Idee per il Weekend: i consigli di dooid

 

Thank you!

 

Il fine settimana si avvicina e tu non sai ancora che cosa fare in questi giorni? Ecco per te una lista completa degli eventi in programma in tra venerdì, sabato e domenica in Italia! Ecco i consigli di dooid e tante idee per il weekend! 

Nord Italia

Centro Italia

Sud Italia

 

I nostri itinerari

 

viaggio-in-puglia-itinerario-dooid

weekend-in-famiglia-dooid

tour-puglia-e-matera-dooid

 

Le nostre strutture

last-minute-in-trentino-dooid

pacchetto-vacanza-umbria-dooid

soggiorno-nel-borgo-delle-camelie-dooid

offerta-vacanze-relax-a-catania-dooid

soggiorno-sull'-appennino-tosco-emiliano-dooid

etto-viaggio-sul-mottarone-dooid

offerta-di-soggiorno-a-cortona

offerta-di-soggiorno-in-toscana-dooid

Vuoi essere sempre aggiornato su quanto di più bello c’è in Italia? Sulle sagre, gli eventi e le feste di ogni regione? Puoi farlo iscrivendoti alla nostra newsletter! 

Soggiorno nel borgo delle camelie: arte ed eventi nella Lucchesia

 

Thank you!

 

Hai mai visitato Lucca? Hai mai ammirato la fioritura delle camelie? Ti sei mai vestito da ninja, insieme ai tuoi amici, in occasione dei Lucca Comics? È giunto per te il momento di organizzare un gruppo e partire alla scoperta di queste fantastiche esperienze che non potrai mai scordarti nella vita! Grazie a questo pacchetto di soggiorno nel Borgo delle Camelie, potrai fare questo e molto altro!

pacchetto-borgo-delle-camelie

Condizioni di utilizzo e prezzo 
per il soggiorno nel Borgo delle Camelie 

Fino a 4 persone ( 2 stanze ) € 160,00/notte per il gruppo.

Per ogni persona aggiuntiva € 25,00/notte. L’offerta varia in base al numero delle persone. 
Soggiorno minimo 4 notti. 

Con dooid sconto del 10% sulla tariffa (iva inclusa) per un soggiorno di almeno 7 notti!! 

Metodo di pagamento: tramite bonifico bancario.

Come acquistare: leggi il paragrafo dedicato alla fine della descrizione e compila il form sottostante in tutte le sue parti!!

Policy di cancellazione: gratuita fino a 30 giorni prima dell’arrivo, oltre questo termine verrà trattenuto il 50% del prezzo del soggiorno.

NB: si richiede un deposito cauzionale di € 400,00 per eventuali danni arrecati alla proprietà che verrà rimborsato al momento del check out (previo controllo della casa).

La struttura

Si tratta di una casa costruita intorno al 1784, dove inizialmente vivevano le suore. Verso gli inizi del 900, venne però trasformata in una piccola fattoria. Oggi, questo vecchio edificio è stato finemente restaurato, conservando l’esterno in pietra, pronto ad accogliere i turisti e regalando loro un soggiorno dal sapore dei tempi antichi. La struttura si colloca nel quartiere chiamato “vicinato” forse così denominato perché isolato, ma “vicino” al borgo vero e proprio. Questa zona è la parte più antica del paese e le sue mura potrebbero raccontare tantissime storie.

pacchetto-borgo-delle-camelie

Cosa fare durante il soggiorno nel Borgo delle Camelie

La Lucchesia è una zona toscana molto ricca di arte e cultura, ma anche di tantissimi eventi che richiamano turisti e/o appassionati da tutta italia e non solo.

La città di Lucca costituisce uno dei fiori all’occhiello della Toscana. La cittadina è protetta da delle mura sulle quali si può fare delle piacevoli passeggiate accompagnati dal fruscio degli alberi: da qui si vedono spuntare in mezzo ai tetti delle case, la celebre Torre delle Ore e la Torre del Guinigi. La visita prosegue verso il centro per ammirare il Duomo: Lucca è soprannominata la città delle cento chiese per l’elevato numero di santuari cosparsi all’interno delle mura. 

Girovagando per le vie in pietra della città, circondati da negozi di ogni tipo, capiterà sicuramente di arrivare in Piazza Napoleone, chiamata dai lucchesi Piazza Grande: qui è dove si svolgono la maggior parte degli eventi come ad esempio i Lucca Comics and Games oppure è sede di concerti come quelli del Lucca Summer Festival, dove nel periodo estivo ci sono gruppi e cantanti noti in tutto il mondo. 

Tornando verso il borgo delle camelie, ovvero Pieve e Sant’Andrea di Compito, l’arte e la natura si legano tra di loro.  Attraversando le vie di questi paesi, si possono apprezzare le camelie più spettacolari che crescono nei giardini, affacciandosi dalle mura dei parchi e delle ville storiche. Percorrendo la via principale di Sant’Andrea di Compito, che si snoda attraverso le case in pietra, le piccole strade, i muri in sasso, antichi edifici e alcune ville sei-settecentesche, rimarrai estasiato e deliziato da questo suggestivo paesino toscano.

Mettiti in contatto con noi

Se necessiti di info aggiuntive oppure vorresti personalizzare il pacchetto, compila con i tuoi dati il contact form qui sotto o inviaci una e-mail a booking@rimmontech.it altrimenti contattaci su Facebook

Se sei interessato alla nostra proposta, contattaci per informazioni aggiuntive!
Organizzeremo noi il tuo soggiorno nel Borgo delle Camelie
il soggiorno e tutto ciò che vorrai aggiungere alla tua esperienza di viaggio. 

Codice pacchetto: 201903141658

Offerta vacanze relax a Catania: intervallo di gusto

 

Thank you!

 

Imperdibile offerta vacanze relax a Catania. La città siciliana, si affaccia sul Mar Ionio ed è dominata alle sue spalle dall’Etna, per scoprirne l’arte e le bellezze naturali. Grazie a questa offerta potrai concederti un intervallo dalla vita quotidiana e cedere al peccato di gola, grazie a una gustosissima cena di carne o di pesce. 

offerta-vacanze-relax-a-catania-dooid

Condizioni di utilizzo e prezzo
dell’offerta vacanze relax a Catania

200€ a coppia (menù di carne)

225€ a coppia (menù di pesce)

L’offerta comprende:

  • due notti in doppia Deluxe con colazione
  • degustazione e cena di quattro portate accompagnati da tre calici di vino DOC
  • servizio navetta da aeroporto/porto/stazione.
 

Metodo di pagamento: Acconto 99€, il resto presso la struttura. Si può prenotare in qualsiasi momento, anche last minute previa disponibilità.

Come acquistare: leggi il paragrafo dedicato alla fine della descrizione e compila il form sottostante in tutte le sue parti!! 

Policy di cancellazione:  non verrà rimborsato quanto versato, ma verrà data la possibilità di usufruire dell’offerta ENTRO I SEI MESI SUCCESSIVI.

Periodo di validità: tutto l’anno eccetto ponti e festività. Per soggiorni in questi particolari periodi ci sarà una maggiorazione sul prezzo dell’offerta. 

La struttura

Casa Provenza

Oasi ideale per soggiornare nel cuore barocco di Catania ed usufruire delle comodità delle sue camere personalizzate e completamente rinnovate negli spazi, arredi e colori.

