“ Innamorati dell’Italia attraverso i racconti dei nostri viaggiatori ”

giovedì 22 settembre, 2022

Italy

Un ottimo strumento per organizzare il tuo prossimo viaggio
Prenota con noi per migliorare questo servizio senza pubblicità
Scorri o filtra l'articolo dei tuoi desideri
Lasciati trasportare dai racconti dei nostri scrittori
Trova e prenota la camera per vivere l'esperienza che sogni
Prenotazione immediata o assistita

Filtri selezionati:

Articolo

Filtri selezionati:

Agosto e Settembre -10%

risparmia con dooid Il prezzo
più basso

stella dooid I migliori
servizi

Scopri come

Al confine tra Italia e Francia, nel Parco delle Alpi Marittime, immerso tra alberi, torrenti e laghi, sorge Vernante, un piccolo comune in provincia di Cuneo, famoso in tutto il mondo come “il paese di Pinocchio”.
No, non sto parlando del “paese dei balocchi”, ma del luogo che ospita oltre 150 murales raffiguranti le avventure del celebre burattino.

Mussino: lo “zio di Pinocchio”

Attilio Mussino, conosciuto anche come “lo zio di Pinocchio”, illustrò la prima edizione dell’opera di Collodi. Egli si trasferì a Vernante in seguito alla perdita del figlio e della moglie, e qui restò fino alla fine. Nel 1954, Bruno Carlet e Meo Cavallera decisero di omaggiare l’opera di Mussino, riproponendo alcune delle sue illustrazioni sui muri delle abitazioni del centro storico.

I murales

Anno dopo anno, i murales si sono moltiplicati, superando i 150, creando così uno scenario suggestivo unico al mondo. Passeggiando tra le vie del centro, infatti, è possibile incontrare tutti i personaggi della fiaba di Collodi: Geppetto, il Gatto e la Volpe, il terribile Pescecane, la Fatina Turchina, Mangiafuoco e così via, e insieme si ripercorrono così le avventure di Pinocchio.

Il Museo Attilio Mussino

Ad Attilio Mussino è stato anche dedicato un intero museo, in cui sono esposte: la prima edizione illustrata di Pinocchio del 1911, il libro con le pagine animate del 1942 e 33 tavole illustrate dell’ultima edizione apparsa su Il Giornalino del 1952.

Il Castello

Se oltre alla passeggiata nel borgo, amate anche fare delle vere e proprie camminate, il mio consiglio è quello di visitare la Tourusela, il castello medievale di Vernante, eretto tra il 1275 e il 1280, facilmente raggiungibile attraverso una strada panoramica e dal quale si gode una meravigliosa vista del paese e delle montagne circostanti.
Inoltre, potreste decidere di passare qui qualche giorno per esplorare il Parco delle Alpi Marittime.

Insomma, se per voi la fiaba di Pinocchio racchiude una magia speciale, non potete di certo perdervi una gita in questo magnifico paesino.

Info utili:
Vernante è comodamente raggiungibile in auto. All’entrata del paese, sono disponibili ampi parcheggi e aree di sosta per i camper.
È possibile arrivare a Vernante anche tramite ferrovia internazionale Torino – Cuneo – Ventimiglia – Nizza.

 

Articolo di: E. Mencarelli

 

Redattore

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Nessun commento trovato.
Esegui il login
Ricordami
Hai perso la password?
Password Reset
Esegui il login