“ Innamorati dell’Italia attraverso i racconti dei nostri viaggiatori ”

sabato 04 luglio, 2020

Italy

Un ottimo strumento per organizzare il tuo prossimo viaggio
Prenota con noi per migliorare questo servizio senza pubblicità
Scorri o filtra l'articolo dei tuoi desideri
Lasciati trasportare dai racconti dei nostri scrittori
Trova e prenota la camera per vivere l'esperienza che sogni
Prenotazione immediata o assistita

Filtri selezionati:

Articolo

Filtri selezionati:

Agosto e Settembre -10%

risparmia con dooid Il prezzo
più basso

stella dooid I migliori
servizi

Scopri come

Vip-dooid-magazine

Vip_magazine_testo

 

[yasr_visitor_votes]

 

La città di Firenze in Toscana è una cittadina in costante movimento. Non c’è mai un momento di noia in qualsiasi momento dell’anno che la visiti. Il primo fine settimana di settembre non fa eccezione con la famosa Festa della Rificolona, conosciuta anche come il Festival delle Lanterne di carta.

Perché viene celebrata la Festa della Rificolona?

La festa della Rificolona è in realtà una celebrazione religiosa e coincide con il Giorno Santo dell’8 settembre, la Natività della Beata Vergine Maria. Si pensa che la celebrazione sia iniziata in epoca romana già nel VII secolo e che a Firenze vi siano testimonianze dal XII secolo. Secondo la tradizione, contadini e pellegrini venivano dalle campagne alla Basilica della Santissima Annunziata in questo giorno per onorare la Vergine Maria. Portavano con sé varie offerte, incluso il loro raccolto, per essere benedette. Lungo il loro viaggio, illuminavano il percorso con le lanterne (probabilmente fatte di stoffa).

festa-della-rificolona-dooid

Come è celebrato oggi

Le origini di questo bellissimo festival continuano a prosperare oggi nella piazza della basilica con un mercato agricolo che vanta prodotti freschi e locali il 7 e l’8 Settembre. Oggi, la processione della sera del 7 alle 20 circa, è guidata dal Cardinale. Parte da Piazza Santa Felicita a Piazza Santissima Annunziata. Puoi prendere parte a questa antica tradizione e seguire le centinaia di persone per le strade di Firenze portando la tua lanterna di carta colorata. Una volta che il gruppo arriva in Piazza Annunziata, inizieranno i festeggiamenti! Se partecipi, ecco un “avvertimento” per un’usanza che potrebbe sembrare piuttosto strana se non sei preparato per questo: probabilmente vedrai bambini che soffiano batuffoli di stucco alle lanterne di carta. C’è una ragione per questo comportamento osceno! Risale a quando i contadini tentavano di vestirsi con i loro abiti migliori per fare il pellegrinaggio a Firenze. I bambini fiorentini si prendevano gioco di loro e cercavano di sabotare le lanterne dei contadini con batuffoli di stucco per farli ribaltare e prendere fuoco. Le loro lanterne erano ovviamente superiori a quelle dei contadini e molto probabilmente erano fatte di carta velina colorata. La tradizione è rimasta bloccata e non stupitevi quando la maggior parte delle lanterne verrà bruciata durante la celebrazione.

Potresti anche sentire questa canzone tradizionale cantata dai locali:

Ona Ona Ona ma che bella rificolona la mia l’è co fiocchi, la tua l’è co pidocchi! è più bella la mia, di quella della zia …

* Significa approssimativamente: “Che bella lanterna … la mia ha gli archi e la tua ha le pulci! La mia è più bella della tua!”

festa-della-rificolona-dooid
Quindi prendi la tua lanterna, canta e divertiti!
Goditi uno dei festival folcloristici più antichi e originali di Firenze!

photo credits: visitflorence.com; teladoiofirenze.it

C. Piredda

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Nessun commento trovato.
Esegui il login
Ricordami
Hai perso la password?
Password Reset
Esegui il login