Al quarto piano di un palazzo con ascensore, godrete dalla terrazza coperta, di una vista a 180° sul più bel prospetto del centro città, in zona a traffico limitato serale nei fine settimana.
Ideale per soggiorni di piacere, individuali o di gruppo, o viaggi d’affari, sarai “coccolato” dai gestori e dal personale attento e riservato. Connessione Wifi gratuita, disponibile in tutti gli ambienti interni ed esterni.

A disposizione, una zona lettura con guide ed informazioni stagionali, tour desk, libro-scambio e sala relax, con frigorifero e bevande, bollitore e tisane, tostapane e microonde.

offerta-vacanze-relax-last-minute

Cosa fare nel tuo weekend rilassante

Catania non è solo città d’arte!  Si affaccia su un mare dalle acque cristalline che è tutto da scoprire!
Bellissima è la Riviera dei Ciclopi, caratterizzata dal colore nero delle colate laviche arrivate fino al mare. Altrettanto belle e degne di nota, sono le Grotte di Ulisse per un bagno nelle acque limpide.  Al villaggio di pescatori di Acitrezza, dove per un’ora con il pedalò si visita l’area protetta con i Faraglioni e l’isola Lachea, non si può partire senza assaggiare la migliore granita con brioche della zona all’Eden Bar!

Ovviamente, è d’obbligo ammirare l’Etna, la cui sagoma fa di sfondo a tutta la città.

La cultura in questa città è veramente tanta oltre allo spettacolo che madre natura offre: la Cattedrale di Sant’Agata che domina la Piazza del Duomo, con il Municipio e la fontana dell’elefantino al centro, il Teatro Romano, la via Etnea e molto altro ancora! 

Mettiti in contatto con noi

Se necessiti di info aggiuntive oppure vorresti personalizzare il pacchetto, compila con i tuoi dati il contact form qui sotto o inviaci una e-mail a booking@rimmontech.it altrimenti contattaci su Facebook

Se sei interessato alla nostra proposta, contattaci per informazioni aggiuntive!
Organizzeremo noi la tua offerta vacanze relax a Catania:
il soggiorno e tutto ciò che vorrai aggiungere alla tua esperienza di viaggio. 

Codice pacchetto: 201903081544

Soggiorno sull’appennino tosco-emiliano: fuga nella natura

 

Thank you!

 

Stanco della vita di tutti i giorni? Stressato dalla vita di città e dal lavoro? Vuoi concederti una pausa per rilassarti e svagarti, magari in mezzo alla natura respirando aria fresca e pulita? Allora abbiamo ciò che fa per te! Grazie a questo pacchetto potrai concederti una tregua dalla routine quotidiana dedicandoti ad attività all’aria aperta o semplicemente riposarti grazie a questa fantastica offerta di soggiorno sull’appennino tosco-emiliano!pacchetto-appennino-tosco-emiliano

Condizioni d’utilizzo e prezzo
del pacchetto soggiorno sull’appennino tosco-emiliano

Camera matrimoniale= 90€ a coppia

Nell’offerta è compreso: 

  • colazione
  • Cena ( a scelta: menù pizza o menù a più portate)

L’offerta è valida dal 01 Marzo 2019 al 31 Dicembre 2019 previa disponibilità.

Metodo di pagamento: in loco tramite carta di credito, bancomat o contanti. 
Possibile prenotare in qualsiasi momento previa disponibilità. 

Come acquistare: leggi il paragrafo dedicato alla fine della descrizione e compila il form sottostante in tutte le sue parti!! 

Policy di cancellazione: Gratuita entro 24 ore prima. 

La struttura

Albergo Ristorante La Torretta

In un’importante crocevia tra Bologna e Firenze, vicino a tutti i servizi ma a pochi km dallo splendido scenario del Parco Regionale dei due Laghi Brasimone e Suviana. Soggiorno all’insegna di relaxdivertimento e avventura. Accogliente bar con giardino per ottime colazioni e aperitivi. Ascensore per un comodo accesso alle camere. Ampio parcheggio riservato e ingresso privato diretto all’albergo, per una massima comodità e riservatezza. Ampio parcheggio per moto e biciclette al coperto.

pacchetto-appennino-tosco-emilianoCosa fare sull’appennino tosco-emiliano 

Castiglione dei Pepoli è un paesino di appena cinquemila abitanti. Immerso nel verde, si trova a settecento metri sul livello del mare, nel bel mezzo dell’appennino tosco-emiliano. Le attività da fare all’aria aperta sono innumerevoli.

Le più consigliate sono il trekking sul sentiero “Dalla Lana alla seta” e le gite in bicicletta: è possibile noleggiare bici con pedalata assistita, così da rendere meno faticose e più piacevoli le scampagnate. E per i più avventurosi, le uscite in bicicletta si possono estendere anche nei boschi! 

Per coloro che invece non disdegnano una bella passeggiata, ci sono moltissimi opportunità per ammirare ciò che madre natura ha da offrire: degno di nota sicuramente è il sentiero sui crinali del Lago del Brasimone, che da Febbraio 2019 è diventato centro di ricerca finanziato dall’Unione Europea. Ma non sono certo al di meno il Lago di Santa Maria nè il Lago di Suviana

Oltre a un paesaggio meraviglioso, Castiglione dei Pepoli offre anche molto a livello storico e culturale. Sicuramente da non perdere il Santuario di Boccadirio e il Castello  “Rocchetta Mattei.   

Nel periodo estivo, oltre alle tante attività locali, non si può non cogliere al volo l’occasione di andare alla ricerca di funghi porcini! Una vera prelibatezza del territorio, perché nasce tra Faggio, Quercia e castagno, di cui i boschi sono ricchi. 

Mettiti in contatto con noi

Se necessiti di info aggiuntive oppure vorresti personalizzare il pacchetto, compila con i tuoi dati il contact form qui sotto o inviaci una e-mail a booking@rimmontech.it altrimenti contattaci su Facebook

Se sei interessato alla nostra proposta, contattaci per informazioni aggiuntive!
Organizzeremo noi il tuo soggiorno sull’appennino tosco-emiliano:
il soggiorno e tutto ciò che vorrai aggiungere alla tua esperienza di viaggio

Codice pacchetto: 201902211516

Festival delle Tradizioni Popolari. Anche a Petralia, il Folk come stile di vita!

Thank you!

È proprio così, il Folk non è solamente tradizione ma è uno stile di vita! È come una droga, se entri nel tunnel non riesci più ad uscirne. Non ci provi nemmeno a smettere e se, per una qualche ragione, sei costretto ad allontanartene ne senti la mancanza. Dopo un po’ ti abitui anche a farne a meno ma, non appena in lontananza, da chissà dove, senti il suono acuto e inconfondibile di un organetto che allegramente intona uno scottish oppure ancora il suono più melodioso e suadente di una mazurka francese accompagnato da una chitarra classica che rende il tutto più armonico e coinvolgente, già ti rendi conto che i tuoi piedi non rispondono più al tuo corpo ma alla musica. 

Petralia-sottana-eventi-2017

Petralia Sottana, vista dal Convento dei padri riformati

Il Festival delle Tradizioni Popolari – Ballo Pantomima della Cordella a Petralia Sottana ne è un esempio. Si tratta del XXXV Raduno Mediterraneo del Folklore Internazionale che si tiene ogni anno nel periodo di Agosto in questa splendida località posta all’interno del Parco delle Madonie. Durante la tipica festa del ballo della Cordella si rievocano le antiche tradizioni contadine celebrate come auspicio per un fecondo raccolto e vita matrimoniale agli sposi. La festa si sviluppa in quattro intense giornate che racchiudono eventi e laboratori dalla mattina fino a tarda sera. 
Nella mattina e nel primo pomeriggio si concentrano incontri e workshop, mentre la sera è dedicata ai concerti.
Si passa dalla tradizione popolare siciliana con concerto dei friscalettari e il divertente ballo della contradanza, alla tradizione popolare campana, nello specifico dell’area Sommese, con laboratori di tamburo a cornice e di ballo sul tamburo che rientra nel genere della meglio conosciuta tammurriata, fino ad arrivare alle tradizioni popolari francesi, anche qui con workshop di danze e laboratori di canto e ballo per bambini.

