“ Innamorati dell’Italia attraverso i racconti dei nostri viaggiatori ”

giovedì 23 gennaio, 2020

Italy

Un ottimo strumento per organizzare il tuo prossimo viaggio
Prenota con noi per migliorare questo servizio senza pubblicità
Scorri o filtra l'articolo dei tuoi desideri
Lasciati trasportare dai racconti dei nostri scrittori
Trova e prenota la camera per vivere l'esperienza che sogni
Prenotazione immediata o assistita

Filtri selezionati:

Articolo

Filtri selezionati:

Agosto e Settembre -10%

risparmia con dooid Il prezzo
più basso

stella dooid I migliori
servizi

Scopri come

Tradizioni, cultura e gastronomia per promuovere il territorio

Da: venerdì 15 dicembre, 2017
A: sabato 06 gennaio, 2018

A ridosso dei primi pendii delle Murge centrali, a circa 13 km dal capoluogo pugliese, sorge nel 1927 Adelfia, immersa in un panorama di vigne, ulivi e mandorli.

Fu Vittorio Emanuele III a definire l’unione dei due borghi vicini, ma molto distanti culturalmente: Montrone e Canneto. Popolazioni distanti sotto il profilo delle tradizioni e del dialetto tanto da rendere difficile la nascita di un’identità cittadina unitaria, tant’è che ancora oggi i due centri mantengono due feste patronali, due cimiteri e due scuole primarie.

La stele situata su corso Vittorio Veneto presso l’attuale municipio segnava quelli che erano gli antichi confini.

Ma l’origine del suo nome dal greco Adelphos bastava a rendere “fratelli” i due centri e a spronarli a elogiare i loro punti di incontro: due diversi centri storici, sorti a pochissima distanza l’uno dall’altro, ma nel medesimo periodo, rimasti fino agli inizi del XX secolo entità separate, ciascuno con propri palazzi nobiliari, con propria sede amministrativa, con proprie tradizioni religiose, con proprie chiese e santi protettori. 

Adelfia-puglia-natale-2017

La sua unicità viene messa in primo piano dal sindaco Giuseppe Cosola per questo Natale 2017, con iniziative che rendano protagonista la cultura popolare che la distingue dai paesi limitrofi per la sua singolare duplicità.

Per raggruppare tutte le manifestazioni ideate dal Comune è stato scelto un nome simpatico in dialetto locale Gingbel – u’Natel Adelfies, un’esplicita valorizzazione dell’autencità del posto, richiamando al ricordo di tutti i paesani il modo in cui le nonne canticchiano la canzone di Natale più conosciuta al mondo “Jingle Bells”. Queste iniziative mettono in scena fino al 6 Gennaio 2018 le origini di Adelfia, facendo vivere a cittadini e turisti il territorio a 360°.

Parrocchie e associazioni locali di entrambi i rioni di Canneto e Montrone saranno coinvolte nella realizzazione di spettacoli, presepi e agri-presepe, concerti di Natale, mostre d’arte,mercatini dell’artigianato, dibatti culturali e villaggio di Babbo Natale.

Il week end più interessante sarà quello a partire dal 15 Dicembre, un attimo prima del Natale, durante il quale Adelfia presenterà l’Agri-Presepe, una rappresentazione che unisce la celebre rappresentazione della Nascita di Gesù con quella che è l’economia locale del luogo, principalmente basata su agricoltura e allevamento. Lì dove sorge l’ex Stazione Ferroviaria dalle 19:30 verrà inaugurato  il presepe, a cura dell’Associazione Tipica Adelfia in collaborazione con Il Melograno.

Novità assoluta di quest’anno è il villaggio di Babbo Natale in cartapesta , che verrà messo in mostra nel centro storico di Canneto, grazie alla minuziosa e originale idea delle due associazioni artistico- culturali “Gli amici della villetta” e “Live in Art” .

