Offerta vacanze Sicilia 2019: arte e barca a vela

Thank you!

 

La Sicilia è un’isola così straordinaria che potrebbe essere visitata mille volte. Arte, cultura e natura si intrecciano perfettamente rendendone unica la visita. Vorresti ammirare tutta questa bellezza? Approfitta dell’estate e di questa fantastica offerta vacanze in Sicilia 2019! 
Offerta vacanze Sicilia 2019

 

Condizioni di utilizzo e prezzo 

195,00€ a persona

L’offerta comprende:

  • 3 notti in doppia Deluxe con colazione
  • welcome drink all’arrivo e cestino di frutta
  • escursione di un giorno in barca a vela
  • pranzo leggero a bordo a base di pesce
  • pedalò per esplorare l’area marina protetta
  • maschera e pinne a disposizione per lo snorkelling
  • servizio navetta da aeroporto/ stazione/ porto
 

Notte supplementare: € 75,00 a camera/notte con colazione.

Metodo di pagamento: Acconto 99€, il resto presso la struttura. Si può prenotare in qualsiasi momento, anche last minute previa disponibilità.

Come acquistare: leggi il paragrafo dedicato alla fine della descrizione e compila il form sottostante in tutte le sue parti!! 

Policy di cancellazione: cancellazione gratuita entro 30 giorni, oltre questo termine non verrà restituito quanto già versato.

Periodo di validità: Offerta valida nei mesi di Luglio, Agosto e Settembre – previa disponibilità.
Nel periodo di Ferragosto è richiesto un soggiorno minimo di 5 notti.

Offerta vacanze Sicilia 2019

La struttura

Oasi ideale per soggiornare nel cuore barocco di Catania ed usufruire delle comodità delle sue camere personalizzate e completamente rinnovate negli spazi, arredi e colori.

Al quarto piano di un palazzo con ascensore, godrete dalla terrazza coperta, di una vista a 180° sul più bel prospetto del centro città, in zona a traffico limitato serale nei fine settimana.
Ideale per soggiorni di piacere, individuali o di gruppo, o viaggi d’affari, sarai “coccolato” dai gestori e dal personale attento e riservato. Connessione Wifi gratuita, disponibile in tutti gli ambienti interni ed esterni.

A disposizione, una zona lettura con guide ed informazioni stagionali, tour desk, libro-scambio e sala relax, con frigorifero e bevande, bollitore e tisane, tostapane e microonde.

struttura-sicilia

Cosa fare nel tuo soggiorno a Catania

Cosa fare nel tuo soggiorno a Catania

Catania non è solo città d’arte! Si affaccia su un mare dalle acque cristalline che è tutto da scoprire!

Per questo vi proponiamo un’intera giornata da dedicare ad una escursione in barca a vela verso l’area marina 

Offerta vacanze Sicilia 2019

protetta della Riviera dei Ciclopi. Si salpa la mattina alle 9 dal porto (a circa 300 mt dal B&B) per veleggiare lungo la bella costa rocciosa, caratterizzata dal colore nero delle colate laviche arrivate fino al mare. Durante il tragitto un esperto skipper vi insegnerà la base della barca a vela e le manovre principali, per sentirvi per un giorno dei veri marinai. Una prima sosta alle Grotte di Ulisse per un bagno nelle acque limpide; si oltrepassa Acicastello, con il suo inconfondibile panorama, per arrivare infine al villaggio di pescatori di Acitrezza, dove per un’ora con il pedalò si visita l’area protetta con i Faraglioni e l’isola Lachea. Delizioso pranzo cucinato a bordo della barca e nel pomeriggio una passeggiata nel centro del paese (non vi perdete la migliore granita con brioche della zona all’Eden Bar!). Rientro al porto di Catania previsto per le ore 18:30.

La struttura offre le migliori offerte del web. Inoltre, questo pacchetto vacanze è anche l’ideale per le famiglie!

Come acquistare il pacchetto 

Se desideri approfittare di questa offerta vacanze Sicilia 2019, compila con i tuoi dati il contact form che trovi sotto al testo di questo pacchetto. Inserisci anche il tuo numero di cellulare nel box testo se desideri essere ricontattato per telefono dall’ufficio Booking di dooid, altrimenti ti risponderemo per e-mail. Oppure se hai bisogno di comunicarci esigenze particolari, non esitare a scriverci per e-mail a booking@rimmontech.it e noi ci impegneremo a soddisfare tutte le tue necessità!

In alternativa, puoi sempre contattarci sulla nostra pagina Facebook, rispondiamo velocemente!

 

Offerta vacanze Sicilia 2019In vacanza a Catania non potete perdervi un’escursione sull’Etna!
Scegliete quella che fa per voi:
Escursione sull’Etna da Catania         Il vulcano Etna e le Gole dell’Alcantara

Codice pacchetto: 1807271626

Borgo delle camelie: alla scoperta dell’arte e degli eventi della Lucchesia

Thank you!

Hai mai visitato Lucca? Hai mai ammirato la fioritura delle camelie? Ti sei mai vestito da ninja, insieme ai tuoi amici, in occasione dei Lucca Comics? È giunto per te il momento di organizzare un gruppo e partire alla scoperta di queste fantastiche esperienze che non potrai mai scordarti nella vita! Soggiornando nel famoso borgo delle camelie potrai fare questo e molto altro!

pacchetto-borgo-delle-camelie

Condizioni di utilizzo e prezzo 
per il soggiorno nel Borgo delle Camelie 

Fino a 4 persone ( 2 stanze ) € 160,00/notte per il gruppo.

Per ogni persona aggiuntiva € 25,00/notte. L’offerta varia in base al numero delle persone. 
Soggiorno minimo 4 notti. 

Con dooid sconto del 10% sulla tariffa (iva inclusa) per un soggiorno di almeno 7 notti!! 

Oltre al costo del soggiorno, si richiede un deposito cauzionale di € 400,00 per eventuali danni arrecati alla proprietà. Deposito che verrà rimborsato al momento del check out, previo controllo della casa.

La prenotazione può essere effettuata fino a due giorni prima dell’arrivo previa disponibilità.

Metodo di pagamento: tramite bonifico bancario.

Come acquistare: leggi il paragrafo dedicato alla fine della descrizione e compila il form sottostante in tutte le sue parti!!

Policy di cancellazione: gratuita fino a 30 giorni prima dell’arrivo, oltre questo termine verrà trattenuto il 50% del prezzo del soggiorno.

Curiosità sulla struttura e dei dintorni 

Si tratta di una casa costruita intorno al 1784, dove inizialmente vivevano le suore. Verso gli inizi del 900, venne però trasformata in una piccola fattoria: gli abitanti del borgo si recavano qui per comprare latte fresco e carne di maiale. All’interno della struttura sono ancora presenti dei ganci dove veniva appesa ad essiccare la carne di maiale. Questa attività è poi andata avanti per svariato tempo per poi concludersi intorno agli anni ’60. Oggi, questo vecchio edificio è stato finemente restaurato, conservando l’esterno in pietra, pronto ad accogliere i turisti e regalando loro un soggiorno dal sapore dei tempi antichi.

pacchetto-borgo-delle-camelie

La struttura si colloca nel quartiere chiamato “vicinato” forse così denominato perché isolato, ma “vicino” al borgo vero e proprio. Questa zona è la parte più antica del paese e le sue mura potrebbero raccontare tantissime storie: la più popolare per queste vie, è sicuramente quella de “La Ciofa”. Costei era una strega, o almeno considerata tale da tutta la popolazione, alla quale venivano imputati incidenti, disgrazie e malattie vari. Venne arrestata nell’agosto del 1720, per poi essere interrogata e torturata ripetutamente. “La Ciofa” continuò a dichiararsi innocente; evitò il rogo, ma fu condannata a dieci anni di carcere.

pacchetto-borgo-delle-camelie

Cosa fare soggiornando nel borgo delle camelie

La Lucchesia è una zona toscana molto ricca di arte e cultura, ma anche di tantissimi eventi che richiamano turisti e/o appassionati da tutta italia e non solo.

La città di Lucca costituisce uno dei fiori all’occhiello della Toscana. La cittadina è protetta 

pacchetto-borgo-delle-camelie

da delle mura sulle quali si può fare delle piacevoli passeggiate accompagnati dal fruscio degli alberi: da qui si vedono spuntare in mezzo ai tetti delle case, la celebre Torre delle Ore e la Torre del Guinigi. La visita prosegue verso il centro per ammirare il Duomo: Lucca è soprannominata la città delle cento chiese per l’elevato numero di santuari cosparsi all’interno delle mura. 

