“ Innamorati dell’Italia attraverso i racconti dei nostri viaggiatori ”

mercoledì 23 ottobre, 2019

Italy

Un ottimo strumento per organizzare il tuo prossimo viaggio
Prenota con noi per migliorare questo servizio senza pubblicità
Scorri o filtra l'articolo dei tuoi desideri
Lasciati trasportare dai racconti dei nostri scrittori
Trova e prenota la camera per vivere l'esperienza che sogni
Prenotazione immediata o assistita

Filtri selezionati:

Articolo

Filtri selezionati:

Agosto e Settembre -10%

risparmia con dooid Il prezzo
più basso

stella dooid I migliori
servizi

Scopri come

Alla scoperta del territorio di Bassano del Grappa in tutti gli aspetti che lo caratterizzano

 

Thank you!

 

Non si può effettuare un viaggio in Veneto senza fare una tappa a Bassano del Grappa. Questa città coniuga felicemente arte, natura, cultura, storia, enogastronomia. Bassano può offrire al curioso visitatore una serie di chicche che sorprendono anche i turisti più esigenti: cosa vedere a Bassano del Grappa?

Cosa vedere a Bassano del Grappa

Elegante e raffinata nel suo centro storico articolato soprattutto in tre piazze comunicanti. Qui (nel giusto periodo dell’anno) si tiene un mercatino natalizio di atmosfera decisamente nordica. La città gode di un clima secco e ventilato grazie alla posizione all’imbocco della Valsugana tra l’altopiano di Asiago e i bastioni del celebre Monte Grappa: provare per credere! L’aria  fresca e sferzante si fa sentire soprattutto sul Ponte degli Alpini

Se ci rechiamo proprio al celebre manufatto ligneo che collega le due sponde del fiume Brenta, ad una delle estremità facciamo subito sosta da Nardini, storico produttore di acquavite che offre anche un aperitivo gettonatissimo dai giovani bassanesi e da tutti i turisti. Il “mezzo e mezzo”: da provare assolutamente, così come è da vedere il caratteristico interno del locale.

cosa-vedere-a-bassano-del-grappa-ponte-dooid

Risalendo per pochi metri verso il centro ci si imbatte in una concorrente: la grapperia Poli (con annesso museo). Non è forse Bassano la città della grappa? Superata la bottega della carteria Tassotti, che riprende e tiene viva l’antica tradizione settecentesca dei Remondini (stampatori della Serenissima Repubblica di Venezia) si sale verso le piazze, lasciando sulla destra il museo Sturm, che ospita le famose ceramiche bassanesi e una sezione dedicata proprio ai Remondini. 

Dall’elegante piazzotto Montevecchio, attraverso un arco, possiamo raggiungere le altre due piazze, nelle quali si segnalano la splendida chiesa di San Francesco, la torre civica e l’orologio del Ferracina che fa bella mostra di sé dalla facciata del Municipio. Adiacente alla chiesa di San Francesco si trova il bellissimo museo civico, che riserva molte sorprese. Bassano è anche la città di Jacopo Dal Ponte che nel ‘500 ha illustrato il Veneto con i suoi  dipinti destinati a fama duratura. Ma il Museo si distingue anche per la vivacità delle proposte con frequenti mostre temporanee. 

Non si può tacere poi l’importanza di questi luoghi nelle vicende della Grande Guerra. Il vicino Monte Grappa testimonia un’esperienza che ha segnato la storia italiana. Inoltre è stato teatro nel settembre ’44 di un tristemente famoso rastrellamento di partigiani resistenti. Attraverso la strada “Cadorna” in meno di un’ora si raggiunge la vetta con il suo celeberrimo Monumento Ossario.

monte-grappa-bassano-del-grappa

©Rics1299

Bassano del Grappa e la natura

Non si può dimenticare infine l’aspetto naturalistico e sportivo. Il territorio offre parecchie occasioni: dal canotaggio sul Brenta al parapendio sui picchi del Grappa, dall’escursionismo storico ambientalistico attraverso trincee restaurate e declivi fioriti ai più semplici giri sulle dolci colline di Marostica.

Ogni angolo è una finestra su paesaggi verdi e un’occasione straordinaria sia per un turismo “dolce” che per uno più grintosamente sportivo.

Cosa e dove magiare a Bassano del Grappa

Volgendo l’occhio dall’altra parte, Asiago gronda ugualmente storia. Bassano si distingue anche per un particolare gusto nell’enogastronomia. Dai famosi asparagi bianchi ai piselli, ai fagioli in salsa, alla cipolla rosa, al sapido broccolo bassanese, al già citato Asiago, alla tipica “sopressa”, alle ciliege della vicina Marostica. Tutto parla di una propensione del territorio verso i piaceri di una tavola semplice, ma di grandissima qualità.

Per il turista affamato e curioso ci sono locali di ogni genere: dalla caratteristica osteria veneta (qui “caneva”) a molti tipi di trattoria e ristorante per ogni gusto ed ogni tasca, con una spiccata inclinazione al rispetto della tradizione bassanese e veneta

cosa-mangiare-a-bassano-del-grappa-dooid

 

Scopri tutto sul Veneto! Tutto quello che c’è da vedere, gli eventi e le sagre di questa magnifica regione!
Clicca qui per scoprire tutto questo! 

 

Articolo di: P. Banfi

Redattore

Commenti

    Lascia un Commento

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

    Nessun commento trovato.
    Esegui il login
    Ricordami
    Hai perso la password?
    Password Reset
    Esegui il login