“ Innamorati dell’Italia attraverso i racconti dei nostri viaggiatori ”

lunedì 21 giugno, 2021

Italy

Un ottimo strumento per organizzare il tuo prossimo viaggio
Prenota con noi per migliorare questo servizio senza pubblicità
Scorri o filtra l'articolo dei tuoi desideri
Lasciati trasportare dai racconti dei nostri scrittori
Trova e prenota la camera per vivere l'esperienza che sogni
Prenotazione immediata o assistita

Filtri selezionati:

Articolo

Filtri selezionati:

Agosto e Settembre -10%

risparmia con dooid Il prezzo
più basso

stella dooid I migliori
servizi

Scopri come

La Basilicata è una delle poche regioni italiane che ha due coste, una sul versante tirrenico e l’altra sul mar Ionio. Maratea (Tirreno) è probabilmente la località balneare più famosa della regione, ma siamo qui per dirvi che anche Policoro e Nova Siri sono fantastiche località per una vacanza all’insegna del mare, storia, e buon cibo. 

La Basilicata

Ormai l’affascinante “Città dei Sassi” di Matera scivola sulla lingua come Milano, Firenze, e Bologna. Questa misteriosa città che assomiglia più al Medio Oriente che al resto d’Italia è diventata piuttosto famosa da quando nel 2004 è stato girato qui La Passione di Cristo di Mel Gibson. Poi nel 2019 è stata nominata la Capitale Europea della Cultura ed è stata in grado di raccogliere i frutti di un tale titolo prima che la pandemia cambiasse il mondo.

craco-borgo-fantasma-matera

Parti della Basilicata, insieme a poche altre regioni, rimangono ancora una rara opportunità per intravedere l’autentica Italia. I borghi collinari come Craco ci mostrano che nella maggior parte della regione il tempo si è fermato per secoli. Il Parco Nazionale di Gallipoli Cognato è una sorpresa inaspettata che vale la pena assolutamente di vedere.

Policoro

Il Lido di Policoro dista circa un’ora di auto da Matera ed è situato sul Golfo di Taranto (Mar Ionio). Questo piccolo tratto di Lucania dista solo circa 40 km dal confine con la Puglia – dove troverai mete come Metaponto– ed un paio di km a sud dalla Calabria. La comodità è che puoi vedere l’intera costa in pochissimo tempo cambiando spiaggia tutti i giorni volendo! 

nova-siri-policoro-basilicata

Le coste di Policoro sono uniche in quanto fanno parte di un raro bioma, in parte palude e in parte foresta decidua che ora è protetta. La regione, con l’aiuto del WWF, ha destinato 1.200 ettari di terreno alla Riserva Naturale Bosco Pantano di Policoro e all’Oasi WWF Herakleia. Specie protette come la tartaruga marina Caretta caretta, la foca monaca e oltre 150 specie di uccelli continuano a prosperare grazie agli sforzi di ricerca e conservazione dei volontari.

Qui prendono sul serio l’ambiente e la spiaggia viene continuamente premiata con la prestigiosa Bandiera Blu. Puoi aspettarti spiagge sabbiose con il fondale poco profondo, perfette per famiglie con bambini piccoli. C’è una vasta scelta sul tipo di esperienza di mare che preferisci, dai lidi super-attrezzati e chic alla spiaggia libera. Questo tratto è noto per la vela, il windsurf, il jet-ski e la canoa. Magari sarebbe il caso di affidarti ad una guida esperta o uno skipper per una mezza giornata.

Nova Siri, sempre premiata con la Bandiera Blu, si trova a pochi km da Policoro e vanta del centro storico caratteristico con la sua Rocca. 

policoro-tartaruga-loggerhead

Archeologia

Come la vicina Metaponto a nord, Policoro faceva parte della Magna Grecia. Il Museo Archeologico Nazionale della Siritide è sia un museo che un parco archeologico che custodisce inestimabili reperti del sito di Siris-Herakleia, alcuni dei quali risalenti al IX secolo a.C.

Enogastronomia

I sapori della Basilicata sono semplici ed autentici. Sarà difficile trovare un ristorante turistico che serve pizze surgelate (meno male!). Certo, i frutti di mare e il pesce fresco sono su ogni menu. Non perdere l’occasione di assaggiare la prelibatezza unica di U’ Pastzzott, una pasta fritta ripiena di ceci o mandorle. Noterai a malapena il sapore dei ceci nascosto dietro lo zucchero, la cannella,  il miele, il cacao, il liquore e gli agrumi.

I vini includono le varietà locali come la Malvasia, il Bombino Bianco, il Grottino di Roccanova e l’Aglianico del Vulture.

Redattore

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Nessun commento trovato.
Esegui il login
Ricordami
Hai perso la password?
Password Reset
Esegui il login