regala un’ultima, spettacolare sorpresa: di fronte ai nostri occhi, la piazza si apre, quasi a volerci accompagnare, verso il lago e la nostra vista non può che incantarsi di fronte a quella perla che è l’Isola di San Giulio, con il suo convento e quel campanile che svetta sugli altri edifici. Qui, non si può far altro che recarsi sul molo, sedersi per un attimo e ammirare, con la tranquillità che il luogo ci offre, il lago, l’isola e le montagne che lo circondano. Ci si può intrattenere anche guardando le anatre che nuotano proprio sotto i nostri occhi, e perché no gustare un gelato preso in una delle diverse gelaterie che si trovano nella via principale. Il momento che però ci offre probabilmente il massimo di questo posto è il mattino, attorno alle 9. A quest’ora, soprattutto in estate, i turisti che vengono ad Orta solo per una gita di un giorno non sono ancora arrivati e molti dormono ancora. La piazza non è affollata e il silenzio e la tranquillità sono interrotti solo dal vociare di qualche passante o dai negozianti e dai ristoratori. Si può quindi apprezzare meglio il rumore dell’acqua che delicatamente si infrange sul molo e, perché no, gustare una colazione in uno dei bar che si affacciano sul lago, in particolare presso il cafè ristorante Venus, che in estate mette a disposizione dei clienti dei tavolini all’aperto che arrivano proprio a ridosso del lago. Così, con un cappuccino e un croissant, si può iniziare la giornata facendo il pieno di relax e godendosi l’aria fresca delle prime ore del mattino, che presto potrebbe essere rimpiazzata da un clima ben più caldo.

Se lo si desidera, è possibile raggiungere l’Isola di San Giulio con uno dei numerosi traghetti che, durante tutto l’arco della giornata, effettuano le corse. Sempre con il traghetto è inoltre possibile raggiungere l’altra sponda del lago e recarsi a Pella, altro paesino molto caratteristico. Presso l’Isola di San Giulio, abitata da monache di clausura, sarà possibile camminare per le vie silenziose e visitare la chiesa, adornata con molti affreschi.

san-giulio-orta-isola-lagoSe si cerca un luogo da cui avere una vista più ampia sul lago e le montagne, oppure dove poter fare un pic-nic in tranquillità, il Sacro Monte è il luogo ideale. Patrimonio Unesco, il Sacro Monte d’Orta è raggiungibile a piedi direttamente dal centro di Orta tramite una strada prevalentemente in salita. Per coloro che invece preferiscono la comodità, è possibile raggiungere il luogo in macchina, prendendo la strada che sale al monte che si trova subito dopo Villa Crespi. Il Sacro Monte, con le sue venti cappelle tutte dedicate a San Francesco d’Assisi ci offre, oltre alla quiete di una passeggiata in mezzo alla natura, una vista spettacolare sul lago e le montagne che lo racchiudono.
Tornando al paese, è possibile camminare lungo il lago oppure addentrarsi nei vicoli di questo piccolo borgo che celano ristoranti e trattorie degne di nota, ma anche negozi e giardini incantevoli, come quello della sede comunale.

Insomma, Orta san Giulio è il luogo ideale per rilassarsi e per coloro che amano la natura. Diversamente da ciò che si possa pensare, non è un luogo solo per turisti di una certa età, ma anche per i giovani che possono trovare scenari meravigliosi e recarsi ai vicini lidi dove è possibile prendere il sole e fare il bagno. Un luogo per tutti quindi, dove passare un weekend o anche di più, all’insegna della buona cucina, della cultura e dell’immersione in un luogo senza tempo, dove l’uomo e la natura non sono in contrasto, ma coesistono creando un’armonia perfetta.

 

Articolo e foto di: Cristina Brovelli

Redattore

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Nessun commento trovato.
Esegui il login
Ricordami
Hai perso la password?
Password Reset
Esegui il login