Girovagando per le vie in pietra della città, circondati da negozi di ogni tipo, capiterà sicuramente di arrivare in Piazza Napoleone, chiamata dai lucchesi Piazza Grande: qui è dove si svolgono la maggior parte degli eventi come ad esempio i Lucca Comics and Games ed accoglie uno dei padiglioni più grandi della manifestazione otaku che si espande poi per tutte le vie del paese, sulle mura e anche fuori. Oppure è sede di concerti come quelli del Lucca Summer Festival, dove nel periodo estivo ci sono gruppi e cantanti noti in tutto il mondo. 

pacchetto-borgo-delle-camelie

Tornando verso il borgo delle camelie, ovvero Pieve e Sant’Andrea di Compito, l’arte e la natura si legano tra di loro.  Attraversando le vie di questi paesi, si possono apprezzare le camelie più spettacolari che crescono nei giardini, affacciandosi dalle mura dei parchi e delle ville storiche. Percorrendo la via principale di Sant’Andrea di Compito, che si snoda attraverso le case in pietra, le piccole strade, i muri in sasso, antichi edifici e alcune ville sei-settecentesche, rimarrai estasiato e deliziato da questo suggestivo paesino toscano.

Come acquistare il pacchetto 

Se desideri acquistare il pacchetto per il tuo al Borgo delle Camelie, compila con i tuoi dati il contact form che trovi sotto al testo di questo pacchetto. Inserisci anche il tuo numero di cellulare nel box testo se desideri essere ricontattato per telefono dall’ufficio Booking di dooid, altrimenti ti risponderemo per e-mail. Oppure se hai bisogno di comunicarci esigenze particolari, non esitare a scriverci per e-mail a booking@rimmontech.it e noi ci impegneremo a soddisfare tutte le tue necessità!
In alternativa, puoi sempre contattarci sulla nostra pagina Facebook, rispondiamo velocemente!

pacchetto-borgo-delle-camelie

Codice pacchetto: 201903141658

Offerta vacanze relax last minute: intervallo di gusto

Thank you!

 

Un weekend rilassante a Catania, città della Sicilia affacciata sul Mar Ionio e dominata alle sue spalle dall’Etna, per scoprirne l’arte e le bellezze naturali. Grazie a questa offerta vacanze relax last minute potrai concederti un intervallo dalla vita quotidiana e cedere al peccato di gola, grazie a una gustosissima cena di carne o di pesce. 

offerta-vacanze-relax-last-minute

Condizioni di utilizzo e prezzo

199€ a coppia (menù di carne)

225€ a coppia (menù di pesce)

L’offerta comprende:

  • due notti in doppia Deluxe con colazione
  • degustazione e cena di quattro portate accompagnati da tre calici di vino DOC
  • servizio navetta da aeroporto/porto/stazione.
 

Metodo di pagamento: Acconto 99€, il resto presso la struttura. Si può prenotare in qualsiasi momento, anche last minute previa disponibilità.

Come acquistare: leggi il paragrafo dedicato alla fine della descrizione e compila il form sottostante in tutte le sue parti!! 

Policy di cancellazione:  non verrà rimborsato quanto versato, ma verrà data la possibilità di usufruire dell’offerta ENTRO I SEI MESI SUCCESSIVI.

Periodo di validità: tutto l’anno eccetto ponti e festività. Per soggiorni in questi particolari periodi ci sarà una maggiorazione sul prezzo dell’offerta. 

pacchetto-weekend-rilassante

La struttura

Oasi ideale per soggiornare nel cuore barocco di Catania ed usufruire delle comodità delle sue camere personalizzate e completamente rinnovate negli spazi, arredi e colori.

Al quarto piano di un palazzo con ascensore, godrete dalla terrazza coperta, di una vista a 180° sul più bel prospetto del centro città, in zona a traffico limitato serale nei fine settimana.
Ideale per soggiorni di piacere, individuali o di gruppo, o viaggi d’affari, sarai “coccolato” dai gestori e dal personale attento e riservato. Connessione Wifi gratuita, disponibile in tutti gli ambienti interni ed esterni.

A disposizione, una zona lettura con guide ed informazioni stagionali, tour desk, libro-scambio e sala relax, con frigorifero e bevande, bollitore e tisane, tostapane e microonde.

offerta-vacanze-relax-last-minute

Cosa fare nel tuo weekend rilassante

Catania non è solo città d’arte!  Si affaccia su un mare dalle acque cristalline che è tutto da scoprire!
Bellissima è la Riviera dei Ciclopi, caratterizzata dal colore nero delle colate laviche arrivate fino al mare. Altrettanto belle e degne di nota, sono le Grotte di Ulisse per un bagno nelle acque limpide.  Al villaggio di pescatori di Acitrezza, dove per un’ora con il pedalò si visita l’area protetta con i Faraglioni e l’isola Lachea, non si può partire senza assaggiare la migliore granita con brioche della zona all’Eden Bar!

offerta-vacanze-relax-last-minute

Ovviamente, è d’obbligo ammirare l’Etna, la cui sagoma fa di sfondo a tutta la città.

La cultura in questa città è veramente tanta oltre allo spettacolo che madre natura offre: la Cattedrale di Sant’Agata che domina la Piazza del Duomo, con il Municipio e la fontana dell’elefantino al centro, il Teatro Romano, la via Etnea e molto altro ancora! 

Come acquistare il pacchetto 

Se desideri acquistare questa offerta vacanze relax last minute, compila con i tuoi dati il contact form che trovi sotto al testo di questo pacchetto. Inserisci anche il tuo numero di cellulare nel box testo se desideri essere ricontattato per telefono dall’ufficio Booking di dooid, altrimenti ti risponderemo per e-mail. Oppure se hai bisogno di comunicarci esigenze particolari, non esitare a scriverci per e-mail a booking@rimmontech.it e noi ci impegneremo a soddisfare tutte le tue necessità!
In alternativa, puoi sempre contattarci sulla nostra pagina Facebook, rispondiamo velocemente!

offerta-vacanze-relax-last-minute

 

Codice pacchetto: 201903081544

Appennino tosco-emiliano: fuga nella natura

Thank you!

Stanco della vita di tutti i giorni? Stressato dalla vita di città e dal lavoro? Vuoi concederti una pausa per rilassarti e svagarti, magari in mezzo alla natura respirando aria fresca e pulita? Allora abbiamo ciò che fa per te! Grazie a questo pacchetto potrai concederti una tregua dalla routine quotidiana dedicandoti ad attività all’aria aperta o semplicemente riposarti sul’appennino tosco-emiliano!pacchetto-appennino-tosco-emiliano

Condizioni d’utilizzo e prezzo del pacchetto 
fuga sull’appennino tosco-emiliano

Camera matrimoniale= 90€ a coppia

Nell’offerta è compreso: 

  • colazione
  • Cena ( a scelta: menù pizza o menù a più portate)

L’offerta è valida dal 01 Marzo 2019 al 31 Dicembre 2019 previa disponibilità.

Metodo di pagamento: in loco tramite carta di credito, bancomat o contanti. 
Possibile prenotare in qualsiasi momento previa disponibilità. 

Come acquistare: leggi il paragrafo dedicato alla fine della descrizione e compila il form sottostante in tutte le sue parti!! 

Policy di cancellazione: Gratuita entro 24 ore prima. 

pacchetto-appennino-tosco-emilianoCosa fare sull’appennino tosco-emiliano 

Castiglione dei Pepoli è un paesino di appena cinquemila abitanti. Immerso nel verde, si trova a settecento metri sul livello del mare, nel bel mezzo dell’appennino tosco-emiliano. Le attività da fare all’aria aperta sono innumerevoli.

appennino-tosco-emiliano-biciLe più consigliate sono il trekking sul sentiero “Dalla Lana alla seta” e le gite in bicicletta: è possibile noleggiare bici con pedalata assistita, così da rendere meno faticose e più piacevoli le scampagnate. E per i più avventurosi, le uscite in bicicletta si possono estendere anche nei boschi! 