Folklore-petralia-sottana-eventiL’ultimo giorno è quello dove si svolge la festa vera e propria che consiste nella rievocazione del matrimonio tradizionale siciliano, con la cerimonia in chiesa, il corteo nuziale che dal paese sfila fino alla pineta che sormonta tutta Petralia Sottana, per concludersi con la festa con il tipico ballo della Cordella in un tripudio di nastri colorati  intrecciati da dodici coppie di ballerini al ritmo dell’allegro suono dei tamburini.
Durante queste giornate la città cambia aspetto, si anima, trovi persone di tutte le età che riempiono le strade, vedi le facce dei bambini soddisfatti e fieri del vestito tradizionale che indossano, ragazzi che con orgoglio ed entusiasmo partecipano da protagonisti agli eventi del proprio paese. Ci sono sfilate di gruppi folkloristici locali e ospiti internazionali, cucine dal mondo, presentazione di libri ed in fine i concerti. Ma non è la fine! Non basta mai. Si prende una cassa, si collega ad un telefono, si trova una piazza libera, qualche ballerino e si riparte. Forse si inizia in pochi, 6, 8 persone, ma man mano che la musica va avanti, qualche passante si ferma a guardare, sorride nel vedere la dolcezza di una mazurka, si diverte ad osservare l’energia e l’entusiasmo zompettante di una polska o una burrée, si lascia travolgere dalla vivacità e spensieratezza di uno scottish ed è lì che inizia il climax inesorabilmente crescente del ballo popolare.

petralia-folk-festival-2018Ti cattura e ti travolge nel suo vortice.
È uno scambio indispensabile di energie! Ne perdi tante, ti rendi conto di essere stanchissima ma, quelle energie che perdi nel corpo ti vengono tutte restituite nello spirito dal tuo compagno di ballo, dalla gente che ti balla attorno, dalla musica, dalla giovialità del momento, dalla voglia di ballare fino allo sfinimento, di fare amicizia e di volare..vedrai che il corpo non sentirà più la stanchezza.

I nuovi arrivati possono inizialmente essere scettici, imbarazzati perché non conoscono i passi o le persone con cui si balla, è normale, è sempre così, per questo il circolo circassiano allenta la tensione, scioglie il corpo, ti confonde, ti diverte. Sei inesorabilmente coinvolto. Quando la musica parte i ballerini corrono freneticamente in cerca del partner con cui iniziare la danza. Manca un uomo (le donne sono sempre più degli uomini). Cerca tra la folla che guarda un volontario. Non lo trovi. Ne trascini uno contro la sua volontà. Oppone resistenza. Lo rassicuri frettolosamente che i passi sono facili e che li imparerà nel giro di pochi giri, ad ogni cambio partner. Si inizia, è teso ed imbarazzato, tentenna, i passi sono incerti, sbaglia, capisce, si riprende, sorride perché ha capito il passo, lo ripete, ne sbaglia un altro, impreca ma ci riprova, ci riesce, si entusiasma, si diverte, si appassiona. A fine ballo, quando lo ritrovi, scopri un’altra persona, sudata, stanca ma sorridente con la voglia di farne un altro e di imparare nuovi passi

Non c’è età. Tutti ballano con tutti. È pura magia.

Leggi gli altri articoli sulla zona di PalermoHimeraPorticello

foto copyright: www.radunodelfolklorepetralia.it

MANIFESTAZIONE ARTIGIANATO VIVO A CISON DI VALMARINO

Thank you!
Borgo-cison-artigianato-manifestazione-2018-dooid

Cison di Valmarino

Dal 5 al 15 agosto  a Cison di Valmarino in provincia di Treviso, tra Follina e Vittorio Veneto, si tiene una manifestazione di artigianato – ARTIGIANATO VIVO – che dalla sua nascita nel 1980 attrae migliaia di turisti non solo veneti e italiani ma anche stranieri. Si parla di un’affluenza di 400.000 persone nella scorsa edizione.

Il paese di Cison – inserito da 3 anni nel club dei BORGHI PIU’ BELLI D’ITALIA – diventa per 11 giorni un centro d’eccellenza dell’artigianato.                                                           

200 espositori  con i loro stand occupano i vicoli, i giardini, i portici e le piazze, presentano i loro prodotti, fatti rigorosamente a mano secondo la tradizione italiana e mantengono viva l’arte del “saper fare” con le mani, che in quest’epoca di trasformazione tecnologica si va via via perdendo.

In concomitanza con la manifestazione, la Proloco organizza una serie di eventi collaterali quali concerti, spettacoli di animazione, mostre e incontri letterari.

artigianato-vivo-manifestazione-2018-cison-dooid

Castello Brandolini

PARLIAMO DI CISON DI VALMARINO

Come dicevo, l’affluenza turistica è altissima anche perché tutto il territorio merita una vacanza di almeno qualche giorno e la Manifestazione Artigianato Vivo diventa un ‘occasione per esplorare questa zona bellissima.  

Cison di Valmarino si trova nella Valmareno, una vallata dominata dalle fortificazioni del Castello Brandolini, – XII secolo – diventato da anni un hotel di lusso.

I Conti Brandolini, da uomini d’armi che erano in epoca feudale, diventarono successivamente signorotti dediti all’ economia, lasciando un’impronta indelebile in tutto il  borgo.

Il cuore del centro storico è Piazza Roma, dominata da Palazzo Marcello – antica villa veneta dei dogi veneziani Marcello, famosi vincitori della battaglia di Lepanto – e dalla Loggia.

Noterete, camminando per Cison che, quasi tutte le case d’epoca, hanno le imposte rosse o marron: un rosso che qui si chiama “Rosso Brandolini”.

Cison-di-valmarino-artigianato-vivo-2018

Antiche Cantine Brandolini

Un altro esempio di restauro di edifici feudali, è costituito dalle “Antiche Cantine Brandolini”. Il fabbricato appare già, nelle sue linee fondamentali, nelle carte del XV secolo. E’ sempre stato un luogo particolarmente importante per la vita del paese: eretto dalla famiglia Brandolini venne destinato inizialmente a scuderia e poi riadattato alla produzione vinicola e alla conservazione dei prodotti agricoli. Ciò dimostra che lo sviluppo della viticoltura nell’area collinare–pedemontana avvenne in epoca lontana grazie alla forte domanda proveniente da Venezia e da tutto il territorio veneto.

Già nel 1440 la Valmareno si specializzò nella coltivazione della vite…e ancora oggi tutta l’economia della zona è basata sulla produzione di vino, in special modo il Prosecco. 

Nemmeno a dirlo, questa è una zona in cui le degustazioni enogastronomiche sono tra gli interessi preferiti dei turisti. Tra le specialità: lo spiedo

Cison-artigianato-vivo-2018Rolle di Cison di Valmarino

Non si  può andare a visitare Cison di Valmarino, senza passare anche per Rolle, piccolissimo centro circondato dai vigneti di Prosecco. lI poeta Andrea Zanzotto l’ha definito “una cartolina inviata dagli dei”. Il periodo più affascinante per fare un’escursione a Rolle è senz’altro l’autunno quando le colline si infiammano di rosso.

