“ Innamorati dell’Italia attraverso i racconti dei nostri viaggiatori ”

giovedì 01 dicembre, 2022

Italy

Un ottimo strumento per organizzare il tuo prossimo viaggio
Prenota con noi per migliorare questo servizio senza pubblicità
Scorri o filtra l'articolo dei tuoi desideri
Lasciati trasportare dai racconti dei nostri scrittori
Trova e prenota la camera per vivere l'esperienza che sogni
Prenotazione immediata o assistita

Filtri selezionati:

Articolo

Filtri selezionati:

Agosto e Settembre -10%

risparmia con dooid Il prezzo
più basso

stella dooid I migliori
servizi

Scopri come

PASSEGGIATA NELLE TERRE DEL PROSECCO E DEL CARTIZZE

prosecco-valdobbiadene-terra-vigneLe terre di produzione del prosecco e del cartizze sono situate nella parte nord della provincia di Treviso e hanno un’estensione abbastanza limitata. I vigneti si estendono tra Conegliano e Valdobbiadene a un’ora da Venezia e non lontano dalle Dolomiti Venete.

Questa zona, caratterizzata da borghi antichi, castelli, ville aristocratiche e ricordi storici, mantiene un rapporto profondo con la popolazione che la abita, un rapporto fatto di tradizioni e di amore per i prodotti della terra – primo fra tutti il vino – da offrire con piacere ai visitatori come nel 1200.

Risale infatti al 1200 il nome caratteristico della provincia di Treviso – di cui queste terre fanno parte – “Marca gioiosa et amorosa”

“Marca gioiosa et amorosa”

Il termine nacque nel XII secolo per definire il territorio che si estendeva attorno alla città di Treviso ed era una circoscrizione del Sacro Romano Impero retta da un Marchese, da qui il nome Marca.

terra-prosecco-valdobbiadene

La pianura in lontananza

Era chiamata anche “Marca gioiosa et amorosa”, perché prospera e gaia, ospitale a poeti e trovatori e aperta a feste cavalleresche. Ancora oggi si definisce tutta la provincia di Treviso “La Marca”.

Il fiume Piave divide in due la Marca Trevigiana: da un lato del fiume la grande pianura piatta, piena di case e di industrie e dall’altra le Prealpi Trevigiane, un sistema collinare anticamera delle vere montagne. 

Passeggiando tra queste colline, che alternano versanti ripidi a pendii più dolci, vediamo in lontananza la pianura dove scorre il fiume Piave, drammatico teatro della guerra mondiale del ’15 – ’18, e fronte lungo il quale si erano attestate le truppe d’occupazione austro-tedesche a seguito della rotta di Caporetto

I castelli e le case antiche della zona ancora ne mostrano i segni.

Passeggiata tra i Castelli di San Salvatore e di Collalto

prosecco-valdobbiadene-terra-castello

Castello di San Salvatore

Approfittando di una splendida giornata di fine ottobre, ho percorso il sentiero tra i Castelli di San Salvatore e di Collalto.

Susegana, punto di partenza per questa piacevole escursione, è nota perchè i Conti di Collalto – di probabile origine longobarda – edificarono i loro castelli sulle colline che circondano questo paese.

Il Castello di Collalto è stato gravemente colpito proprio durante la 1°guerra mondiale e di esso rimane solamente il torrione mentre il Castello di San Salvatore, pur avendo subito anch’esso gravi danni durante la Grande Guerra, è stato completamente recuperato e si offre come splendida ambientazione per visite guidate, ricevimenti ed eventi culturali.

Mantiene visibili dall’esterno resti delle mura, della torre e la porta principale con lo stemma di casata dei Collalto.

valdobbiadene-prosecco-terraUna bellissima strada alberata di cipressi e alberi secolari, costeggia le mura del Castello e offre un panorama stupendo sul reticolo di vigneti che si sviluppa nel territori sottostante. 

Procedendo nella passeggiata la strada diventa sentiero sterrato, più o meno ripido, e si apre su vasti prati dominati da case coloniche di colore giallo, caratterizzate da 2 fasce rosse orizzontali piazzate nella parte alta. Queste fasce identificano la loro appartenenza alla famiglia Collalto. Ecco perchè sono chiamate case collaltine.

Scopo della passeggiata è raggiungere il paese di Collalto, dominato da quel che resta della Torre Antica del Castello.

terra-prosecco-valdobbiadene-collalto

Case Collaltine

Ed è proprio ad una trattoria alle porte del paese, che ci si può fermare per un meritato spiedo!

Per ritornare a Susegana si può percorrere un sentiero alternativo che forma un anello con quello descritto in precedenza.

Vi consiglio di progettare una gita in questa zona proprio durante l’autunno quando l’aria è frizzante e i colori delle vigne e degli alberi sono veramente stupefacenti!

 

Visita Guidata al Castello di San Salvatore

Il Castello di San Salvatore può essere visitato solo in determinate occasioni. Una di queste è la manifestazione “Vino in Villa” organizzata dal Consorzio Tutela del Vino Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG.

 

 

 

Foto copyright: C. La Rocca

Foto Casa Collaltina: www.caasa.it

 

 

 

C. La Rocca

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Nessun commento trovato.
Esegui il login
Ricordami
Hai perso la password?
Password Reset
Esegui il login