“ Innamorati dell’Italia attraverso i racconti dei nostri viaggiatori ”

giovedì 22 settembre, 2022

Italy

Un ottimo strumento per organizzare il tuo prossimo viaggio
Prenota con noi per migliorare questo servizio senza pubblicità
Scorri o filtra l'articolo dei tuoi desideri
Lasciati trasportare dai racconti dei nostri scrittori
Trova e prenota la camera per vivere l'esperienza che sogni
Prenotazione immediata o assistita

Filtri selezionati:

Articolo

Filtri selezionati:

Agosto e Settembre -10%

risparmia con dooid Il prezzo
più basso

stella dooid I migliori
servizi

Scopri come

Lungo la Valsugana in Trentino… un tratto della pista ciclabile Bassano-Lago di Caldonazzo.

Un giorno di agosto io e mio papà abbiamo deciso di percorrere in bici un tratto della pista ciclabile della Valsugana che collega la parte trentina del Lago di Caldonazzo con la città veneta di Bassano (in tutto 82 km).

Caricate le bici in macchina, eventualmente si possono noleggiare, abbiamo deciso di intraprendere il tragitto da Tezze a Levico Terme andata e ritorno in bici. Dopo aver parcheggiato l’auto a Tezze nei pressi della bicigrill, partiamo all’avventura.

Valsugana-giro-lago-caldonazzo

La pista ciclabile è percorribile in entrambi i sensi. Durante i mesi di luglio e agosto è possibile caricare le bici sul treno con i vagoni attrezzati lungo la tratta Bassano-Pergine Valsugana. La pista ciclabile è adatta a tutti, dai più atleti alle famiglie con bambini. Caratterizzata prevalentemente da tratti rettilinei con poche salite, è attrezzata di punti di ristoro e di sosta, bicigrill, aiuole e fontane.

La bellezza del paesaggio che la circonda è davvero unica tra prati verdi, frutteti e boschi, accompagnati dal gorgoglio del fiume Brenta e dal canto degli uccelli. Durante la nostra gita ci siamo fermati a Borgo Valsugana, la città natale di Alcide De Gasperi. Una visita a questo piccolo ma caratteristico borgo merita proprio.

Dall’alto del paese sovrasta l’imponente Castel Telvana, visibile lungo la pista ciclabile. Qui ci siamo fermati per uno spuntino a base di brioche e dolci fatti in casa in uno dei baretti in piazza vicino alla chiesa. Una volta rifocillati, ripartiamo verso Levico Terme. In due ore e mezza circa arriviamo a destinazione.

Lo spettacolo che si apre di fronte ai nostri occhi è indescrivibile: il lago di Levico Terme, uno dei più caldi del Sud Europa, è una meraviglia della natura con le sue acque cristalline. Qui facciamo una breve pausa pranzo per poi ritornare indietro fino a Tezze. In tutto ci abbiamo messo circa 8 ore ed alla fine eravamo davvero stanchi ma soddisfatti del giro. Una bellissima pista ciclabile curata e ben attrezzata con panorami incantevoli da percorrere nei mesi da aprile a settembre quando le giornate sono ancora miti e i paesaggi si tingono di mille colori.

Copyright foto: visitvalsugana.it

Articolo di: A. Pierdonà

Redattore

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Nessun commento trovato.
Esegui il login
Ricordami
Hai perso la password?
Password Reset
Esegui il login