“ Innamorati dell’Italia attraverso i racconti dei nostri viaggiatori ”

venerdì 25 settembre, 2020

Italy

Un ottimo strumento per organizzare il tuo prossimo viaggio
Prenota con noi per migliorare questo servizio senza pubblicità
Scorri o filtra l'articolo dei tuoi desideri
Lasciati trasportare dai racconti dei nostri scrittori
Trova e prenota la camera per vivere l'esperienza che sogni
Prenotazione immediata o assistita

Filtri selezionati:

Articolo

Filtri selezionati:

Agosto e Settembre -10%

risparmia con dooid Il prezzo
più basso

stella dooid I migliori
servizi

Scopri come

Otranto è una delle città più belle di tutta l’Italia. Dai Greci agli Ottomani a Napoleone, Otranto ha visto praticamente di tutto. Oggi è una meta turistica apprezzata da italiani e stranieri in quanto è la porta tra il Mar Ionio e l’Adriatico con una bellezza quasi senza pari.

otranto-salento

La sua storia in breve

Gli antichi greci chiamarono il sito Hydrus e in epoca romana era molto prezioso poiché era così vicino all’odierna Albania. Nel 1480 Mehmet il Conquistatore inviò una flotta ad invadere Roma e nel giro di poche settimane dallo sbarco sulle rive, aveva conquistato Otranto uccidendo 800 dei suoi cittadini. Sono conosciuti come i “Martiri d’Otranto” perché furono decapitati quando si rifiutarono di convertirsi all’Islam. Sono stati canonizzati solo nel 2013, quasi 600 anni dopo.

Il Salento

Situata in provincia di Lecce nella regione conosciuta come Salento, Otranto vanta alcune delle coste più mozzafiato, non solo in Italia, ma oserei dire nel mondo intero. Questo è il motivo principale per cui la maggior parte delle persone visita soprattutto nei mesi estivi. I Salentini si dilettano a fine maggio e inizio giugno e di nuovo a fine settembre e persino all’inizio di ottobre, quando i turisti se ne sono andati e quando rilasciano la loro bellissima costa ai veri padroni.

torre-sant-andrea-melendugno-salento-otranto

Esplorando la costa

Alcuni dei luoghi più famosi possono essere raggiunti direttamente dal centro storico di Otranto a piedi, ma quando visiterai vorrai sicuramente esplorare l’immediata costa sia a nord che a sud di Otranto.

Vorrei dirti che puoi spostarti facilmente con i mezzi pubblici, ma purtroppo non è così. In genere, più a sud vai, più devi fare affidamento alla tua auto. Tieni presente che i mesi di luglio e agosto sono fondamentalmente caos, quindi se puoi, prova a pianificare il tuo viaggio di conseguenza.

A nord di Otranto

La famosa Baia dei Turchi (probabilmente chiamata per la famigerata invasione del 1480) si trova appena a nord di Otranto. Questa spiaggia di sabbia bianca e l’acqua turchese brillante ti farà pensare di essere nei Caraibi invece che in Europa. Altrettanto famoso è il lago e la spiaggia Alimini dove è possibile noleggiare un ombrellone in uno dei qualsiasi stabilimenti balneari.

Proseguendo verso nord (a soli 15 km da Otranto), arriverete a Torre Sant’Andrea. Questa parte della costa è caratterizzata da bianche scogliere calcaree e insolite formazioni rocciose che vi lasceranno senza fiato. L’erosione ha scolpito alcune delle forme più fantastiche che tu abbia mai visto. Non essere sorpreso di vedere bambini piccoli buttarsi da altezze insondabili e tuffarsi nell’acqua cristallina in basso senza nemmeno un gemito. I Salentini sono nati per questo. Il mare fa parte di loro.

Spostandoti un po’ più a nord, raggiungerai un’altra TorreTorre dell’Orso. Questo piccolo tratto è stato ufficialmente chiamato i “Caraibi del Salento” per una buona ragione. In combinazione con le bianche scogliere e le formazioni rocciose, la sabbia bianca e l’acqua color acquamarina, non c’è da meravigliarsi che sia una delle destinazioni balneari più popolari in tutta l’Italia.

Sarei negligente se non menzionassi la città di Melendugno che si trova nell’entroterra di Torre dell’Orso e che ogni agosto ospita la famosa Notte della Taranta. Unica nel Salento, la taranta (colloquialmente conosciuta come la pizzica) è una danza popolare simile ad altre dell’Italia meridionale ma ballata a un ritmo molto più veloce. Vedrai questa esaltante tradizione in azione mentre percorri il Salento in vari festival e persino negli stabilimenti balneari lungo la costa.

torre-dell-orso-salento-otranto

A sud di Otranto

Dirigendosi a sud da Otranto in direzione di Santa Maria di Leuca, si arriva subito alla Baia di Orte. Questo è un tratto di costa rocciosa e, come è vero per gran parte del Salento, devi venire preparato con le tue scarpe da acqua e l’asciugamano ed essere pronto per esplorare. Se sei abituato a spiagge rigorosamente sabbiose, rimarrai stupito di come la gente del posto possa sembrare così a suo agio distesa su una lastra di pietra calcarea. Poi ci sono Porto Badisco, Porto Miggiano, Santa Cesarea Terme, Castro e tutto ciò nel mezzo!

Lo snorkel

Snorkeling, immersioni subacquee, kayak, pedalò e quasi tutti gli altri tipi di sport acquatici a cui puoi pensare sono tutti ampiamente praticati in questa zona. L’attrezzatura può essere facilmente noleggiata in una qualsiasi delle spiagge sopra menzionate. Alcune delle grotte naturali più suggestive possono essere esplorate al meglio in kayak o in canoa.

Le grotte

Da non perdere la Grotta della Poesia (vicino a Torre dell’Orso), la Grotta della Zinzulusa (Castro) e la Grotta Verde (Andrano). Non c’è da meravigliarsi che molte di queste ispirarono leggende.

Dopo aver vissuto ciò che i Salentini chiamano lu sule, lu mare, e lu jentu (il sole, il mare e il vento), non sarai più lo stesso.

grotta-verde-otranto-salento-andrano

Redattore

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Nessun commento trovato.
Esegui il login
Ricordami
Hai perso la password?
Password Reset
Esegui il login