Per coloro che invece non disdegnano una bella passeggiata, ci sono moltissimi opportunità per ammirare ciò che madre natura ha da offrire: degno di nota sicuramente è il sentiero sui crinali del Lago del Brasimone, che da Febbraio 2019 è diventato centro di ricerca finanziato dall’Unione Europea. Ma non sono certo al di meno il Lago di Santa Maria nè il Lago di Suviana

Oltre a un paesaggio meraviglioso, Castiglione dei Pepoli offre anche molto a livello storico e culturale. Sicuramente da non perdere il Santuario di Boccadirio e il Castello  “Rocchetta Mattei.   

Nel periodo estivo, oltre alle tante attività locali, non si può non cogliere al volo l’occasione di andare alla ricerca di funghi porcini! Una vera prelibatezza del territorio, perché nasce tra Faggio, Quercia e castagno, di cui i boschi sono ricchi. 

Come acquistare il pacchetto 

Se desideri acquistare il pacchetto per la tua fuga sull’appennino tosco-emiliano, compila con i tuoi dati il contact form che trovi sotto al testo di questo pacchetto. Inserisci anche il tuo numero di cellulare nel box testo se desideri essere ricontattato per telefono dall’ufficio Booking di dooid, altrimenti ti risponderemo per e-mail. Oppure se hai bisogno di comunicarci esigenze particolari, non esitare a scriverci per e-mail a booking@rimmontech.it e noi ci impegneremo a soddisfare tutte le tue necessità!
In alternativa, puoi sempre contattarci sulla nostra pagina Facebook, rispondiamo velocemente!

appennino-tosco-emiliano-bicicletta

Codice pacchetto: 201902211516

Festival delle Tradizioni Popolari. Anche a Petralia, il Folk come stile di vita!

Thank you!

È proprio così, il Folk non è solamente tradizione ma è uno stile di vita! È come una droga, se entri nel tunnel non riesci più ad uscirne. Non ci provi nemmeno a smettere e se, per una qualche ragione, sei costretto ad allontanartene ne senti la mancanza. Dopo un po’ ti abitui anche a farne a meno ma, non appena in lontananza, da chissà dove, senti il suono acuto e inconfondibile di un organetto che allegramente intona uno scottish oppure ancora il suono più melodioso e suadente di una mazurka francese accompagnato da una chitarra classica che rende il tutto più armonico e coinvolgente, già ti rendi conto che i tuoi piedi non rispondono più al tuo corpo ma alla musica. 

Petralia-sottana-eventi-2017

Petralia Sottana, vista dal Convento dei padri riformati

Il Festival delle Tradizioni Popolari – Ballo Pantomima della Cordella a Petralia Sottana ne è un esempio. Si tratta del XXXV Raduno Mediterraneo del Folklore Internazionale che si tiene ogni anno nel periodo di Agosto in questa splendida località posta all’interno del Parco delle Madonie. Durante la tipica festa del ballo della Cordella si rievocano le antiche tradizioni contadine celebrate come auspicio per un fecondo raccolto e vita matrimoniale agli sposi. La festa si sviluppa in quattro intense giornate che racchiudono eventi e laboratori dalla mattina fino a tarda sera. 
Nella mattina e nel primo pomeriggio si concentrano incontri e workshop, mentre la sera è dedicata ai concerti.
Si passa dalla tradizione popolare siciliana con concerto dei friscalettari e il divertente ballo della contradanza, alla tradizione popolare campana, nello specifico dell’area Sommese, con laboratori di tamburo a cornice e di ballo sul tamburo che rientra nel genere della meglio conosciuta tammurriata, fino ad arrivare alle tradizioni popolari francesi, anche qui con workshop di danze e laboratori di canto e ballo per bambini.

Folklore-petralia-sottana-eventiL’ultimo giorno è quello dove si svolge la festa vera e propria che consiste nella rievocazione del matrimonio tradizionale siciliano, con la cerimonia in chiesa, il corteo nuziale che dal paese sfila fino alla pineta che sormonta tutta Petralia Sottana, per concludersi con la festa con il tipico ballo della Cordella in un tripudio di nastri colorati  intrecciati da dodici coppie di ballerini al ritmo dell’allegro suono dei tamburini.
Durante queste giornate la città cambia aspetto, si anima, trovi persone di tutte le età che riempiono le strade, vedi le facce dei bambini soddisfatti e fieri del vestito tradizionale che indossano, ragazzi che con orgoglio ed entusiasmo partecipano da protagonisti agli eventi del proprio paese. Ci sono sfilate di gruppi folkloristici locali e ospiti internazionali, cucine dal mondo, presentazione di libri ed in fine i concerti. Ma non è la fine! Non basta mai. Si prende una cassa, si collega ad un telefono, si trova una piazza libera, qualche ballerino e si riparte. Forse si inizia in pochi, 6, 8 persone, ma man mano che la musica va avanti, qualche passante si ferma a guardare, sorride nel vedere la dolcezza di una mazurka, si diverte ad osservare l’energia e l’entusiasmo zompettante di una polska o una burrée, si lascia travolgere dalla vivacità e spensieratezza di uno scottish ed è lì che inizia il climax inesorabilmente crescente del ballo popolare.

petralia-folk-festival-2018Ti cattura e ti travolge nel suo vortice.
È uno scambio indispensabile di energie! Ne perdi tante, ti rendi conto di essere stanchissima ma, quelle energie che perdi nel corpo ti vengono tutte restituite nello spirito dal tuo compagno di ballo, dalla gente che ti balla attorno, dalla musica, dalla giovialità del momento, dalla voglia di ballare fino allo sfinimento, di fare amicizia e di volare..vedrai che il corpo non sentirà più la stanchezza.

I nuovi arrivati possono inizialmente essere scettici, imbarazzati perché non conoscono i passi o le persone con cui si balla, è normale, è sempre così, per questo il circolo circassiano allenta la tensione, scioglie il corpo, ti confonde, ti diverte. Sei inesorabilmente coinvolto. Quando la musica parte i ballerini corrono freneticamente in cerca del partner con cui iniziare la danza. Manca un uomo (le donne sono sempre più degli uomini). Cerca tra la folla che guarda un volontario. Non lo trovi. Ne trascini uno contro la sua volontà. Oppone resistenza. Lo rassicuri frettolosamente che i passi sono facili e che li imparerà nel giro di pochi giri, ad ogni cambio partner. Si inizia, è teso ed imbarazzato, tentenna, i passi sono incerti, sbaglia, capisce, si riprende, sorride perché ha capito il passo, lo ripete, ne sbaglia un altro, impreca ma ci riprova, ci riesce, si entusiasma, si diverte, si appassiona. A fine ballo, quando lo ritrovi, scopri un’altra persona, sudata, stanca ma sorridente con la voglia di farne un altro e di imparare nuovi passi

Non c’è età. Tutti ballano con tutti. È pura magia.

Leggi gli altri articoli sulla zona di PalermoHimeraPorticello

foto copyright: www.radunodelfolklorepetralia.it

MANIFESTAZIONE ARTIGIANATO VIVO A CISON DI VALMARINO

Thank you!
Borgo-cison-artigianato-manifestazione-2018-dooid

Cison di Valmarino

Dal 5 al 15 agosto  a Cison di Valmarino in provincia di Treviso, tra Follina e Vittorio Veneto, si tiene una manifestazione di artigianato – ARTIGIANATO VIVO – che dalla sua nascita nel 1980 attrae migliaia di turisti non solo veneti e italiani ma anche stranieri. Si parla di un’affluenza di 400.000 persone nella scorsa edizione.

Il paese di Cison – inserito da 3 anni nel club dei BORGHI PIU’ BELLI D’ITALIA – diventa per 11 giorni un centro d’eccellenza dell’artigianato.                                                           

200 espositori  con i loro stand occupano i vicoli, i giardini, i portici e le piazze, presentano i loro prodotti, fatti rigorosamente a mano secondo la tradizione italiana e mantengono viva l’arte del “saper fare” con le mani, che in quest’epoca di trasformazione tecnologica si va via via perdendo.

In concomitanza con la manifestazione, la Proloco organizza una serie di eventi collaterali quali concerti, spettacoli di animazione, mostre e incontri letterari.

artigianato-vivo-manifestazione-2018-cison-dooid

Castello Brandolini

PARLIAMO DI CISON DI VALMARINO

Come dicevo, l’affluenza turistica è altissima anche perché tutto il territorio merita una vacanza di almeno qualche giorno e la Manifestazione Artigianato Vivo diventa un ‘occasione per esplorare questa zona bellissima.  

Cison di Valmarino si trova nella Valmareno, una vallata dominata dalle fortificazioni del Castello Brandolini, – XII secolo – diventato da anni un hotel di lusso.