Spot "Villaggio di Babbo Natale"

…ci siamo quasi, manca poco…piccoli e grandi elfi (Ass. LIVE in ART e Ass. Gli amici della villetta) stanno costruendo il più bel villaggio di babbo natale in cartapesta!!!…vi aspettiamo il 9 e 10 ed il 16 e 17 dicembre ad Adelfia in vico Speranza (Centro storico Canneto) 😍😍😍Spot realizzato da: Nunzio Santoro e Carlo De Santis

Pubblicato da LIVE in ART su Lunedì 27 novembre 2017

Il 16 e 17 Dicembre, oltre al villaggio di Babbo Natale in cartapesta, potrete passeggiare per i vicoli del paese, riscaldando le vostre serate con un ottimo vin brulè, accompagnato dalle note dell’olio che bolle in pentola per incantare il vostro palato con le squisite frittelle pugliesi, il cui profumo riporterà la vostra mente nella cucina delle vostre nonne.

arte-adelfia-puglia-2017

In tutta questa atmosfera di luci e magie natalizie, l’associazione Alauda inaugura il 17 Dicembre l’evento in cui arte e culturale si incontrano:

“E SE RIMANESSIMO AL BUIO?”

A ridarvi luce e calore sarà l’esposizione di opere d’arte create con, su e attraverso scatole di fiammiferi d’autrice e d’autore, il cui intento è sorprendere  lo spettatore in un’atmosfera giocosa e coinvolgente, creata da artisti di ogni parte d’Italia con la loro arte fantasiosa e preziosa .

Le opere saranno in vendita a prezzi assolutamente accessibili, in modo che ognuno possa scegliere la scatola che più lo rappresenti.

Nei giorni a seguire, fino al 6 Gennaio 2018, il programma di eventi proseguirà con un ricco calendario di iniziative in cui collaboreranno scuole e parrocchie, per dar vita ad uno scenario solidale con la raccolta di fondi attraverso la vendita di prodotti elaborati dalle famiglie e le mostre di manufatti ad opera degli alunni delle scuole medie. 

puglia-adelfia-chiesa-san-nicola

Interno Chiesa Madre San Nicola di Bari – Montrone

I classici canti e cori natalizi saranno la cornice di questa iniziativa adelfiese nella Parrocchia di San Nicola, occasione unica per visitarla e per ammirare gli splendidi affreschi della sua volta,risalenti a metà dell’800, raffiguranti immagini della Bibbia per mano del molfettese Saverio Calò. 

Il 24 dicembre, inoltre, verrà allestito il consueto mercatino settimanale per le vie del paese con sfondo natalizio e, tra un pranzo e l’altro, il 26 dicembre 2017 potrete assistere allo spettacolo teatrale in vulgo dialettale “La famigh Passaua”, dell’associazione teatrale “Pop Corn” presso l’Auditorium A. Cafaro.

E quasi giunti al termine delle vacanze natalizie ci sarà occasione per poter giocare tutti assieme al gioco più amato del Natale: la tombola, accompagnata da balli, canti e l’immancabile gastronomia che sempre accompagna gli eventi pugliesi.

Con questa meravigliosa campagna di promozione per il territorio, nel periodo più festoso dell’anno, per Adelfia inizia un percorso di coinvolgimento dei residenti, che con la loro attiva partecipazione diventano promotori del paese, che rappresenta un unicum nel suo essere doppio.

Che si parta da Montrone per raggiungere Canneto o viceversa, venite ad esplorare questa parte di Puglia ancora poco nota. Una terra genuina ed accogliente, con una storia complessa e un paesaggio in cui si impone una natura ricca e variopinta, specchio del patrimonio unico ed originale che le appartiene. 

Copyright foto articolo: flickriver.com; www.facebook.com/alauda; rete.comuni-italiani.it

V. BARBA

Commenti

    Lascia un Commento

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

    Nessun commento trovato.
    Esegui il login
    Ricordami
    Hai perso la password?
    Password Reset
    Esegui il login