Ma dell’escursione nelle terre del prosecco e di un altro itinerario da non perdere vi parlerò in un successivo articolo.

Copyright foto Borgo più bello d’Italia + Antiche Case Brandolini + Rolle: Carla La Rocca

Copyright foto Palazzo Marcello: villevenetecastelli.com 

Copyright foto Castelbrando dall’alto: hotelcastelbrando.com

Cosa vedere ad Arezzo: un giorno in questa magnifica città toscana

 

Thank you!

 

Arezzo è una città situata nella Toscana sud-orientale. Di origini antichissime, ha dato alla luce molti personaggi famosi, tra cui Giorgio Vasari, Piero della Francesca, Guido Monaco, Francesco Redi e Petrarca. Andiamo a scoprire che cosa vedere ad Arezzo!

Sebbene parte della città medievale sia stata distrutta durante la seconda guerra mondiale, il centro di Arezzo conserva ancora splendidi monumenti, chiese, palazzi e musei.

Piazza Grande (o Piazza Vasari)

Questa piazza è il cuore della città. La piazza ha una forma irregolare ed è punto di incontro di diverse epoche storiche: usata come piazza del mercato in età comunale, diventa poi centro della vita quotidiana in epoca rinascimentale, per poi subire nuovi cambiamenti nel XVI secolo. Proprio in questo periodo venne costruito il Palazzo delle Logge che si affaccia su Piazza Grande. L’importanza di tale palazzo risale a chi ha ideato il progetto: Giorgio Vasari. Un edificio fine, essenziale e molto raffinato. 

Davanti al palazzo vasariano troviamo molti altri edifici risalenti a diverse antiche epoche. Come ad esempio la Torre Faggiolana, il Palazzo Cofani- Brizzolari e la casa dei Lappoli.

Presente in piazza anche una nota in stile gotico: stiamo parlando del palazzo della Confraternita dei Laici che oggi accoglie la Procura ed è sede del Tribunale. 

Se visiti Arezzo durante il periodo natalizio, non perdere i mercatini di Natale di Piazza Grande, il più grande evento natalizio nel centro Italia. È un mix perfetto di eventi per vivere appieno la magia del Natale.

cosa-vedere-ad-arezzo-dooid

La Basilica di San Francesco

La Basilica di San Francesco è forse la chiesa più famosa della città. All’interno, troverai gli affreschi della Leggenda della Vera Croce di Piero della Francesca, un capolavoro rinascimentale di inestimabile valore. 

La chiesa stessa è comunque di una bellezza unica ed molto amata sia dai turisti che dai locali.  Caratterizzata da semplicità e linee essenziali, la Basilica di San Francesco racchiude un inestimabile patrimonio artistico, come i già citati affreschi di Piero della Francesca nella stupenda Cappella Bacci. Tale cappella fu commissionata dall’omonima famiglia nel 1447. 

Fortezza Medicea

L’antica Fortezza si trova sul Colle di San Donato a circa 300m di altezza. Quando fu costruita, il suo scopo era quello di base militare e quindi di protezione all’interno della massiccia muraglia. Voluta da Cosimo de Medici, fu distrutta durante l’800 dai francesi. Dopo molti interventi di restauro, la Fortezza Medicea ad Arezzo è tornata ad essere motivo di gran vanto per gli abitanti. 

Oggi, l’esterno della cittadella è stato adibito a parco pubblico, chiamato il Parco del Prato. 

La casa del Petrarca e la casa di Vasari 

Proprio sotto il Parco del Prato, troviamo la casa del celeberrimo poeta del Decamerone: Francesco Petrarca. Oggi, la casa natale del maestro trecentesco, ospita la Casa- Museo e l’Accademia Petrarca di Lettere, Arti e Scienze. Inoltre, qui troviamo anche una fornitissima biblioteca. 

Ad Arezzo troviamo anche la casa di Vasari. Le stanze di questo edificio sono tutte affrescate dall’artista. A discapito del tempo passato, l’edificio si conserva intatto nei suoi ambienti principali.

Anfiteatro Romano

Arezzo riporta fino a noi oggi anche testimonianze romane, grazie al suo Anfiteatro. Collocato nella parte sud della cittadina, oggi oltre ad essere un importante monumento ospita anche il Museo Archeologico. La collezione custodita nel museo risale a scavi tra l’800 e il 900: il piano terra è dedicato all’epoca etrusca e romana, mentre al primo piano troviamo sezioni speciali e raccolte di noti personaggi aretini. 

Importanti riferimenti artistici

Come abbiamo già detto più volte, Arezzo è una città con un patrimonio artistico quasi sconfinato. Basti pensare alle numerosissime presenze di nomi noti che hanno passeggiato per queste strade o che sono intervenuti con le loro opere. Altri esempi? Nella Basilica di San Domenico si conserva la croce di Cimabue. Oppure si pensi alle torri medievali del Loggiato Vasariano. Insomma, l’arte e la cultura in questa città certamente non mancano! 

cosa-vedere-ad-arezzo-dooid

Cosa mangiare ad Arezzo

Molti non sanno che Arezzo è famosa per la sua ottima carne di chianina, una razza bovina tipica della Valdichiana. Spesso abbinata anche ad una salsa di acciughe tipica del Valdarno. Famosa anche per i crostini neri, fatti con carne macinata e fegati di pollo oppure per i fegatelli. La cultura culinaria aretina è caratterizzata, come quella toscana in generale, da piatti semplici e genuini classici di una cucina povera.

cosa-mangiare-ad-arezzo-dooid

Mercatini di Natale a Perugia: l’atmosfera della Rocca Paolina

 

Thank you!

 

È arrivato il momento di vestirsi a festa per celebrare il magnifico periodo del Natale. Ecco i mercatini di Natale a Perugia!

Cos’ha di diverso il mercatino di Perugia rispetto a tutti gli altri mercatini in Italia? Semplice: è un mercatino sotterraneo! Da oltre vent’anni, infatti, gli stand vengono accolti nella Rocca Paolina, una fortezza risalente al 1500.

Il Mercatino di Natale alla Rocca ospita espositori selezionati da tutta Italia con i loro prodotti artigianali di qualità, con creazioni frutto dell’ingegno, della sperimentazione e del riciclo. Il labirinto delle antiche vie medievali guidano i visitatori alla scoperta di aromi, sapori, colori e produzioni gastronomiche che rendono questo evento unico nel suo genere.

natale-rocca-perugia-dooid

Inoltre la Rocca ospita anche numerosi laboratori per i bambini nella Sala Cannoniera. Qui i piccoli potranno cimentarsi nella realizzazione di presepi, addobbi natalizi, giocattoli e tanto altro, e potranno alla fine decidere se portare a casa il proprio lavoro o donarlo alla Grande Fabbrica per abbellirla in vista del Natale.

I bambini avranno inoltre l’occasione di incontrare Babbo Natale, che sarà lieto di incontrare e parlare con i bambini e lasciargli una foto ricordo.

Il Natale a Perugia non si svolge solo sottoterra, ma anche e soprattutto alla luce del sole! Vieni a scoprire la magia che offre questa splendida città!

