“ Innamorati dell’Italia attraverso i racconti dei nostri viaggiatori ”

lunedì 24 giugno, 2019

Italy

Un ottimo strumento per organizzare il tuo prossimo viaggio
Prenota con noi per migliorare questo servizio senza pubblicità
Scorri o filtra l'articolo dei tuoi desideri
Lasciati trasportare dai racconti dei nostri scrittori
Trova e prenota la camera per vivere l'esperienza che sogni
Prenotazione immediata o assistita

Filtri selezionati:

Articolo

Filtri selezionati:

Agosto e Settembre -10%

risparmia con dooid Il prezzo
più basso

stella dooid I migliori
servizi

Scopri come

Scoprire Siracusa e le sue meraviglie

Se avete deciso di visitare una città antica non potete non passare dalla Sicilia, meta delle civiltà antiche e colonia greca con importanti città come Agrigento, Selinunte, Segesta e Siracusa. Proprio nella mitica città di Archimede vi sarete chiesti cosa vedere a Siracusa? Prendiamoci cinque minuti e pensiamo intensamente a quante volte abbiamo fantasticato con la nostra fervida immaginazione quando da bambini assistevamo alle storie di cavalieri e dame, alle favole che i nostri genitori o i nostri nonni ci raccontavano. E noi increduli con quelle storie mai sentite prima, abbiamo alimentato la nostra fantasia di racconti fatti di personaggi realmente esistiti o inventati a cui ci siamo tanto affezionati e che magari ci accompagnano ancora oggi con un po’ di fantasia nei nostri viaggi in giro per il mondo, alla scoperta di posti incredibili per rivivere quell’incanto e quella meraviglia che provavamo durante la nostra infanzia. Come scriveva Giovanni Pascoli nella poetica del fanciullino:

“Ma quindi noi cresciamo, ed egli resta piccolo; noi accendiamo negli occhi un nuovo desiderare, ed egli vi tiene fissa la sua antica serena maraviglia; noi ingrossiamo e arrugginiamo la voce, ed egli fa sentire tuttavia e sempre il suo tinnulo squillo come di campanello”

castello-maniace-ortigia-siracusa

Allo stesso modo noi manteniamo uno stretto legame con il passato attraverso dei ricordi che amiamo anche da adulti. Tutti abbiamo almeno un posto dentro di noi che ci evoca forti emozioni, che ci riporta in mente la storia e l’importanza di appartenere ad una determinata cultura. In Sicilia di storia e di testimonianze storico-architettoniche e archeologiche importanti c’è veramente tanto. Il Castello Maniace a Siracusa rientra nella categoria di bellezze architettoniche di elevata valenza storica che ancora oggi suscitano tra i turisti stupore e meraviglia. Posto su un lembo di terra circondato dal mare a guarda dell’isola fortificata di Ortigia, vero nucleo della città di Siracusa, questa imponente struttura risale storicamente al periodo della dominazione degli Svevi in Sicilia, precisamente tra il 1232 e il 1240, anni in cui Federico II aveva il pieno controllo dell’isola. Non è l’unico castello federiciano della Sicilia Orientale che testimonia il potere degli Svevi, all’appello infatti figurano anche il Castello Ursino di Catania e il Castello di Augusta: il primo rinato dopo una serie di opere di recupero e ormai aperto al pubblico attraverso delle iniziative socio-culturali tramite l’organizzazione di svariati eventi come mostre d’arte, convegni, feste e sagre in esterna, ma anche eventi privati come matrimoni o altre cerimonie; il secondo vittima dell’incuria delle passate amministrazioni, è ora in attesa di essere recuperato e riportato al suo massimo splendore.

castello-maniace-siracusa-planimetriaIl Castello Maniace di Ortigia in realtà esisteva già prima del periodo federiciano, in quanto fu una roccaforte greca costruita per proteggere i porti di Siracusa dalle incursioni nemiche, ulteriormente fortificata successivamente dal comandante bizantino Giuseppe Maniace che fece costruire nel 1038 delle opere a difesa del porto di Ortigia e da cui il forte assunse la denominazione per l’appunto di Castello Maniace. Questa fortezza sveva ha una pianta a quadrilatero, possiede 4 torri di forma cilindrica, delle mura fortificate lunghe 51m per lato e alte 12m ed è isolato dal resto della terraferma grazie ad un fossato attraversabile anticamente tramite un ponte levatoio, sostituito in seguito con uno in pietra con l’avvento al potere in Italia di Carlo V che fece fortificare ulteriormente anche le mura per rendere Ortigia una roccaforte praticamente inespugnabile. Ancora oggi sul portale d’ingresso del castello è possibile ammirare un bellissimo arco ad ogiva, sormontato dallo stemma imperiale di Carlo V (secolo XVI) raffigurante un’aquila bicefala (a due teste). Al suo interno il castello gode di una sala principale costituita da 24 volte che dovrebbero rappresentare i regni di Federico II, con al centro quello di Sicilia. Nei secoli si sono succedute varie dinastie importanti in Sicilia: nel XIV secolo ci furono gli aragonesi, nel Cinquecento la dinastia di Carlo V di Asburgo e dal Settecento fino al 1861 la dinastia dei Borbone, scacciata via dopo l’impresa garibaldina e l’unificazione del Regno d’Italia. Il Castello Maniace restò poi per quasi tutto il Novecento una struttura militare fortificata utilizzata durante la seconda guerra mondiale e negli ultimi anni del XX secolo come caserma delle forze armate.