I Conti Brandolini, da uomini d’armi che erano in epoca feudale, diventarono successivamente signorotti dediti all’ economia, lasciando un’impronta indelebile in tutto il  borgo.

Il cuore del centro storico è Piazza Roma, dominata da Palazzo Marcello – antica villa veneta dei dogi veneziani Marcello, famosi vincitori della battaglia di Lepanto – e dalla Loggia.

Noterete, camminando per Cison che, quasi tutte le case d’epoca, hanno le imposte rosse o marron: un rosso che qui si chiama “Rosso Brandolini”.

Cison-di-valmarino-artigianato-vivo-2018

Antiche Cantine Brandolini

Un altro esempio di restauro di edifici feudali, è costituito dalle “Antiche Cantine Brandolini”. Il fabbricato appare già, nelle sue linee fondamentali, nelle carte del XV secolo. E’ sempre stato un luogo particolarmente importante per la vita del paese: eretto dalla famiglia Brandolini venne destinato inizialmente a scuderia e poi riadattato alla produzione vinicola e alla conservazione dei prodotti agricoli. Ciò dimostra che lo sviluppo della viticoltura nell’area collinare–pedemontana avvenne in epoca lontana grazie alla forte domanda proveniente da Venezia e da tutto il territorio veneto.

Già nel 1440 la Valmareno si specializzò nella coltivazione della vite…e ancora oggi tutta l’economia della zona è basata sulla produzione di vino, in special modo il Prosecco. 

Nemmeno a dirlo, questa è una zona in cui le degustazioni enogastronomiche sono tra gli interessi preferiti dei turisti. Tra le specialità: lo spiedo

Cison-artigianato-vivo-2018Rolle di Cison di Valmarino

Non si  può andare a visitare Cison di Valmarino, senza passare anche per Rolle, piccolissimo centro circondato dai vigneti di Prosecco. lI poeta Andrea Zanzotto l’ha definito “una cartolina inviata dagli dei”. Il periodo più affascinante per fare un’escursione a Rolle è senz’altro l’autunno quando le colline si infiammano di rosso.

Ma dell’escursione nelle terre del prosecco e di un altro itinerario da non perdere vi parlerò in un successivo articolo.

Copyright foto Borgo più bello d’Italia + Antiche Case Brandolini + Rolle: Carla La Rocca

Copyright foto Palazzo Marcello: villevenetecastelli.com 

Copyright foto Castelbrando dall’alto: hotelcastelbrando.com

Cosa vedere a Chiusi: cittadina etrusca in provincia di Siena

 

Thank you!

 

La città di Chiusi si trova nella provincia di Siena, nella Valdichiana, nel sud della Toscana. Arroccato su una collina, offre viste meravigliose oltre a un sacco di storia e archeologia. Il centro storico di Chiusi è molto piccolo e puoi visitarlo facilmente. Ecco cosa vedere a Chiusi! I principali siti in un solo giorno!

Il passato etrusco di Chiusi

È interessante notare che Chiusi fu una delle dodici città etrusche (o dodecapoli) insieme a Populonia e altre, tra il VII e il V secolo a.C. Questo lo rende una destinazione perfetta per gli appassionati di storia! Sorprendentemente, gli acquedotti etruschi sotterranei, noti come il Labirinto di Porsenna (dal nome del re Etrusco Porsena che conquistò Roma nel 509 a.C.), non furono scoperti fino agli anni ’20. Oggi, si può fare una visita guidata in questo paese delle meraviglie sotterraneo tagliato dall’arenaria. Da Piazza Duomo scenderai sottoterra nei tunnel freddi e tortuosi. La guida spiegherà le varie lapidi e le loro interessanti iscrizioni. Intrigante è anche che, per un breve periodo di tempo le civiltà etrusca e romana convissero a Chiusi, quindi vedrete influenze da entrambi i popoli. Dopo meno di 150 metri, arriverai ad una gigantesca cisterna romana in travertino, risalente al primo e al secondo secolo a.C.

cosa-vedere-a-chiusi-dooid

Cattedrale di San Secondiano

Dalla cisterna potrai salire le scale fino al campanile di San Secondiano, dove godrai di una vista spettacolare sulla campagna della Valdichiana e sul confine del paesaggio umbro. La Cattedrale di San Secondiano è un must! È una delle chiese più antiche della Toscana, risalente al VI secolo d.C. con le sue diciotto colonne romane.

Il Museo della Cattedrale merita anche esso una visita: con mostre che vanno dai periodi paleocristiano, medievale e moderno (fino al 19° secolo) ed una straordinaria collezione di manoscritti benedettini della seconda metà del XV secolo.

Museo Nazionale Etrusco

Se sei appassionato di storia e archeologia, ti consigliamo di visitare anche il Museo Etrusco di Chiusi. Si trova a breve distanza dalla Cattedrale e contiene moltissimi tesori etruschi, romani e persino longobardi. Puoi anche vedere la famosa Tomba della Scimmia (risalente al V secolo a.C.) così come la Tomba della Pellegrina.

Puoi continuare a vagare per le incantevoli strade di Chiusi e visitare la Chiesa di San Francesco, altrimenti goditi l’atmosfera e le strade percorse nel passato dagli antichi Etruschi e Romani. 

cosa-vedere-a-chiusi-dooid

 

Sai che Chiusi è una delle tappe del Treno Natura? Scopri tutti i dettagli e le altre fermate del treno! 
Attraversando la Val D’Orcia con il treno a vapore

Cosa vedere a Siena: una meta irrinunciabile per tutti i tipi di turisti

 

Thank you!

 

Situata nel cuore della Toscana, in mezzo alle verdi colline tipiche di questa regione, la città di Siena è una delle mete più amate da tutti i turisti, sia stranieri che italiani. La provincia di Siena comprende numerose zone note come ad esempio il Chianti o la Val di Merse. La città è ricchissima di storia e di arte, ma anche di forti tradizioni e passioni: basti pensare al Palio di Siena, conosciuto ormai in tutto il mondo. Andiamo a scoprire le meraviglie di questo luogo, scopriamo che cosa vedere a Siena

cosa-vedere-a-siena-dooid

Piazza del Campo 

Andando dritti al cuore della città, la visita non può che cominciare da Piazza del Campo. Qui è dove due volte l’anno si corre il prestigioso Palio (per sapere tutto sull’evento clicca qui), ma Piazza del Campo non è solo questo. Caratterizzata dalla particolare forma a conchiglia e dalla pavimentazione color mattone, la piazza è unica nel suo genere. Accoglie la Fonte Gaia, la più grande della città, decorata dalle sculture di Jacopo della Quercia. Quella che tutti noi oggi ammiriamo è una copia dell’originale, realizzata in un marmo diverso dalla precedente perché più resistente. 

Su questa piazza si affacciano anche il Palazzo Comunale e la Torre del Mangia

Il primo di questi due edifici è sede del Museo Civico, che ospita tra i vari capolavori la Maestà di Simone Martini.  La Torre del Mangia è alta 87m. Si può salire sulla torre nonostante la faticosa ascesa, ma la vista di cui si può godere una volta giunti in vetta è veramente impagabile. (biglietto per il Museo Civico + Torre del Mangia 13€). 

cosa-vedere-a-siena-dooid

Duomo di Siena

A pochi passi da Piazza del Campo, troviamo il Duomo di Siena. Esso comprende: il Duomo, la Cripta e la Libreria Piccolomini. La Cattedrale in pieno stile romanico-gotico è un edificio imponente caratterizzato dal bianco abbagliante del marmo. Entrando, resterete ammaliati dalla bellezze delle navate in marmo bianco e verde, arricchite dai capolavori di Donatello, Nicola Pisano, Michelangelo e Pinturicchio. Un’altra grandissima opera d’arte è il pavimento stesso della Cattedrale: le scene si alternano tra incisioni su marmo a magnifici mosaici. Nella navata destra vi risiede il Museo dell’Opera del Duomo.

La Libreria Piccolomini è un vero gioiello ed è assolutamente da vedere. Dedicata a Papa Pio II, la Libreria è interamente affrescata da Pinturicchio e dai suoi allievi. Negli affreschi sono rappresentate anche alcune scene di vita del Papa. 

Sotto il Duomo di Siena troviamo la Cripta. Praticamente essa è una “galleria” di straordinari affreschi della scuola senese del Duecento rappresentati sia il Vecchio che il Nuovo Testamento. 