Il-natale-alla-rocca-di-perugia

Altre info

Per rimanere aggiornati su Natale alla Rocca visita la loro pagina Facebook

Orari: 

Mercatini alla Rocca e Locanda alla Rocca: 

Dal 7 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020

    • tutti i giorni dalle 10 alle 20

 

  • Con la macchina: parcheggi a pagamento con tariffe orarie e giornaliere. Il parcheggio del Mercato Coperto è il più comodo, poiché all’interno del centro storico, ma una che uno dei più cari. Le alternative sono il parcheggio di Piazza Partigiani o quello in Viale Pellini, subito fuori le mura del centro e con tariffe più abbordabili.
  • Con il Minimetrò: sicuramente il mezzo più economico. Lasciate la macchina nel parcheggio libero della stazione del Minimetrò di Pian di Massiano. Con 1,50€ di biglietto, il Minimetrò vi porterà direttamente nel centro storico, e durante il viaggio potrete godere di una vista meravigliosa.

Dove mangiare

Il centro storico è pieno di ristoranti, bar, pizzerie e locali dove fermarsi per i pasti. Per qualcosa di suggestivo vi consigliamo di fermarvi alla Locanda della Rocca, nella Sala del Caminetto della Rocca Paolina che soddisferà ogni vostro desiderio in una location eccezionale: dalla colazione, al brunch, dal tè alla cioccolata calda, dal pranzo all’aperitivo.

Dove alloggiare

Hotel-Europa-cosa-vedere-a-perugia-dooid

Copyright foto: www.ailecci.it (1); atmosferedinatale.comune.perugia.it (2;4;5); www.perugiatoday.it (3); www.umbria24.it (6;7)

Cosa vedere a Bolzano: itinerario in una delle più affascinati città italiane

Thank you!

 

La città italiana di Bolzano è una destinazione fantastica in qualsiasi momento dell’anno. È, però, particolarmente magica durante i mesi invernali. Non sorprende affatto che sia stata votata come la città con la più alta qualità di vita in Italia nel 2014. Si trova alle porte delle Dolomiti, che fanno parte delle Alpi calcaree meridionali nell’Italia nord-orientale. Andiamo a scoprire cosa vedere a Bolzano!

“L’uomo di ghiaccio”

Cominciamo il nostro itinerario con le cose curiose. Bolzano ospita “Otzi the Ice Man”, l’uomo di 5.300 anni che è stato conservato nel ghiaccio e trovato dagli escursionisti nel 1991. Il Museo Archeologico dell’Alto Adige, un museo premier estremamente ben fatto, è stato aperto a Bolzano in 1998 per ospitare l’Uomo di ghiaccio e la sua interessantissima storia. Pieno di manufatti genuini che ricostruiscono la vita di Otzi e l’età del rame, è un must per i visitatori di tutte le età.

Chiese di Bolzano

Una delle attrazioni principali di Bolzano è la Cattedrale. Il suo tetto verde e giallo con la guglia lo distinguono dagli altri. Risalente al periodo paleocristiano, mostra testimonianze di architettura gotica e romanica. È una vera passeggiata nella storia mentre ammiri la statua di Maria sull’altare (risalente al 1200), gli affreschi di Pacher (1475), la guglia in arenaria aggiunta all’inizio del 1500 e la Cappella barocca delle Grazie, aggiunta nel 1745. Gli orari per visitare la Cattedrale sono: dalle 10 alle 17 dal lunedì al sabato e le messe la domenica.

Altre due chiese importanti da vedere sono: la chiesa domenicana e la chiesa con il convento francescani. I domenicani si insediarono nell’area alla fine del 1200 e il clou della loro chiesa è di gran lunga la Cappella di San Giovanni, che ospita il più bel ciclo di affreschi della scuola di Giotto in tutta la provincia. Un altro ciclo di affreschi della Scuola di Giotto è visibile nella chiesa francescana. Presente anche un altare ligneo intagliato a mano risalente al 1500.

cosa-vedere-a-bolzano-dooid

Castello di Runkelstein

Se si hai abbastanza tempo, un altro posto favoloso da visitare è il Castello di Runkelstein (Castel Roncolo in italiano). Conosciuto come il “castello illustrato”, i suoi magnifici affreschi rivelano la vita quotidiana dei nobili e raffigurano persino re Artù e la sua tavola rotonda. Tempo permettendo, è possibile raggiungere il castello camminando o andando in bicicletta lungo il fiume Talvera. È disponibile anche una navetta gratuita in partenza da Piazza Walther e anche i mezzi pubblici. Controlla il sito ufficiale per gli orari e gli orari delle navette in quanto sono stagionali.

Cosa vedere a Bolzano

Che tu la visiti durante il periodo natalizio, quando la piazza è piena di bancarelle in legno per il suo Christkindlmarkt (mercatino di Natale) o meno, sarà impossibile perdere Piazza Walther. Completata nel 1808 su ordine di re Massimiliano di Baviera, fu chiamata Piazza Walther dal 1901, prendendo il nome del poeta tedesco Walther von der Vogelweide.

Un’altra bellissima piazza è la Piazza delle Erbe, dove si tiene il mercato di prodotti freschi ogni giorno della settimana. Qui si trova anche la meravigliosa fontana di Nettuno a cui è stato assegnato il titolo di uno dei più belli di tutta Italia.

Trascorri un po ‘di tempo girovagando per le caratteristiche strade che hanno mantenuto il loro aspetto originale. Come Via Streiter e Via Bottai. Intanto noterai immediatamente l’unicità della cultura di Bolzano rispetto ad altre parti d’Italia. È un vero mix tra germanico e italiano. In realtà sono tre le lingue parlate dalla gente del posto: tedesco, italiano e ladino.

cosa-vedere-a-bolzano-dooid

Se hai tempo

Assicurati di prendere la funivia dal centro città fino al villaggio turistico di Oberbozen (Alta Bolzano). È un giro di 12 minuti e le viste sono spettacolari. Dopo aver girovagato nella piccola Oberbozen, puoi continuare su un altro treno per altri 16 minuti attraverso l’altopiano di Klobenstein.

Se per te non è abbastanza e vuoi sapere altro su cosa vedere a Bolzano, leggi anche il nostro itinerario alternativo. Se hai diversi giorni giorni a disposizione potrai vivere un lato completamente diverso della città.

Cosa mangiare a Bolzano

La sua cucina è anche un’interessante combinazione di tradizioni sia germaniche che mediterranee e comprende specialità come Knödel (gnocchi di pane), Gröstl (piatto di agnello con cipolle e patate), speck (un prosciutto leggermente stagionato), pane di segale scuro, salatini e delizioso dessert come lo strudel di mele e le ciambelle al krapfen.

cosa-mangiare-a-bolzano-dooid

 

Mercatini di Natale a Palazzuolo sul Senio

 

Thank you!

 

Dicembre è il mese ideale per assaporare l’atmosfera natalizia. In questo piccolo borgo nell’Appennino Fiorentino, potrai  viverla attraverso la rassegna dei “Mille presepi” e i Mercatini di Natale a Palazzuolo sul Senio

I mercatini di Natale a Palazzuolo sul Senio

I mercatini hanno inizio dalla prima domenica del mese e saranno poi presenti per le vie del borgo nelle due domeniche successive. L’intero paese si trasformerà in un magico borgo di Natale che affascinerà e ammalierà tutti i suoi visitatori con i suoi colori, luci, musica e allegria. 

I mercatini saranno presenti fin dalla mattina, con l’apertura delle bancarelle e dei deliziosi stand gastronomici con i prodotti tipici locali. Tra queste, non mancheranno assolutamente vin brulè e caldarroste a scaldare le fredde giornate invernali e per rallegrare gli animi ancora di più. 

