“ Innamorati dell’Italia attraverso i racconti dei nostri viaggiatori ”

lunedì 19 agosto, 2019

Italy

Un ottimo strumento per organizzare il tuo prossimo viaggio
Prenota con noi per migliorare questo servizio senza pubblicità
Scorri o filtra l'articolo dei tuoi desideri
Lasciati trasportare dai racconti dei nostri scrittori
Trova e prenota la camera per vivere l'esperienza che sogni
Prenotazione immediata o assistita

Filtri selezionati:

Articolo

Filtri selezionati:

Agosto e Settembre -10%

risparmia con dooid Il prezzo
più basso

stella dooid I migliori
servizi

Scopri come

Vip-dooid-magazine

Vip_magazine_testo

 

Thank you!

 

Uno dei parchi nazionali più antichi d’Italia, il Parco Nazionale del Circeo, si trova lungo la costa tirrenica tra Anzio e Terracina. Le città principali all’interno del parco includono Latina, Ponza (isola di Zannone), Sabaudia e San Felice Circeo. Il Parco Nazionale del Circeo è una delle innumerevoli meraviglie italiane, con una storia che risale alla preistoria.

La storia del parco

Tracce della presenza umana in quest’area risalgono al Paleolitico. Negli anni ’30, cominciarono ad esserci scoperte veramente entusiasmanti e il parco fu ufficialmente fondato nel 1934. Numerose grotte che erano state sigillate a causa di frane per migliaia di anni, avevano mantenuto i segreti della zona fino a poco tempo fa. Un teschio perfettamente conservato di un uomo di Neanderthal è stato uno dei tanti ritrovamenti! Ci sono sedici siti specifici – con date che vanno dalla preistoria, alla romana e al 15 ° secolo – dove i visitatori possono vedere di persona le varie grotte.

Inoltre ci sono cinque habitat distinti che compongono il parco: le dune, le zone umide, la foresta, l’isola di Zannone e il promontorio. Le dune possono raggiungere i 27 metri di altezza lungo la bellissima costa del parco. La sabbia fine e dorata attira turisti e bagnanti durante i mesi estivi, ma se hai la possibilità di visitarle in primavera, vedrai la flora naturale delle dune prendere vita. 

Foresta

3.300 ettari compongono l’area forestale: una foresta pianeggiante davvero unica! Qui troverai “piscine” (aree paludose) e “lestre” (aree dove un tempo sorgevano i villaggi). La foresta si può visitare tutto l’anno e, come il resto del parco, ci sono numerosi sentieri per le escursioni e piste ciclabili. Ogni stagione offre la propria esperienza unica di flora e fauna.

parco-nazionale-del-circeo

Il promontorio

Il promontorio è il simbolo del Parco Nazionale del Circeo. Spiccando verso il cielo a oltre 540 metri di altezza, questa massa rocciosa calcarea è veramente impressionante. Non sorprende il fatto che sia la fonte di molti miti e leggende. In effetti, si dice che lo stesso Ulisse attraccò la sua nave a Cala dei Pescatori, dove Circe, con i suoi poteri ammalianti, sedusse lui e i suoi uomini.

Le zone umide

Le zone umide corrono parallele alle dune. Sono costituite da quattro laghi e lagune che vengono allagate durante la stagione delle piogge. Questo è un paradiso per il birdwatching poiché qui sono state avvistate oltre 200 diverse specie di uccelli! È l’ambiente perfetto per gli uccelli migratori.

Isola Zannone – Isole Pontine

Ultimo, ma non meno importante, arriviamo all’isola di Zannone.  Perché è stata l’unica isola dell’arcipelago ad essere incorporata nel Parco Nazionale del Circeo? Perché è unica, in quanto non è solo composta da roccia vulcanica, ma anche da roccia sedimentaria e metamorfica. È entrata a far parte del parco nel 1979, dopo aver confermato le scoperte di specie uniche di flora e fauna. Nel 1920 i mufloni furono portati dalla Sardegna e hanno continuato a prosperare qui sotto status protetto.

Da non perdere

Ci sono numerosi sentieri che si trovano per il trekking e la bicicletta. I visitatori che desiderano trarre il massimo dalla propria esperienza, dovrebbero visitare il Centro visite di Sabaudia (aperto dalle 9:00 alle 13:00 a partire dal 1 maggio). Possono consigliarti su percorsi e aree accessibili (anche agli ospiti con disabilità).

Durante la visita, non vorrai perderti Villa Domiziano, situata sul Lago di Paola a Sabaudia all’interno del parco. È una straordinaria villa nobile romana che è ancora in gran parte non scavata. Puoi vedere dove l’imperatore Tito Flavio Domiziano passava le sue giornate rilassandosi in riva al lago. La visita è solo su prenotazione e devi essere accompagnato da una guida.

spiaggia-san-felice-circeo-parco-nazionale

Un altro must da vedere mentre ti trovi in ​​zona è il villaggio di San Felice Circeo, che è nella prestigiosa lista di uno dei “Borghi più belli d’Italia“. Le sue spiagge sono state continuamente premiate con la “bandiera blu”. La zona vanta meravigliose grotte, come la Grotta delle Capre e la Torre Paola del XV secolo.

Il Parco Nazionale del Circeo è davvero uno degli innumerevoli tesori e sappiamo che sarai d’accordo una volta visitato!

Informazioni e siti utili prima della visita

Sentiero ToursPro Loco Sabaudia e Istituto Pangea

L’ingresso principale al Parco Nazionale del Circeo si trova in Via Carlo Alberto, 188 -Sabaudia (Latina)

Il sito ufficiale è pieno di informazioni utili in inglese e italiano.

 

foto copyright: dltviaggi.it; trovaspiagge.it

C. Piredda

Commenti

    Lascia un Commento

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

    Nessun commento trovato.
    Esegui il login
    Ricordami
    Hai perso la password?
    Password Reset
    Esegui il login