castello-maniace-ponte-siracusaOggi dopo un prezioso intervento di recupero e restauro è stato aperto al pubblico ed è diventato sede della Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Catania. Oltre alle visite turistiche e culturali, il castello è stato sede di spettacoli dell’Ortigia Festival (fino al 2007), sede del G8 ambientale (aprile 2009) con la presenza dei ministri dell’ambiente dei paesi industrializzati e di altri eventi culturali come festival musicali di jazz, musica elettronica, folk etc. Infine nel 2015 al Castello Maniace è stato inaugurato l’Antiquarium, ovvero due sale di esposizione di cui una dedicata alla storia del Castello e della Piazzaforte di Siracusa attraverso delle cartografie antiche e l’altra allestita con reperti architettonici, ceramiche e maioliche dal XIII al XIX secolo rinvenute negli scavi del castello. Che la sorte sia stata avversa o benevola, che la città abbia vissuto la gloria o la decadenza, il destino di Siracusa è stato ed è ancora legato a quello del Castello Maniace: proprio qui Federico II firmò l’atto che sancì la nascita dell’Università di Napoli e nonostante i violenti terremoti del 1542 e del 1693 o l’esplosione della polveriera d’armi nel 1702 che distrussero significativamente una parte del castello, il “Vecchio Gigante” è ancora in piedi a guardia della città.

castello-Maniace-Siracusa-Sicilia

Con i suoi 122.031 abitanti, Siracusa è una città millenaria che vale la pena di visitare almeno una volta nella vita. Fu fondata dai coloni Corinzi nel 733 a.c. , fu considerata una delle città più importanti dell’antichità e primeggiò con Atene per potenza e ricchezza senza mai essere soggiogata. Qualsiasi periodo dell’anno è quello giusto per visitare Siracusa, con il suo suggestivo centro storico di Ortigia: girare per i suoi caratteristici vicoli con tanti negozi di artigianato, bar, locali alla moda- la sera è veramente piacevole. Se preferite spostarvi in zone meno chiassose, potrete fare una passeggiata per il suggestivo lungomare e ristorarvi dal calore estivo con la brezza marina che soffia su Ortigia. Se amate la storia e l’archeologia a Siracusa c’è uno dei più importanti musei a livello europeo, il museo Paolo Orsi dove troverete una ghiottissima collezione di reperti del periodo ellenico, oppure tanti altri siti archeologici da visitare dentro e fuori la città. Se amate la musica o il teatro e volete vivere la movida della città siracusana, troverete dei sempre dei festival o degli eventi a cadenza stagionale oltre a tante iniziative culturali organizzati nei piccoli locali del centro. E che dire della gastronomia? Principalmente basata sui prodotti del mare e ricca di antiche ricette che testimoniano l’influenza che le diverse popolazioni stabilitesi in Sicilia hanno lasciato come patrimonio nel corso dei secoli: che siate amanti dei primi piatti, dei secondi o del dessert, non avrete che l’imbarazzo della scelta. C’è anche una fervente cultura dell’aperitivo e in proposito immaginate di concedervi un momento di relax in una terrazza con vista mare insieme alle persone a voi care, in attesa di passare una serata alla scoperta della città e che si prospetta indimenticabile.  

castello-maniace-ortigia-sound-system-festival-siracusa-sicily

Ortigia Sound System Festival – Esibizioni live sulle imbarcazioni lungo il litorale

Se invece siete dei temerari e amate l’avventura, nel territorio è possibile praticare tante attività come trekking, piccole crociere sul litorale siracusano, arrampicata, quad safari ed escursioni nel verde. In definitiva potremmo definire Siracusa una città cosmopolita ma dal cuore provinciale e accogliente che ha veramente molto da offrire ai turisti i quali quando scendono in Sicilia, passano sempre almeno una volta da qui. Il Castello Maniace è una delle sue tante meraviglie e può rappresentare per molti quel posto entusiasmante che abbiamo sempre sognato di visitare. Per dirla con Italo Calvino

“In mezzo a un fitto bosco, un castello dava rifugio a quanti la notte aveva sorpreso in viaggio: cavalieri e dame, cortei reali e semplici viandanti. Passai per un ponte levatoio sconnesso […]”.

 

 Per ulteriori informazioni sul Castello Maniace Castello Maniace

  • Telefono: 0931. 4508211
  • Orari: da Martedì a Domenica dalle ore 9:00 alle ore 13:00. Lunedì chiuso

Copyright Foto: www.guidasicilia.it, www.regione.sicilia.it

A. Gianna

Alloggi selezionati per te

Commenti

    Lascia un Commento

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

    Nessun commento trovato.
    Esegui il login
    Ricordami
    Hai perso la password?
    Password Reset
    Esegui il login