Appena dietro al Duomo, troviamo il Battistero intitolato a San Giovanni. È stato costruito in un secondo momento, quando nel 1300 fu deciso di ampliare la Cattedrale. L’accesso al battistero è da piazza San Giovanni. La facciata dell’edificio è purtroppo rimasta in sospeso, ma all’interno troviamo un magnifico ciclo di affreschi di artisti rinascimentali. Il Battistero custodisce un opera meravigliosa: la Fonte Battesimale a cui hanno lavorato Jacopo della Quercia, Lorenzo Ghiberti e Donatello.

Se desideri visitare questo complesso monumentale, si consiglia di munirsi della Opa Si Pass (tutti i dettagli li trovi qui). 

cosa-vedere-a-siena-dooid

Santa Maria della Scala

Proprio difronte al Duomo troverete Santa Maria della Scala. Questo complesso era uno dei più antichi ospedali in Europa. Data la posizione sulla Via Francigena, questo ospedale accoglieva i pellegrini, ma aiutava anche poveri e orfani. Oggi è adibito a museo e molto ricco di opere d’arte. (per le info complete clicca qui). 

Cosa mangiare a Siena

La cucina senese affonda le proprie radici nelle tradizioni contadine. Una cucina semplice, definita povera, ma veramente eccellente anche oltre ai confini italiani. In Toscana olio, vino, salumi e formaggi sono il fiore all’occhiello della cucina tipica, i prodotti di Siena delizieranno ancora di più il vostro palato. Da non dimenticare il settore dolciario di questa città: i Cantucci e il Panforte sono delle vere prelibatezze. 

cosa-mangiare-a-siena-dooid

Questi sono solo alcuni dei maggiori punti di interesse di Siena, ma vale assolutamente la pena perdersi per le vie di questa città e ammirare semplicemente i palazzi storici che si affacciano su di esse. Siena è una città che fa innamorare i turisti, richiamandoli a sè in più occasioni come il canto di una sirena. 

Non perderti le meraviglie che offre la Toscana!
Scopri ora tutto su questa regione! 

Attraversando la Val d’Orcia col Treno a Vapore: il Treno Natura

 

Thank you!

 

Il Treno Natura è una locomotiva a vapore che viaggia da Siena ai piccoli borghi nella Val d’Orcia e che offre programmi vari durante l’anno. L’escursione è sempre abbinata ad una festa o una sagra in zona e dura una giornata (con ritorno sempre a Siena verso le ore 18). 

treno-natura-siena-2019

©terresiena.it/trenonatura/

È ripartita la stagione autunno/inverno 2019, con prima destinazione a Chiusi in programma per il 29 settembre. In occasione della Festa dell’Uva e del Vino di Chiusi, Treno Natura vi offre un viaggio unico e memorabile con partenza alle 9 di mattina da Siena. Arriverete a Chiusi verso le 11 per poi poter seguire la Festa oppure acquistare un pacchetto di visite guidate alla Chiusi Sotterranea (Museo della Cattedrale con Labirinto di Porsenna e Museo Civico – La città sotterranea). Per il ritorno, ci sono vari opzioni tra cui scegliere. Tutto quanto andrà specificato al momento della prenotazione.

Il 12 ottobre invece, il Treno Natura riparte per Abbadia San Salvatore e la sua festa d’autunno. Il viaggio stesso ne varrà la pena in quanto attraverserà le zone più rinomate della Toscana e d’Italia: il Parco della Val d’Orcia, UNESCO Patrimonio dell’Umanità e le zone del Brunello di Montalcino e le Crete Senesi.

val-d-orcia-treno-natura-siena

©visittuscany.com

Il giorno dopo (quindi il 13 ottobre) ripartirà per Vivo d’Orcia e la sua sagra del fungo porcino. Vivo d’Orcia è ubicata alle pendici del monte Amiata a circa 930m di altitudine. In più ci sarà la possibilità di visitare l’esterno del castello e di effettuare un percorso guidato nel bosco. 

In autunno si festeggia anche l’olio nuovo, quindi il Treno Natura procede verso Trequanda per la Festa dell’Olio Novo il 20 ottobre. Tante degustazioni con esperti, balli folcloristici e musica vi intratterranno in questa meravigliosa festa paesana.  

Il mese di ottobre concluderà il 27 ottobre con la tappa a Montalcino per la 61° Sagra del Tordo, Festa nella Terra del Brunello. I quattro quartieri di Montalcino si sfideranno in una competizione di tiro con l’arco che accende gli animi di tutta la popolazione. La Sagra del Tordo trae origine dall’antica tradizione venatoria di queste zone. Per godersi ancora di più i sapori e i famosi vini di Montalcino, ci sarà la possibilità di pranzare presso uno dei quattro Quartieri di Montalcino ( su prenotazione).

siena-treno-natura

©www.sienafree.it

Ideale per tutta la famiglia, in quanto la locomotiva sosta per dare l’opportunità di fare filmati in manovra e il rifornimento d’acqua sul tender. Convenienti anche i prezzi dei biglietti, in quanto i bambini fino a 10 anni viaggiano ad un prezzo di solo 3,50 euro (senza posto a sedere garantito) oppure 21,50 euro accompagnati da almeno un adulto a prezzo intero. Attenzione! La prenotazione è obbligatoria.

E poi, il treno, nel viaggiare,
sempre ci fa sognare.
Antonio Machado

Parole verissime del grande poeta spagnolo, Antonio Machado. Ed è vero che forse non se lo sarebbe mai potuto immaginare come sarebbero diventati i treni moderni dei nostri tempi. Fortunatamente, per chi ama viaggiare, sognare, e immergersi nei tempi di altre epoche, esiste ancora il Treno Natura.

Per info e programmi dettagliati di ogni escursione e come prenotare, visita il sito ufficiale: Terre di Siena.

 

 

Cosa vedere a Trento: ciò che non potete assolutamente perdere

 

Thank you!

 

Nel cuore delle Alpi, nel bel mezzo della Valle dell’Adige, troviamo un piccolo gioiello: Trento. Il capoluogo del Trentino Alto Adige è uno scrigno di arte, cultura e tradizioni che lascerà ogni turista che le fa visita letteralmente senza parole data la sua bellezza. Consigliamo questo piccolo itinerario su cosa vedere a Trento per non perdervi le maggiori attrazioni di questo luogo. 

Piazza del Duomo 

La visita di Trento non può che iniziare dalla Piazza del Duomo. Basilica di S. Vigilio si affaccia su questa piazza. Oltre ad essere degna di visita per l’inestimabile bellezza, questa chiesa rappresenta un vero e proprio pezzo di storia: qui è dove si tenne il Concilio di Trento (dal 1545 al 1563). La chiesa è stata costruita in onore del santo patrono della città, dove ne risiede anche la tomba. Nel corso della storia ha subito svariate modifiche e ricostruzioni. L’edificio si presenta in maniera complessa, dati aggiunta di elementi gotici e barocchi, ma, nonostante ciò, nell’insieme risulta essere equilibrato. L’interno del Duomo lascia davvero a bocca aperta: un grande rosone a vetri illumina la navata principale mentre ai partano due scalinate che portano ai campanili. 

Al centro della piazza troviamo la bellissima Fontana del Nettuno. La statua che era al centro della fontana è stata spostata nel cortile di palazzo Thun, per salvaguardarne l’integrità. Dal 1945 è stata sostituita da una copia in bronzo. Sotto il Nettuno, troviamo tritoni, cavallucci marini e altre sculture raffiguranti il mare. 

Oltre alla fontana e alla basilica, in questa piazza troviamo anche Palazzo Pretorio e la Torre Civica.

Palazzo Pretorio nasce come prigione, tribunale, sede del Comune e sede dei vescovi, ma oggi custodisce il tesoro delle Cattedrale e il Museo Diocesano Tridentino. Degno di essere visitata anche l’area archeologica sottostante al palazzo. 

Torre Civica sorge proprio affianco a Palazzo Pretorio. Si tratta di una grande torre con un grande orologio e la si può visitare raggiungendo la cima dalla quale si ha un panorama pazzesco su città e montagne. Però, la campana custodita all’interno della torre, aveva una difficile incombenza: annunciava le condanne che si tenevano proprio nella piazza su cui si affaccia. 

cosa-vedere-a-trento-dooid

Palazzo Roccabruna

A due passi da Piazza del Duomo troviamo Palazzo Roccabruna. Era una dimora nobiliare del ‘500 ed è stata completamene restaurata. Dal 2007 ospita l’enoteca provinciale del Trentino Alto Adige. Per coloro che hanno scelto Trento per il buon vino e il buon cibo, questa è una tappa obbligatoria durante la loro visita! Palazzo Roccabruna vanta una collezione di più di 60 etichette pregiate. Tra queste troviamo anche grappe e distillati. L’enoteca organizza spesso eventi come visite guidate o degustazioni; inoltre, è possibile fare dei corsi di cucina presso le antiche scuderie del palazzo.

