“ Innamorati dell’Italia attraverso i racconti dei nostri viaggiatori ”

lunedì 21 giugno, 2021

Italy

Un ottimo strumento per organizzare il tuo prossimo viaggio
Prenota con noi per migliorare questo servizio senza pubblicità
Scorri o filtra l'articolo dei tuoi desideri
Lasciati trasportare dai racconti dei nostri scrittori
Trova e prenota la camera per vivere l'esperienza che sogni
Prenotazione immediata o assistita

Filtri selezionati:

Articolo

Filtri selezionati:

Agosto e Settembre -10%

risparmia con dooid Il prezzo
più basso

stella dooid I migliori
servizi

Scopri come

In Umbria, la regione amorevolmente definita il “cuore verde d’Italia”, si trova l’importante città d’arte di Spoleto. Ha mantenuto tracce del suo passato romano, longobardo, visigoto e stato papale evidenziate nella sua architettura in tutta la città. Scopriamo insieme le principali attrazioni di Spoleto e perché visitarla.

Il passato Romano

Le tribù Umbri dello Spoletium erano alleate di Roma durante la seconda guerra punica. Oggi l’Impero è ancora presente a Spoleto in tutto il centro storico. Il Ponte Sanguinario, presumibilmente chiamato così per l’enorme quantità di cristiani sacrificati nel I secolo d.C., è ancora in piedi.

Nelle sue vicinanze si trova il teatro romano del I secolo d.C. che fu scoperto solo negli anni ’50. Il Convento di Sant’Agata fu parzialmente costruito su di esso nel XVI secolo ed oggi il suo palcoscenico è incorporato nel museo archeologico.

Ancora in piedi anche un arco romano, dedicato ai figli di Tiberio, Druso e Germanico, che un tempo immetteva nel foro e che oggi è piazza del Mercato.

Da non perdere vi è la Casa Romana che si dice sia stata quella della madre dell’imperatore Vespasiano.

Le chiese di Spoleto

Naturalmente, qualsiasi città d’arte sarebbe d’accordo sul fatto che il suo più grande monumento è il suo Duomo. Quello di Spoleto risale al XII secolo con la sua facciata romanica straordinariamente bella in travertino e marmo insieme ai rosoni e al mosaico bizantino risalenti al 1207. Sebbene molte modifiche e aggiunte siano state apportate nel corso dei secoli, i pavimenti sono originali così come l’abside di Filippo Lippi e dei suoi allievi. Altri affreschi all’interno della chiesa furono eseguiti dal Pinturicchio.

spoleto-duomo-umbria

Ci sono troppe chiese per essere trattate in dettaglio in un articolo, ma per citarne qualcuna di rilievo: San Domenico, San Gregorio Maggiore, l’ex chiesa di Giovanni e Paolo, la Basilica di Sant’Eufemia e l’ex chiesa e convento di San Nicolò.

In più ci sono sorprendenti esempi di chiese paleocristiane tra cui la Basilica di San Salvatore e San Pietro extra Moenia. San Salvatore si trova fuori dalle mura della città vicino al cimitero, ma vale sicuramente la pena fare un piccolo sforzo extra. È uno dei pochi siti UNESCO nella categoria “Longobardi in Italia. Luoghi di potere (568-774 d.C.) ”.

San Pietro extra Moenia (che significa “fuori le mura”) fu originariamente costruita nel V secolo e presumibilmente ospitò le catene che legavano San Pietro. L’attuale edificio come lo vediamo oggi risale al XII-XIII secolo.

Palazzi e Musei

È difficile riassumere i luoghi più importanti di Spoleto se stai visitando solo per un giorno, ma non ti fa scappare l’opportunità di vistare il Palazzo Mauri e Palazzo Collicola.

spoleto-terni-umbria

Se sei affascinato dai mosaici, Palazzo Mauri è un must perché custodisce un favoloso mosaico del VI secolo risalente all’epoca di transizione romano-lombarda. Questo edificio è anche la biblioteca della città con altre opere d’arte impressionanti. Il mosaico, infatti, è visibile attraverso il vetro nel Caffè Letterario.

Palazzo Collicola è un palazzo nobiliare che ospita il museo d’arte moderna.

La Rocca

Nessuno può visitare Spoleto senza vedere la sua magnifica fortezza, conosciuta come la Rocca Albornoziana. Adagiata sulla sommità del colle Sant’Elia, domina il territorio circostante ed attraverso i secoli è stato molto efficace nella difesa di Spoleto. Risale alla metà del 1300 e presenta sei torri perfettamente integre. Ha servito come prigione nel 1800 e dal 2007 ospita un museo, il Museo Nazionale del Ducato di Spoleto.

spoleto-umbria-rocca

Non potrai perderti un’altra meraviglia architettonica che ha reso famosa Spoleto: il Ponte delle Torri. Questo imponente ponte ad arco era originariamente un acquedotto romano trasformato in ponte nel 1300. Attraversando il fiume Tessino, collega la Rocca e la torre del Fortilizio dei Mulini.

Da qui, puoi prendere il percorso a piedi chiamato il Giro dei Condotti per panorami mozzafiato!

Info Utili

Spoleto è una di un numero sempre più crescente di città italiane che crea un’esperienza molto a misura di visitatore. Il traffico è limitato nel centro storico e quindi la città ha costruito più aree di parcheggio fuori dal centro con scale mobili che portano i visitatori direttamente nel centro. Ci sono anche 2 tappeti rullanti nel centro storico che rendono semplice la navigazione in tutti i principali siti in un breve lasso di tempo.

Altri luoghi che potrebbero interessarti nel territorio di Spoleto: Gubbio, Spello, Rasiglia, Torgiano e la Cascata delle Marmore.

Cosa aspetti?
Prenota il tuo soggiorno a Santa Serena a Cerreto di Spoleto 

Dalla struttura puoi visitare…

a 30 km

Spoleto
a 68 km  Assisi
a 120 km  Gubbio
a 20 km  Parco Nazionale dei Monti Sibillini
a 85 km  Perugia
a 25 km  Cascia
   

 

 

 

 

 

Redattore

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Nessun commento trovato.
Esegui il login
Ricordami
Hai perso la password?
Password Reset
Esegui il login