Il fulcro di tutto l’evento è ovviamente la piazza principale del borgo: Piazza IV Novembre. Addobbata a festa e pronta ad offrire tante idee regalo, decorazioni e squisite pietanze tipiche, oltre a musica, spettacoli e tanto intrattenimento per grandi e piccini. 

mercatini-di-natale-a-palazzuolo-sul-senio-dooid

Altre info

  • Apertura dei mercatini: domenica 1, 8 e 15 dicembre
  • Orari di apertura: dalle 10 alle 20
  • Il miglior modo per raggiungere i mercatini di Natale a Palazzuolo sul Senio è in macchina, ma si può optare anche per i mezzi pubblici. 
  • Per maggiori informazioni, consultare il sito ufficiale della Pro Loco

Dove alloggiare

B&B-palazzuolo-sul-senio-ca-di-scheta-dooid

Cosa vedere a Napoli: itinerario di un giorno

 

Thank you!

 

Siehe Napel und stirb! (Vedi Napoli e poi muori!)
Johann Wolfgang von Goethe

L’ormai celeberrima frase del poeta tedesco esprime alla perfezione tutto ciò che è veramente questa città: un luogo meraviglioso da vedere almeno una volta nella vita che vi lascerà senza fiato. Andiamo a scoprire che cosa vedere a Napoli!

Piazza del Plebiscito

Una delle tappe obbligatorie, e perciò prima nella lista di cosa vedere a Napoli, è Piazza del Plebiscito. Da anni punto di ritrovo per i napoletani, questa piazza accoglie turisti, visitatori e appassionati di concerti. Sul perimetro di questa magnifica piazza, si affacciano alcuni dei più importanti edifici del capoluogo campano: la chiesa di San Francesco di Paola e il Palazzo Reale.

L’inizio della costruzione di questa chiesa risale al 1809, ma verrà ultimata soltanto 30 anni dopo. È caratterizzata da un grande colonnato abbellito nel corso degli anni che dona una bellezza unica alla chiesa e alla piazza stessa. In stile ionico, questo edificio religioso è uno dei simboli di Napoli. L’interno della chiesa segue lo stile della facciata ed è arricchito da numerose opere risalenti al 1800. 

Palazzo Reale, invece, fu realizzato nel 1602 ca. per l’imminente arrivo del Re Filippo III, che però non è mai arrivato. Oggi è uno dei must per chi visita questa città. Tantissime bellezze da vedere presso Palazzo Reale: dall’appartamento reale alla Cappella Reale per poi passeggiare tra i fantastici giardini e ammirare il Teatrino di Corte. Il patrimonio artistico custodito tra queste mura è davvero immenso. 

cosa-vedere-a-napoli-piazza-del-plebiscito-dooid

Museo Cappella Sansevero

In tutto il mondo si parla del Cristo Velato: una scultura a opera di Giuseppe Sanmartino, che rappresenta il Cristo deposto coperto da un velo. Tale opera è ospitata nel Museo Cappella Sansevero, dove sono custodite tantissime altre realizzazioni artistiche del passato di un valore unico ed inimitabile. Un alone di mistero avvolge questo Museo grazie alla presenza di simboli esoterici e religiosi. Infatti, è una delle caratteristiche che più affascina.

Duomo di Napoli e San Gennaro

Come tutti sappiamo, Napoli è devotissima al suo Patrono: San Gennaro. Ogni anno si celebra la liquefazione del sangue del Santo con una grande festa (leggi di più sulla Festa di San Gennaro). Le reliquie del Santo sono custodite nel magnifico Duomo di Napoli, un elegante edificio ricchissimo di arte e dipinti. 

Complesso Monumentale di Santa Chiara

Si tratta di un importantissimo edificio religioso dedicato all’omonima Santa. La Basilica, di carattere gotico, è composta da quattro chiostri monumentali ed è circondata da 66 pilastri alternati da archi. Gli interni sono arricchiti da numerosi affreschi risalenti al 1700 che rappresentano per lo più scene del Vecchio Testamento. Inoltre, qui si trova un Museo che conserva alcuni tesori scampati al bombardamento della Seconda Guerra Mondiale. 

Napoli Sotterranea e la Galleria Borbonica

Napoli è letteralmente una città profonda, così tanto da avere anche una versione sotterranea. Scavata nel tufo per costruire la città di sopra, scopriamo un mondo fatto di anfratti, frotte e cunicoli sotterranei. Napoli Sotterranea è stata impiegata per diversi utilizzi nel corso della storia: è stata fonte di acqua, rifugio durante la guerra, discarica e anche rifugio per i delinquenti. Grazie ai recuperi e ai restauri, oggi il percorso sotterraneo è visitabile dai turisti.

Il percorso più famoso in assoluto è la Galleria Borbonica. Si tratta di un percorso militare che doveva consentire la fuga da Palazzo Reale verso il mare in caso di assedio. Purtroppo questo incredibile progetto non è mai stato portato a termine a causa di imprevisti con gli scavi. 

cosa-vedere-a-napoli-napoli-sotterranea-dooid

Spaccanapoli

La vera vita napoletana si trova proprio qui, nel quartiere chiamato Spaccanapoli. Il nome deriva dal fatto che la strada taglia effettivamente a metà dai Quartieri Spagnoli a Forcella. In questa zona di Napoli si trovano edifici e palazzi molto antichi. Tantissime le opere e i monumenti storici oltre ad essere il vero cuore pulsante della città. Per le vie del quartiere riecheggeranno i profumi tipici di questa terra, accompagnati dal calore e dalla vivacità degli abitanti. 

La lista di cosa vedere a Napoli sarebbe veramente lunga. Ogni angolo di questa città racchiude qualcosa di unico. Vi proponiamo anche un itinerario alternativo di questa città, con luoghi meno conosciuti e meno turistici, ma pur sempre di inestimabile bellezza. 

Cosa mangiare a Napoli

Durante la visita a Napoli non si può assolutamente rinunciare a mangiare una bella pizza come la tradizione napoletana vuole! Magari con la mozzarella di bufala, tipica della zona. La cucina napoletana è caratterizzata da sapori semplici, classici della vita popolare e di mercato. Si potrebbe fare una lista infinita dei piatti tipici della cucina locale, ma rammentiamo solo i più famosi: babà, sfogliatella, pastiera, zeppole di San Giuseppe, casatiello e molto altro ancora. 

cosa-mangiare-a-napoli-pizza-napoletana-dooid

 

Offerta di Capodanno in Val di Non: soggiorno con colazione e cenone

Thank you!

 

Ti piacerebbe passare il tuo Capodanno in montagna? Grazie a questa offerta di Capodanno in Val di Non puoi!

offerta-di-capodanno-in-val-di-non-dooidCondizioni di utilizzo e prezzo del pacchetto
offerta di Capodanno in Val di Non

30€
a testa a notte

+ 40€ per cenone di San Silvestro
Soggiorno minimo 2 notti.

Nel prezzo dell’offerta è compreso:

COLAZIONE, GUEST CARD TRENTINO GRATUITA E CENONE CON INTRATTENIMENTO

Metodo di pagamento: Acconto del 30% al momento della prenotazione, il resto presso la struttura alla partenza. Possibile prenotare fino a una settimana prima del check-in previa disponibilità.

Come acquistare: leggi il paragrafo dedicato alla fine della descrizione e compila il form sottostante in tutte le sue parti!!