Castello del Buonconsiglio

Il castello si trova un po’ più in alto rispetto alla città (come è logico che sia date le origini con funzioni difensive) ed è circondato da alte mura. Castello del Buonconsiglio, insieme a Castel Beseno e Castel Stenico, costituisce un complesso museale ricco di dipinti, manufatti, sculture e molte altre testimonianze artistiche.  

Se il vostro interesse non è quello di visitare musei o se semplicemente la vostra è una visita breve a Trento, si consiglia di fare una piccola visita guidata tra le vie di questo piccolo borgo. I punti di interesse degni di nota sono innumerevoli e facendo questa passeggiata sarà come tornare indietro nel tempo. 

cosa-vedere-a-trento-dooid

Cosa mangiare a Trento

Trento è una città che ha subito molte influenze anche da oltre confine in fatto culinario. La cucina tradizionale è quindi robusta, caratterizzata da sapori decisi e molto profumata. I salumi sono un must sulla tavola trentina: il più tipico e conosciuto è la carne salà (carne salata che può essere fatta con diversi tipi di carni). Anche i formaggi sono molto famosi in questa zona, come ad esempio il Puzzone di Moena dal sapore forte e deciso, che solitamente viene fuso sopra la polenta e mangiato prima del dolce. In assoluto il Trentino è famoso per i suoi vini: Marzemino, Merlot, Pinot Grigio, Müller Thürgau sono conosciuti ovunque.

cosa-magiare-a-trento-dooid

Continua la visita nel Trentino: scopri tutto su questa magnifica regione!
Scopri il Trentino Alto Adige!

Certaldo eventi: torna Boccaccesca, la XXI edizione del festival

 

Thank you!

 

La piccola città medievale di Certaldo è esattamente ciò che viene in mente quando si pensa alla Toscana. Arroccata sulle colline che circondano Firenze, Certaldo alto è maestoso, ma sottile. Luogo di nascita di Giovanni Boccaccio (autore de Il Decameron), in estate celebra la vivace festa teatrale Mercantia e in autunno ci regala la Boccaccesca. Boccaccesca è una celebrazione di tutto ciò che regna sovrano in questa regione: cibo, vino e compagnia con cui goderne.

eventi-toscana-certaldo-boccaccesca-2019-dooid

Il cibo è un termine molto ampio, ma anche vago in molte parti del mondo. In Italia, come si sa, e in particolare in Toscana, non è affatto così. Il cibo qui è sinonimo di nutrimento, di amore, di stagioni e della vita stessa. Fine settembre e ottobre sono probabilmente i periodi migliori per visitare questa regione in quanto si raccoglie uva, olive, castagne. Inoltre è anche la stagione principale per la caccia. Le folle si sono ridotte, la mattina e la sera sono fresche e i colori iniziano a scaldarsi.

eventi-toscana-certaldo-boccacesca-2019-dooid

©facebook.com/boccaccesca/

Programma

Boccaccesca è di breve durata. Si svolge dal 4 al 6 Ottobre 2019 e il tema di quest’anno è la musica. I tre giorni di festa si terranno sia nel Borgo basso sia a Certaldo Alta. In quest’ultima parte di città troverete espositori provenienti da molte regioni italiane che esporranno le proprie eccellenze gastronomiche. Inoltre, qui troverete chef che con le loro dimostrazioni di cucina metteranno in scena la musica nel piatto. Per le vie del cuore medievale di Certaldo, troverete anche il percorso del gusto: sarà possibile acquistare una mappa che guiderà il visitatore in un itinerario di degustazioni, con pietanze create appositamente per Boccaccesca (costo dell’esperienza 2,50€).

Boccaccesca è anche per i bambini: in un apposita area saranno messi a disposizione strumenti musicale dove i più piccoli potranno suonare e cantare liberamente. Inoltre, torna il concorso Ragazzi in pentola. Il progetto è un approfondimento culturale alla quale parteciperanno i ragazzi delle scuole medie. Il primo di questo concorso è destinato a chi dimostrerà una personalità di spicco nel mondo musicale. 

L’evento è gratuito.

Per informazioni e aggiornamenti sul programma: www.boccaccesca.it; pagina Facebook Boccaccesca Certaldo.

Quindi venite tutti e alzate i bicchieri per un gran “salute” alla vita!

chef-boccaccesca-certaldo-alto

Scopri tutto sulla meravigliosa regione del centro Italia! 
Scopri la Toscana!

 

Eventi a Settembre in Trentino: Festa dell’uva a Verla di Giovo

 

Thank you!

 

In occasione della vendemmia e in onore di una parte di ciò che rende famosa la regione Trentino, ritorna uno dei maggiori eventi di Settembre in Trentino: ecco la Festa dell’uva a Verla di Giovo. Dal 20 al 22 Settembre, Verla di Giovo in provincia di Trento, si animerà per la sua 62° Festa dell’Uva annuale! Se sarai in zona, non puoi assolutamente perdertelo! 

eventi-settembre-trentino-festa-uva-dooid

Verla di Giovo e i suoi vini

Verla di Giovo si trova nella valle di Cembra. L’altitudine, l’esposizione al sole e il suolo rendono questo terreno davvero unico per la coltivazione dell’uva. Nei suoi punti più alti, l’altitudine supera i 1.000 metri e qui regnano “i grandi bianchi di montagna” come Pinot Bianco, Kerner, Chardonnay, iesling e Müller Thurgau. Qui vengono prodotti anche Pinot nero e Schiava. Proprio per queste eccellenza, la zona li celebra ogni anno con questa festa. 

Il Festival

I festeggiamenti iniziano venerdì 20 settembre alle 18, quando si aprono le porte del festival con vino e cibo in abbondanza. Si potrebbe scrivere un intero articolo solo sulle prelibatezze servite in questa manifestazione! Un’eccellente selezione di piatti tipi della regione come polenta, pasta con salsa di cinghiale, salsicce e salumi, birre artigianali, frittelle di mele, crepes e, naturalmente, e ovviamente vino, sanno servite per deliziare il palato dei visitatori.

Assaggia una di queste pietanze e goditi l’intrattenimento che durerà fino a dopo mezzanotte con varie tribute band (tra cui i Queen), balli e giochi per bambini. Sabato, il divertimento inizia alle 14:30 con un laboratorio per bambini, seguito da un’intera serata di spettacoli vari, come samba o circensi. Alle 22, Piazza Molinari ospiterà il famoso Palio dei Congiai.

Si tratta di una simpatica e divertente competizione  disputata tra i distretti e fatta con il congial, il tipo strumento usato per la raccolta dell’uva durante la vendemmia. Lo scopo della gara è quello di trasportare dell’acqua dalla Fontana di piazza Molinari fino a delle botti posti su dei carri allegorici  creati dai gruppi allestitori. Vince chi riempie la botte nel minor tempo possibile. 

eventi-settembre-trentino-verla-dooid

©facebook.com/festadelluvagiovo/

Marcia dell’Uva

Domenica mattina avrà luogo la famosa Marcia dell’Uva ( alle 9 del mattino in partenza dal Central Village). Puoi scegliere tra tre diversi percorsi (5, 10 o 16 km) che si snodano attraverso i tipici muri in pietra dei vigneti della zona, tra borghi storici, antiche chiese, fattorie e boschi. I punti di ristoro lungo il percorso offriranno degustazioni di prodotti enogastronomici locali. 

La parata

Il grande evento si svolgerà domenica alle 14:30: la Sfilata. Simile a una processione, la sfilata rende omaggio al raccolto con i suoi carri allegorici splendidamente colorati ed originalmente progettati. Questa sfarzosa processione di uva invade le strade del villaggio di Giovo.  Un turbine di entusiasmo coinvolgente che raffigura la coltivazione, la raccolta, i miti e le leggende legate al vino e al culto del dio Bacco. Ma non è solo un gioco: i carri vengono valutati da una giuria che ha il difficile compito di votare per il meglio. 

