“ Innamorati dell’Italia attraverso i racconti dei nostri viaggiatori ”

mercoledì 18 settembre, 2019

Italy

Un ottimo strumento per organizzare il tuo prossimo viaggio
Prenota con noi per migliorare questo servizio senza pubblicità
Scorri o filtra l'articolo dei tuoi desideri
Lasciati trasportare dai racconti dei nostri scrittori
Trova e prenota la camera per vivere l'esperienza che sogni
Prenotazione immediata o assistita

Filtri selezionati:

Articolo

Filtri selezionati:

Agosto e Settembre -10%

risparmia con dooid Il prezzo
più basso

stella dooid I migliori
servizi

Scopri come

Thank you!

Rocca-calascio-abruzzo-filmCosa hanno in comune Lady Hawke, Il nome della rosa e The american oltre ad essere tre grandi film visti da milioni di persone? Per chi non lo sapesse, infatti, queste pellicole sono state girate in Abruzzo, precisamente hanno come sfondo la preziosa Rocca Calascio in provincia dell’Aquila.         

La strada per raggiungere questo gioiello medievale, anche se non molto agevole, fa scorgere un meraviglioso paesaggio che varrà la pena di questa piccola “fatica”. Per toccare con mano il castello bisogna salire fino a 1.460 metri di altezza dove si apre una panoramica mozzafiato sulla valle del Tirino e sull’altopiano di Navelli, visibile a 360 gradi. La scena che si ha di fronte appare come una cartolina, il blu del cielo si fonde attraverso sfumature intense con il verde e il marrone della valle sottostante.      

Il castello, con i suoi mattoni bianchi e ben scolpiti, acquisisce il suo aspetto attuale grazie ad Antonio Piccolomini che dotò il borgo di mura difensive e quattro torri che si sposano in maniera naturale e perfetta con la natura circostante come se fossero prolungamenti naturali dei monti.

calascio-rocca-filmLa rocca, risalente all’anno 1000, vide sempre più accrescere la sua importanza nel corso degli anni in quanto aveva la funzione di controllare il flusso dei greggi di pecore che percorrevano il percorso del regio tratturo durante la transumanza. Questo flusso portò alla creazione di un piccolo borgo sito ai piedi della struttura che però venne da prima abbandonato e in seguito distrutto da una serie di terremoti.
L’ultimo e più devastante evento sismico, datato 1703, causò ingenti danni alla struttura del castello che venne abbandonato a se stesso fino ai primi anni del XX secolo.
La grande riqualificazione, turistica e culturale del luogo, si pone, però come un processo lento e graduale messo in atto dalla fine del 1980 grazie alla scoperta di questo luogo come ambientazione di pellicole ambientate in epoca medievale.        

Il castello, che nel film LadyHawk ospita il rifugio del monaco, si apre lateralmente attraverso una rampa di legno ed oggi è interamente visitabile  gratuitamente.    

Rocca Calascio rappresenta una tappa obbligatoria, meglio con la macchina fotografica alla mano per catturare questo istante dove il tempo sembra essersi fermato, come se fossimo protagonisti del film con Michelle Pfeiffer…uno dei piccoli gioielli custoditi dal Gran Sasso che persino il National Geographic cita tra i 15 castelli più belli al mondo.             

Copyright foto articolo: Anna Falasca

Articolo di: A. Falasca

Redattore

Commenti

    Lascia un Commento

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

    Nessun commento trovato.
    Esegui il login
    Ricordami
    Hai perso la password?
    Password Reset
    Esegui il login