Policy di cancellazione: gratis fino a una settimana dal check-in. Oltre questo termine, non viene restituito l’acconto pagato.

Prenotare almeno una settimana prima.

La struttura

Agritur Pisani

La struttura, di recente ristrutturazione, gode di ampi spazi rinnovati e curati. È perfetta sia per le famiglie che per le coppie che desiderano rilassarsi all’interno di un ambiente rustico che ricorda la vita agricola di un tempo.

L’agriturismo ha a disposizione, inoltre, due camere doppie e tre servizi pensati appositamente per le esigenze di persone portatrici di handicap.

Verrà offerta gratuitamente la Trentino Guest Card che permetterà di entrare in più di 60 musei, 20 castelli e 40 attrazioni, utilizzare senza alcuna spesa i mezzi pubblici e sfruttare servizi esclusivi come visite guidate, degustazioni e molto altro.

La Card verrà consegnata in forma cartacea una volta arrivato in hotel o verrà spedita via mail.

Cosa fare in Val di Non

In questo periodo ci sono molti mercatini di Natale facilmente raggiungibili soggiornando presso questa struttura: Ossana, Trento, Rango, Merano, Bolzano e tanti altri.

A valle si trovano invece delle piste da sci per coloro che si vogliono approcciare per la prima volta allo sport dello sci. Con questo pacchetto, gli ospiti avranno la possibilità di avere lezioni e ski pass gratuiti presso questi capi scuola.

E poi ancora: passeggiate e ciaspolate, sia in notturna che in diurna, accompagnate da eventi culturali e tradizionali del posto.

La Val di Non è famosa per le mele di alta quota. Offre al visitatore un paesaggio spettacolare con boschi, prati, laghi, villaggi e vette.

Mettiti in contatto con noi

Se necessiti di info aggiuntive oppure vorresti personalizzare il pacchetto, compila con i tuoi dati il contact form qui sotto o inviaci una e-mail a booking@rimmontech.it altrimenti contattaci su Facebook.

Se sei interessato alla nostra proposta, contattaci per informazioni aggiuntive!
Organizzeremo noi e personalizzeremo
l’offerta di Capodanno in Val di Non:
il soggiorno e tutto ciò che vorrai aggiungere alla tua esperienza di viaggio.

Codice pacchetto: 201911181034

Pacchetto di Natale in Toscana: soggiorno con colazione e ViviSenioCard

 

Thank you!

 

A chi non ha avuto il piacere di conoscere la parte della Toscana al confine con la Romagna e il delizioso borgo di Palazzuolo sul Senio, offriamo questa fantastica opportunità di scoprire questi luoghi nel periodo più magico dell’anno, grazie a questo pacchetto di Natale in Toscana!

offerta-di-natale-in-toscana-dooidCondizioni di utilizzo
del pacchetto di Natale in Toscana

Soluzione 1

25€
a notte a persona
camera matrimoniale

2 Notti per 2 persone + Colazione a buffet + bottiglia di vino + frutta e tisane + ViviSenioCard + sconto del 15% x ingresso alla SPA Termale (non in loco).

Soluzione 2

30€
a notte a persona

appartamento con angolo cottura

2 Notti per 2 persone + Colazione a buffet + bottiglia di vino + frutta e tisane + ViviSenioCard + sconto del 15% x ingresso alla SPA Termale (non in loco).

Entrambe le soluzioni comprendono:

  • Prima colazione a buffet con prodotti locali e di territorio
  • Ospitalità in camera matrimoniale o appartamento con cucina completamente attrezzata
  • 1 Bottiglia di vino
  • Thè e tisane a disposizione del cliente in camera
  • Sconto del 15% in ingresso presso la S.P.A Termale di Riolo Terme (serve portare il costume da bagno)
  • In regalo “VIVI SENIO CARD”
  • Sala soggiorno
  • TV
  • Uso gratuito delle bacchette da Nordic Walking
  • Internet illimitato
  • frutta fresca a disposizione
  • Gratis i bambini fino a 3 anni
  • Sconto del 10% su terzo letto per ragazzi fra i 6 anni e 12 anni
  • Servizi igienici provvisti di phon, saponi, biancheria e ciabatte

 

Metodo di pagamento: Bancomat, carta, assegno, bonifico b., vaglia postale, postepay, PayPal.

Come acquistare: leggi il paragrafo dedicato alla fine della descrizione e compila il form sottostante in tutte le sue parti!!

Policy di cancellazione: La cancellazione può avvenire a titolo gratuito fino a 14 giorni prima della data di arrivo. Dopo di che sarà trattenuto il 50% dell’ importo versato.

La struttura

B&B Ca’ Scheta

Immerso nelle colline del Mugello, il delizioso B&B si trova in un contesto tranquillo e rilassante. Perfetto per gli amanti della natura e delle attività all’aria aperta.

La struttura è una casa colonica ristrutturata a Palazzuolo sul Senio. Oltre ad essere un affascinante borgo medievale, Palazzuolo è anche un punto strategico per poter visitare tante famose città d’arte come Firenze, Ravenna o Bologna.

Cosa fare grazie al pacchetto di Natale in Toscana

Vivere il calore del Natale a Palazzuolo sul Senio è un’esperienza che tutti dovrebbero provare. Scoprire un piccolo Borgo Medievale nell’Appennino Fiorentino in clima Natalizio. Scoprire il fascino delle giornate invernali nella montagna dell’Appennino Tosco-Romagnolo, percorrere le vie del paese alla ricerca del “1000 Presepi per Palazzuolo” e partecipare per un giorno ai “Mercatini di Natale”. Un modo sano e spensierato per conoscere le tradizioni della montagna, assaporare i suoi piatti di tradizione, rilassarsi al caldo di un grande camino e staccare la spina. Questo periodo dell’anno è ideale per trascorrere alcuni giorni di vacanza in relax, passeggiare su sentieri di trekking o montare a cavallo di una Montain-Bike. Palazzuolo sul Senio è un ottimo luogo dove gustare una cucina di tradizione e riscoprire le vecchie ricette toscane e romagnole. Dicembre è il mese ideale per assaporare l’atmosfera del Natale con tutta la sua magia!

Mettiti in contatto con noi

Se necessiti di info aggiuntive, prenotare oppure vorresti personalizzare il pacchetto, compila con i tuoi dati il contact form qui sotto o inviaci una e-mail a booking@rimmontech.it altrimenti contattaci su Facebook.

Codice pacchetto: 201911181005

Fiera del libro a Roma 2019: Più Libri più liberi

 

Thank you!

 

A La Nuvola a Roma si terrà la XVIII edizione di Più Libri, Più liberi, la Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria, dal 4 al 8 dicembre 2019.

Sarà possibile sfogliare libri, conoscere nuovi mondi nati dall’immaginazione di tanti autori e leggere storie coinvolgenti, passeggiando tra i 350 stand previsti.

piu-libri-piu-liberi-roma-2019

Cosa aspettarsi

Nel programma di Più Libri, più liberi si annoverano almeno 600 incontri con gli editori e non solo. Saranno infatti presenti autori italiani e internazionali, oltre che fotografi, giornalisti, poeti e illustratori; si potrà assistere a performance musicali e ascoltare dibattiti sulle tematiche che coinvolgono il settore editoriale.

L’iniziativa Più Libri, più liberi , promossa e organizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE) con il sostegno del Mibact (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo), dell’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e con la collaborazione della Siae, di Atac e delle Biblioteche di Roma, si svolgerà all’interno del prestigioso spazio della Nuvola, nato dal genio dei due architetti Massimiliano e Doriana Fuksas.