Il resto della giornata sarà pieno di musica, danza, cibo e, naturalmente, la cerimonia di premiazione che dichiarerà il vincitore della sfilata alle 18:30. Per ulteriori informazioni sull’evento, visita il sito ufficiale. 

Scopri di più sulla bellissima regione del Trentino. 
Scopri il Trentino!

Offerta Perugia Eurochocolate: soggiorno per il festival del cioccolato

Thank you!

 

Come ogni anno, torna nel capoluogo umbro il famosissimo festival a tema cioccolato più amato in Europa. Torna Eurochocolate! In occasione di questo evento così speciale, ecco qui una golosa offerta a Perugia per l’Eurochocolate!

Offerta-Perugia-Eurochocolate-dooid

Condizioni d’utilizzo e prezzo
dell’Offerta Perugia Eurochocolate

40€ a testa a notte 

Diventa Vip per avere uno sconto del 5% su questo pacchetto! 
Iscriviti alla nostra Newsletter! 

Nel prezzo dell’offerta è compreso:

1 NOTTE IN CAMERA DOPPIA INCLUSA COLAZIONE E TASSA DI SOGGIORNO

Metodo di pagamento: Contanti, carte di credito o bancomat presso la struttura. Prenotare con almeno 24H di anticipo previa disponibilità. 

Come acquistare: leggi il paragrafo dedicato alla fine della descrizione e compila il form sottostante in tutte le sue parti!!

Policy di cancellazione: cancellazione gratuita fino a 2 giorni prima della data del check-in e una notte di penalità per cancellazioni tardive o mancate presentazioni. 

Periodo di validità: offerta valida dal 18 al 27 Ottobre in occasione dell’evento Eurochocolate.

La struttura 

L’hotel che vi ospiterà si trova vicino alla scala mobile proprio nel centro storico di Perugia.

La struttura risiede in un’elegante palazzina in stile Liberty (più noto come Art Nouveau) costruita nei primi anni del 1900 e ristrutturata nel 1998, quando la proprietaria ha adibito la sua vecchia dimora ad un’attività ricettiva. Recentemente sono stati rinnovati alcuni interni per valorizzare sempre di più i tratti caratteristici dello stile e la sua eleganza decorativa. Caratterizzata da incantevoli balconcini, finestre ampie, colorate vetrate, pavimenti in ceramica uniti alla scelta accurata di particolari e di mobili adeguati, offrono agli ospiti una piacevole alternativa alla proposta fredda ed impersonale delle più moderne strutture.

Da venti anni, lo staff a conduzione familiare lavora al massimo e con passione per ospitare al meglio famiglie, coppie e solitati che amano il cioccolato proposto in tante dolci varietà. Offrono camere doppie e familiari con bagno privato per un soggiorno confortevole e rilassante in una posizione tranquilla proprio a due passi dalla fiera. Offrono una ricca e variegata colazione per iniziare al meglio la giornata ed immergervi nelle stradine medievali del centro storico di Perugia! Inoltre un comodo parcheggio, con un piccolo costo, su prenotazione, consente agli ospiti di lasciare la macchina e muoversi liberamente a piedi per a città.

offerta-perugia-eurochocolate-dooid

Eurochocolate 2019

Eurochocolate è l’evento più famoso a tema cioccolato a livello europeo. Si svolge ogni anno a Perugia nel mese di Ottobre. Alla manifestazione saranno protagoniste le tradizioni della cioccolatiera italiana e internazionale. Saranno presenti laboratori alla quale i visitatori potranno prendere parte, stand gastronomici, eventi a tema, percorsi di degustazione, spettacoli e molto altro ancora!

Le origini dell’evento risalgono al 1994 e in questi anni Perugia si è meritatamente guadagnata il titolo di Città del Cioccolato.

Per sapere di più sull’Eurochocolate, leggi il nostro articolo completo sull’evento perugino! 

eurochocoalte-a-perugia-dooid

Come acquistare il pacchetto 

Se desideri acquistare il pacchetto Offerta a Perugia per l’Eurochocolate, compila con i tuoi dati il contact form che trovi sotto al testo di questo pacchetto. Inserisci anche il tuo numero di cellulare nel box testo se desideri essere ricontattato per telefono dall’ufficio Booking di dooid, altrimenti ti risponderemo per e-mail. Oppure se hai bisogno di comunicarci esigenze particolari, non esitare a scriverci per e-mail a booking@rimmontech.it e noi ci impegneremo a soddisfare tutte le tue necessità!
In alternativa, puoi sempre contattarci sulla nostra pagina Facebook, rispondiamo velocemente!

eurochocolate-perugia-dooid

Codice pacchetto: 201909131228

Eurochocolate 2019: il più grande festival europeo a tema cioccolato

 

Thank you!

 

Eurochocolate, l’annuale kermesse dedicata alla cultura del cioccolato, torna a Perugia in tutta la sua dolcezza dal 18 al 27 ottobre 2019.

eurochocolate-a-perugia-dooid

©eurochocolate.com

Ideata dall’architetto Eugenio Guarducci nel 1994, Eurochocolate è una manifestazione interamente dedicata alla tradizione cioccolatiera italiana e internazionale, che ospita ogni anno tantissimi produttori di cioccolato e vendono i propri prodotti in appositi stand lungo il centro storico di Perugia. E ce n’è davvero per tutti i gusti! Dal fondente al bianco, dal latte al gianduia, dalle praline ai boeri, dai Baci Perugina all’immancabile Chocokebab! Ed è proprio per questo che l’evento attira ogni anno migliaia di turisti, che rimangono appagati dalla vista, dall’aroma e dal gusto del cioccolato.

Il tema di quest’anno

Come ogni anno, Eurochocolate propone un tema, e quest’anno si tratta di “Attacca Bottone“. Dedicato quindi ad un oggetto della vita quotidiana di ognuno di noi. Funzionale, ma che spesso ne viene ignorata l’importanza. Inoltre il bottone è un oggetto a cui sono affibbiati svariati simboli. Per esempio, per i superstiziosi, trovare un bottone è un portafortuna per conquistare una nuova amicizia. Si dice anche che sognare di attaccare un bottone o vederlo attaccare siano ancora un buon presagio.
Al protagonista del festival verrà dedicata una vera e propria Piazza dei Bottoni, dove potrai trovarne in tutti i tipi di cioccolato e in tutte le dimensioni: il Maxi Bottone, presente nella vasta scelta messa a disposizione, pesa bene 350g! E poi ancora lollipop, bottoni sfusi o riposti in eleganti scatoline fatte anche di plexiglas, pvc, similpelle e molti altri. 
Eurochocolate è approdato anche in Giappone per la prima volta lo scorso febbraio e qui il bottone ha ancora più simboli e valore. (leggi la credenza giapponese sul secondo bottone del gakuran).

In collaborazione con il Museo del bottone di Santarcangelo di Romagna verrà allestita una mostra con una sezione storica per affrontare un viaggio nel tempo e nello stile. 

Ai bambini è stata dedicata la Stanza dei Bottoni (sede di laboratori didattici), invece, sia per grandi che per piccoli, Icam Ciocopasticceria ha dedicato un’area dove si possono creare i propri bottoni personalizzati.

eurochocolate-perugia-dooid

Il Programma

Anche quest’anno il programma è vario e ampio.
Tornano le affascinati sculture di cioccolato di Barry Callebaut e di altri scultori che trasformeranno davanti ai vostri occhi blocchi enormi di cioccolato in vere e proprie opere d’arte (domenica 20 ottobre).

Il 12 ottobre si terranno i classici festeggiamenti del Chocoday, ovvero la Giornata Nazionale dedicata al Cibo degli Dei. 

Ovviamente ci sarà anche Eurochocolate World, la sezione dedicata ai maggiori Paesi produttori di cacao. Sarà possible scoprire la cultura e le tradizioni dei paesi stranieri che si celano dietro le bacche di cacao. 

Il programma è veramente vario e pieno di fantastiche attività, spettacoli, eventi e incontri tutto a dolce tema cioccolato. Per conoscere il programma dettagliato, visita il sito ufficiale dell’Eurochocolate.

La ChocoCard

Eurochocolate mette a disposizione dei visitatori più golosi una ChocoCard. Essa permetterà di usufruire di omaggi e sconti speciali durante l’evento. Questa card non è valida solo negli stand del festival, ma vale anche per alberghi, ristoranti, bar, musei e molte altre strutture convenzionate. Grazie alla ChocoCard si potrà anche partecipare ad un concorso con in palio un’automobile. Inoltre, con la consegna della card, avrai in omaggio la tavoletta da 100 gr Nata con la camicia per celebrare il simbolo di questa edizione del festival. 

