“ Innamorati dell’Italia attraverso i racconti dei nostri viaggiatori ”

lunedì 12 aprile, 2021

Italy

Un ottimo strumento per organizzare il tuo prossimo viaggio
Prenota con noi per migliorare questo servizio senza pubblicità
Scorri o filtra l'articolo dei tuoi desideri
Lasciati trasportare dai racconti dei nostri scrittori
Trova e prenota la camera per vivere l'esperienza che sogni
Prenotazione immediata o assistita

Filtri selezionati:

Articolo

Filtri selezionati:

Agosto e Settembre -10%

risparmia con dooid Il prezzo
più basso

stella dooid I migliori
servizi

Scopri come

Vernazza fa parte del Parco Nazionale delle Cinque Terre e comprende anche i comuni di Monterosso al Mare, Corniglia, Manarola e Rio Maggiore. Dal 1997 questo spettacolare tratto di costa ligure è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO . Oltre a godersi l’ovvio, il mare incontaminato, c’è molto da vedere e da fare a Vernazza.

vernazza-santa-marghertia-antiochia-cinque-terre

Dmitry Djouce, CC BY 2.0 <https://creativecommons.org/licenses/by/2.0>, via Wikimedia Commons

La costa delle Cinque Terre è una delle più pittoresche del mondo intero: le case dai colori vivaci, le scogliere a picco, il colore dell’acqua che varia con i raggi solari. È a dir poco, magica.

Visitare Vernazza

Vernazza è l’unico borgo della costa con un porto naturale e questo gli è servito bene circa mille anni fa quando difendeva il litorale dagli attacchi dei pirati. Successivamente divenne un importante villaggio di pescatori e, sorprendentemente, lo è ancora oggi.

Fortunatamente per i turisti, Vernazza e tutti i borghi delle Cinque Terre non sono intense come tante città d’arte. A volte, è bello semplicemente girovagare e godersi il panorama da molti punti di vista. Questo non vuol dire che non troverai luoghi importanti, anzi, tutt’altro! Rimarrai meravigliato e riuscirai a gestire il tutto in giornata avendo tempo anche per gustarti il sole e un bel gelato.

I monumenti più importanti

Prima di tutto, ti consigliamo di vedere la Chiesa di Santa Margherita d’Antiochia. La leggenda narra che un baule di legno contenente le ossa del dito del santo sia finita sulla riva a Vernazza e il popolo abbia deciso di costruire una chiesa in suo onore. La chiesa come la vediamo oggi risale al XIII secolo ed è in classico stile gotico-ligure. È anche insolita perché il suo ingresso è rivolto ad est piuttosto che ad ovest.

Un’altra tappa è il Castello Doria. I Doria (che significa “figli dell’Auria”) erano un’importante famiglia nobile nella Repubblica di Genova dal XII al XVI secolo. Il Castello risale all’XI secolo con la sua torre cilindrica in pietra che si protende verso il cielo dal promontorio.

vernazza-liguria-cinque-terre

Schwingi, CC BY-SA 4.0 <https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0>, via Wikimedia Commons

La spiaggetta di Vernazza è accessibile proprio dalla piazza principale ed è prevalentemente sabbiosa. Ognuno dei cinque borghi ha la sua spiaggia caratteristica, alcune con ombrelloni e lettini.

Trekking

Uno dei motivi principali per cui persone di tutte le età vengono in questa zona è per il sentiero escursionistico che collega tutta la costa. È faticoso in alcune parti, ma puoi scegliere di farne alcuni tratti a piedi e prendere il treno per il resto. Lungo tutto il percorso ci sono vari siti da non mancare tipo i vari santuari arroccati sulla collina.

Il sito web ufficiale del parco è un’ottima risorsa e contiene informazioni aggiornate sulle chiusure dei sentieri e suggerimenti prima della visita.

Tieni presente che Vernazza è chiusa al traffico e quindi il modo migliore per arrivarci è il treno. Se hai intenzione di pernottare e vedere tutte le Cinque Terre, Vernazza è un’ottima scelta!

vernazza-mare-liguria

AngelikiC, CC BY-SA 4.0 <https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0>, via Wikimedia Commons

I sapori delle Cinque Terre

Questa parte della Liguria è ovviamente famosa per il suo pesce fresco e tra i suoi primi non può mancare un bel piatto di pasta condita col pesto. Da aggiungere alla tavola è la gustosa farinata ovvero la torta di farina di ceci e òa focaccia alla cipolla oppure al formaggio. Assolutamente da provare! 

Abbina uno qualsiasi di questi piatti con un prelibato vino bianco, la Vernaccia o uno Sciacchetrà DOC delle Cinque Terre.

Potrebbero essere anche di tuo interesse: CamogliSan Remo

Redattore

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Nessun commento trovato.
Esegui il login
Ricordami
Hai perso la password?
Password Reset
Esegui il login