Si tratta di un immenso auditorium costruito in ciliegio americano, con 8000 posti disponibili e capace di accogliere 1800 persone. Si assisterà quindi a un vero e proprio ampliamento rispetto alle precedenti edizioni che si sono svolte nella pur magnifica sede del Palazzo dei Congressi, ancora nel quartiere Eur.

nuvola-fuksas-più-libri-più-liberi

Ai più giovani, Più Libri, più liberi  dedica un apposito spazio espositivo – lo Spazio Ragazzi  – dove bambini e ragazzi, suddivisi per fasce di età, potranno assistere a incontri, letture e laboratori, concludendo con una passeggiata tra gli stand delle case editrici. Per gli insegnanti sarà possibile seguire incontri che varranno come aggiornamenti professionali.

Sugli store Apple e Android è disponibile, inoltre, l’App ufficiale della Fiera, che consente di “trasformare” il proprio cellulare o tablet in una guida all’interno dell’evento, consultando il catalogo, il programma e cercando gli stand delle varie case editrici. L’App potrà fornire informazioni anche su come arrivare alla Nuvola e sulle modalità di accesso alla manifestazione.

Quella di Più Libri, più liberi si prospetta certamente come un’ottima opportunità culturale per la città di Roma, a cui assistere e partecipare. Svolgendosi poi in un’atmosfera ormai pre-natalizia, sarà una buona occasione per scoprire nuovi autori e, perché no, regalare proprio le loro opere. In fondo, un libro è sempre un dono graditissimo.

Gli ingressi principali sono collocati su Viale Asia e Viale Europa.

INFORMAZIONI UTILI

Data di svolgimento: 4 al 8 dicembre 2019

Orario di svolgimento: dalle 10:00 alle 20:00

Per ogni aggiornamento e ulteriori informazioni, si rimanda al sito ufficiale dell’iniziativa.

Copyright foto: www.illibraio.it; www.repubblica.it

Re Panettone: le due tappe della fiera del dolce tipico natalizio

 

Thank you!

 

Più ci avviciniamo al Natale e più sono le fiere in onore di uno delle sue tipiche prelibatezze: il panettone. Ben due le tappe di una delle più famose fiere dedicate al dolce milanese. Andiamo a scoprire tutto sulla festa Re Panettone!

re-panettone-dooid

©facebook.com/repanettone/

Che cosa è “Re Panettone”

Come ormai ogni anno dal 2008, data della prima edizione della manifestazione, torna Re Panettone.

Le caratteristiche che distinguono questa fiera dalle altre è il requisito di usare prodotti naturali, freschi e genuini, elementi alla base di una vera e ottima produzione artigianale.

Dal 2017, inoltre, è stato introdotto il marchio ufficiale Certificazione Re Panettone®. Esso garantisce ai consumatori la qualità, l’artigianalità e l’assenza di additivi del prodotto.

Dove e quando

Napoli– 5° edizione
23- 24 novembre 2019
Grand Hotel Parker’s

Milano– 12°edizione
30 novembre- 1 dicembre
MIND Milano Innovation District

re-panettone-dooid

Altre info utili

Napoli

  • Orari di apertura:

Sabato 23 Novembre dalle ore 11:00 alle 21:00
Domenica 24 Novembre dalle ore 11:00 alle 19:00

  • Facilmente raggiungibile sia con mezzi pubblici che con mezzi propri

Milano

  • Orari di apertura:

Sabato 30 Novembre dalle ore 10:00 alle 20:00
Domenica 1 Dicembre dalle ore 10:00 alle 19:00

  • Facilmente raggiungibile sia con mezzi pubblici che con mezzi propri

Per le informazioni complete su i due eventi consulta il sito ufficiale!

I Mercatini di Natale di Arezzo e il Villaggio Tirolese

 

Thank you!

 

Dal 16 novembre al 26 dicembre torna, come ogni anno, l’evento natalizio più grande del centro Italia: i Mercatini di Natale di Arezzo, che animeranno la Piazza Grande della città.

mercatini-tirolese-natale-arezzo

©facebook.com/mercatinidinatalearezzo/

L’inaugurazione sarà il 16 novembre ed anche quest’anno ritornerà il Villaggio Lego con più di 400 mq. di esposizioni, mostre e laboratori per i piccoli e i grandi. 

Il fulcro della manifestazione sarà il Villaggio tirolese, in tutte le sue parti.

A partire dal Grande Mercatino dove si potranno trovare addobbi e oggettistica natalizia, carillon, peluche, candele, tazze e teiere austriache, oltre a banchi gastronomici dove si potranno degustare e acquistare prodotti tipici tirolesi, come salumi, formaggi, dolci e l’immancabile Vin brulè. Insomma ce n’è per tutti i gusti!

A grande richiesta tornerà anche la Baita tirolese che ospiterà uno spazio adibito alla ristorazione. Qui verranno serviti piatti tipici toscani e tirolesi e sarà possibile rilassarsi gustandosi una birra, al coperto o seduti in terrazza, proprio come in montagna.

Un luogo magico per i bambini è sicuramente la Casa di Babbo Natale, situata all’interno del Palazzo di Fraternità, tra la Piazza Grande e la Pieve. Qui troverai il Babbo Natale più illuminato d’Italia con oltre 100 mila luci LED!
I bambini potranno visitare tutte le stanze e partecipare alle attività e ai laboratori organizzati dagli aiutanti di Santa Claus.
Naturalmente sarà anche possibile incontrare Babbo Natale in persona, che sarà infatti sempre presente con la sua cassetta della posta pronto a ricevere tutte le letterine.

arezzo-mercatino-natale-tirolesi

©facebook.com/mercatinidinatalearezzo/

Eventi Speciali

Domenica 17 novembre alle ore 15.00 si terrà lo Spettacolo Disney, dove sarà possibile incontrare oltre 100 personaggi delle fiabe più famose. Le mascotte realizzeranno balli, canzoni e coreografie natalizie per divertire e animare la piazza. 

Immergiti nelle proiezioni luminose di piazza Grande! Vivi le grandi emozioni di Big Light Show. Dal 16 novembre al via lo spettacolo di luci. La magia del Natale, le luci, il fascino di piazza Grande. Un evento unico da non perdere! Tutti i giorni dal giovedì alla domenica dalle 17 alle 23 – Ingresso libero

Domenica 24 novembre sarà invece il turno della Notte dei Colori: a partire dalle ore 15.oo, oltre 2000 palloncini si alzeranno in volo da Piazza Grande. Uno spettacolo che creerà senz’altro un’atmosfera emozionante. gratuito

Sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre ci sarà la grande Fiera del Gioiello! Torna l’appuntamento con la mostra-mercato dei preziosi nel Chiostro della Biblioteca Città Di Arezzo. Pezzi unici, diamanti, orologi, oggetti vintage e gioielli per un regalo di Natale unico!

 

Si consiglia di consultare il sito ufficiale per il programma dettagliato oppure la pagina Facebook per aggiornamenti e cambiamenti di programma in base al meteo. 

Info utili

Orari di apertura (consulta il sito ufficiale per aperture straordinarie e festivi)

Giovedì 14:00 – 20:00
Venerdì 10:00 – 21:00
Sabato 10:00 – 23:00
Domenica 10:00 – 21:00

 

Leggi anche il Mercatino di Natale a Bolzano!