La ChocoCard potrà essere acquistata, al prezzo di 6€, presso i ChocoCard Point all’interno del festival, presso gli stand dello Chocolate Show o in dei punti vendita convenzionati. 

eventi-a-perugia-eurochocolate-2019

©eurochocolate.com

Come raggiungere Eurochocolate?

Il modo più semplice è quello di prendere il Minimetrò fino alla stazione Pincetto. Il costo della corsa è di 1,50€.
Macchina: parcheggiate nei pressi della stazione Pian di Massiano.
Treno: prendete il Minimetrò dalla stazione di Fontivegge, attigua alla stazione dei treni.
Bus: l’autista vi lascerà in zona Pian di Massiano, da lì potete prendere il Minimetrò.

eurochocolate-a-perugia-dooid

Che aspetti? Organizza il tuo viaggio e partecipa al più grande festival europeo a tema cioccolato

Itinerario di viaggio in bici: cicloturismo in Friuli Venezia Giulia

 

Thank you!

 

Un giro in bicicletta. Bello, ecologico e salutare. E se fosse molto più che un giro? Se fosse addirittura una vacanza intera? Ecco un itinerario di viaggio in bici nel Friuli Venezia Giulia, regione che ha molto da offrire ai ciclisti o semplicemente ai turisti che hanno voglia di fare un giro nella natura muniti di ruote. Andiamo a scoprire il cicloturismo friulano!

Viaggio in bici nel Friuli

La morfologia del Friuli Venezia Giulia, così splendidamente variegata, sembra un palese invito a godere delle meraviglie della sua incontaminata natura e a lasciarsi andare al benessere con la brezza tra i capelli.

Una molteplicità di panorami mozzafiato dalle mille sfaccettature è accessibile e “a portata di piede”, pedalata dopo pedalata. Dal paradisiaco mare della costa triestina alle dolci colline del Carso goriziano, dall’incanto dei laghi e di zampillanti cascatelle alla imperturbabile tranquillità delle spettacolari Alpi Giulie, dalla ammaliante ricchezza storica di Palmanova e Aquileia agli infiniti colori degli scorci del Collio.

viaggio-in-bici-itinerario-cicloturismo-friuli-dooid

I percorsi

Ben 409 percorsi cicloturistici attraversano capillarmente l’intero territorio. Essi si snodano tra qualsiasi tipologia di terreno (asfalto, pista ciclabile, strada sterrata) facilitando la percorrenza dei tragitti anche alle persone poco allenate. Infatti, in tutto il Friuli è stato avviato un interessante progetto per fornire incentivi a un settore in forte crescita: le biciclette a pedalata assistita. Grazie al coinvolgimento di numerosi partner istituzionali e commerciali, nonché alla partecipazione di numerose strutture ricettive, ora è possibile spostarsi tramite le bici elettriche (e-bike) tra Aquileia, l’Abbazia di Rosazzo, Cormòns, Duino, Gorizia, Gradisca d’Isonzo, Grado, Monfalcone e Palmanova. Queste bici danno la sicurezza di poter contare, strada facendo, su apposite colonnine di ricarica elettrica, con tanto di totem esplicativo munito di “QR Code” per far conoscere gli itinerari e le particolarità ambientali locali. Tale forma di valorizzazione turistica completa un’offerta che è già di per se stessa strepitosa: le ciclovie della ReCIR (Rete delle Ciclovie di Interesse Regionale) – in costante sviluppo per una lunghezza prevista di oltre 1000 chilometri – costituiscono le principali arterie regionali riservate al transito di ciclisti e permettono di collegarsi con la rete ciclabile italiana (Bicitalia) e con quella europea (Eurovelo). Di queste, la Ciclovia Alpe Adria (ponte tra Friuli e Austria, dato che collega la cittadina di Grado a Salisburgo) vanta l’invidiabile primato di esser stata decretata “miglior percorso ciclabile d’Europa”.
Ma vediamole tutte e nove nel dettaglio:

SIGLA                                              NOME                                                                CHILOMETRI
FVG 1                                      Ciclovia Alpe Adria                                                   190
FVG 2                                      Ciclovia del mare Adriatico                                    215
FVG 3                                      Ciclovia pedemontana e del Collio                       165
FVG 4                                      Ciclovia della pianura e del Natisone                   200
FVG 5                                      Ciclovia dell’Isonzo                                                    35
FVG 6                                      Ciclovia del Tagliamento                                           85
FVG 7                                      Ciclovia del Livenza                                                    25
FVG 8                                      Ciclovia della montagna carnica                              70
FVG 9                                      Ciclovia della bassa pianura pordenonese            55

viaggio-in-bici-itinerario-cicloturismo-friuli-dooid

Perché fare un viaggio in bici nel Friuli

Viaggiare in bici è semplice ed economico. Senza contare che è un gran toccasana per le persone di ogni età. Si può raggiungere il percorso prescelto via bus o via barca, ma andarci in treno è davvero comodissimo. Sui treni regionali ogni viaggiatore ha diritto al trasporto gratuito di una bici pieghevole (purché di dimensioni non superiori a cm. 80x110x40) oppure di una bicicletta standard (da passeggio, da corsa o mountain-bike) al costo di un biglietto di seconda classe o, in alternativa, tramite l’acquisto di un supplemento bici, valido 24 ore sui treni regionali contrassegnati dal pittogramma di riferimento.
Per finire, va segnalato esiste la guida pratica “Cicloturismo in Friuli Venezia Giulia” provvista di mappa estraibile, frutto dell’iniziativa di PromoTurismoFVG e pubblicata da la Repubblica. Esaustiva e curata, la guida illustra un ampio ventaglio di itinerari by bike con particolare attenzione all’intermodalità, all’allacciamento con reti ciclabili internazionali (alla volta di Slovenia, Austria, Germania) al mondo delle e-bike, alla scoperta delle risorse paesaggistico-culturali e delle tappe che hanno reso il Giro d’Italia un vanto dello sport nazionale.

viaggio-in-bici-itinerario-cicloturismo-friuli-dooid

A quanto pare, per partire senza stress e in libertà c’è proprio tutto.
Pronti a salire in sella?

Il viaggio continua nel Friuli Venezia Giulia! Scopri tutti i luoghi da visitare e gli eventi della regione

copyright foto: vivinfvg.it, girofvg.it, parcoprealpigiulie.it, naturaestrema.it

 

Eventi in Toscana: Festa dell’Uva di Impruneta

 

Thank you!

 

Da più di 90 anni, ad Impruneta nella zona del Chianti, si celebra la Festa dell’Uva con spettacoli unici nel proprio genere. Quest’anno giunge alla 93° edizione. Questa longevità lo rende uno dei maggiori eventi in Toscana!

La storia

La Festa dell’Uva di Impruneta (FI) nacque nel 1926, per promuovere il consumo d’uva nei tempi di crisi economica. Da allora ogni prima domenica di autunno in Piazza Buondelmonti si festeggia il frutto della vite.

I primi quattro anni, la competizione fu fra le fattorie principali della zona che poi col tempo divennero i quattro rioni che oggi continuano ad interpretare e vivere la festa con i loro costumi e carri originali ed allegorici. Ogni anno con gli avanzamenti tecnologici, la sfilata sorprende i migliaia di spettatori sempre di più. I giorni di festa quest’anno vanno dal 1 Settembre al 29 Settembre quando culmina la celebrazione con la sfilata dei rioni e le premiazioni. 

eventi-in-toscana-impruneta-antica-festa-dell-uva-dooid

©festadelluvaimpruneta.it

Info utili

  • Il programma dettagliato, giorno per giorno, lo trovate sul sito ufficiale della Festa dell’Uva di Impruneta. 
  • C’è la possibilità che il programma subisca delle modifiche perciò si consiglia di tenerlo sott’occhio.
  • Verrà allestito un maxi schermo in piazza Buondelmonti, dove sarà trasmessa la diretta della festa.
  • In caso di maltempo, la manifestazione può essere rimandata alla domenica successiva.
  • I biglietti sono disponibili sul sito ufficiale dell’evento.
uva-festa-impruneta

©festadelluvaimpruneta.it

Scopri tutti gli altri eventi in Toscana e cosa vedere in questa regione! 
Scopri la Toscana!