“ Innamorati dell’Italia attraverso i racconti dei nostri viaggiatori ”

mercoledì 20 marzo, 2019

Italy

Un ottimo strumento per organizzare il tuo prossimo viaggio
Prenota con noi per migliorare questo servizio senza pubblicità
Scorri o filtra l'articolo dei tuoi desideri
Lasciati trasportare dai racconti dei nostri scrittori
Trova e prenota la camera per vivere l'esperienza che sogni
Prenotazione immediata o assistita

Filtri selezionati:

Articolo

Filtri selezionati:

Agosto e Settembre -10%

Il prezzo
più basso

I migliori
servizi

Scopri come

Villa-margon-orariPosizionata sulle pendici del monte Bondone, pochi chilometri a sud della città di Trento, Villa Margon costituisce una delle più belle residenze nobiliari di tutto l’arco alpino e rappresenta il luogo ideale per brevi e rilassanti passeggiate.

La villa fu edificata durante la prima metà del XVI secolo per iniziativa della famiglia Basso e successivamente divenne proprietà di antiche casate nobiliari della zona, quali i Fugger, i Lodron e i Salvadori, che la utilizzarono prevalentemente come dimora estiva e di villeggiatura.

L’edificio si caratterizza per la presenza di un porticato sormontato da eleganti loggiati  ispirati alle ville veronesi del Rinascimento e, all’interno, per una serie di importanti sale affrescate, rappresentanti la vita dell’imperatore Carlo V, che sembra siano state eseguite proprio in onore dello stesso Carlo V, ospite della villa durante gli anni del Concilio di Trento.

Il fascino del luogo è amplificato dal paesaggio di rara bellezza entro il quale la villa è immersa e che, nel suo alternarsi di boschi, vitigni e soleggiate radure, rilassa il passante inducendolo in uno stato di quiete quasi meditativa. Non di rado la meraviglia si accresce grazie all’incontro silenzioso con caprioli, scoiattoli e leprotti che popolano quest’area poco frequentata dalle persone.

laghetto-villa-margon-orariLa passeggiata suggerita per arrivare a Villa Margon richiede circa un’ora di tempo e si diparte dal centro dell’abitato di Ravina, sobborgo di Trento raggiungibile anche con autobus di linea (12 e 14). Dalla chiesa il percorso prosegue a sinistra per una stradina asfaltata in salita, che si addentra gradualmente in un bosco di faggi e carpini. Superato il paese la strada continua poi con andamento più morbido, regalando in alcuni tratti ampi sguardi panoramici sulla Valle dell’Adige e sull’imbocco della Val Lagarina. Infine, in prossimità della villa, diventa possibile lasciarsi condurre tranquillamente dalle indicazioni presenti ed addentrarsi nella suggestione bucolica di un piccolo gioiello immerso nel capolavoro della natura.

Giornate ed orari di apertura della villa: mercoledì e sabato

da novembre a marzo: 9.00-12.30 e 14.30-16.30
da aprile a ottobre: 9.00-12.30 e 14.30-18.00

Il parco e l’area circostante sono destinati al libero accesso del pubblico secondo l’atto di cessazione (1971) voluto dal barone Teofilo Alessandro Salvadori rispettato dagli attuali proprietari.

Copyright foto articolo: trentino.cultura.it.

A. Forti

Alloggi selezionati per te

Esegui il login
Ricordami
Hai perso la password?
Password Reset
Esegui il login