“ Innamorati dell’Italia attraverso i racconti dei nostri viaggiatori ”

martedì 11 agosto, 2020

Italy

Un ottimo strumento per organizzare il tuo prossimo viaggio
Prenota con noi per migliorare questo servizio senza pubblicità
Scorri o filtra l'articolo dei tuoi desideri
Lasciati trasportare dai racconti dei nostri scrittori
Trova e prenota la camera per vivere l'esperienza che sogni
Prenotazione immediata o assistita

Filtri selezionati:

Articolo

Filtri selezionati:

Agosto e Settembre -10%

risparmia con dooid Il prezzo
più basso

stella dooid I migliori
servizi

Scopri come

Castellabate si trova sul tratto della costa tirrenica noto come il Cilento. Meno conosciuto dai turisti rispetto alla più pubblicizzata Costiera Amalfitana, questa zona va da Capaccio-Paestum a Sapri ed è altrettanto bella.

castellabate-mare-salerno

©Paul Barker Hemings

Cosa vedere a Castellabate

Castellabate significa letteralmente “castello dell’abate” e si riferisce a San Costabile Gentilcore che divenne abate e iniziò la costruzione del Castello dell’Angelo nell’anno 1123. Oggi è possibile visitare il Castello che si trova nel cuore del centro storico. Si dice che ci furono passaggi segreti sottomarini per la fuga durante le incursioni saracene.

Vicino al Castello, non vorrai perderti il ​​famoso Belvedere San Costabile per una vista mozzafiato sulla costa. Nelle giornate limpide, puoi vedere la Costiera Amalfitana e l’isola di Capri. Si consiglia di andare al tramonto oppure, se è possibile, andare in due momenti diversi durante il giorno!

Poiché il centro storico si trova su una collina (altezza 289 metri), i suoi vicoli e le viuzze sono minuscole e ripide. Il meglio è di trascorrere un po’ di tempo perdendosi a fare shopping e ad assaporare i deliziosi aromi mentre ti imbatti in piccole piazzette.

santa-maria-castellabate

©facebook.com/castellabatelive24/

La chiesa di Santa Maria di Giulia risale al XII secolo e vale la pena visitare i suoi splendidi pavimenti in maiolica. Anche la Cappella del Rosario risalente al XV secolo è sbalorditiva e vale la pena visitarla se è aperta.

Santa Maria di Castellabate

Ricorda che Castellabate ha diverse frazioni che la circondano e devono far parte della tua visita. Uno di questi è Santa Maria di Castellabate. Spesso quando vedi le foto di Castellabate, in realtà sono i famosi portici di Santa Maria di Castellabate. Conosciuto come Porto delle Gatte, i portici furono costruiti nel XII secolo per i pescatori. Ora, le aperture illuminate degli archi (che ricordano gli occhi di gatto) non sono solo un punto di riferimento della zona, ma ospitano anche molti negozi, bar e ristoranti.

Il Santuario di Santa Maria a Mare è una semplice chiesa dedicata alla Vergine Maria e celebrata ogni 15 agosto con una processione e una festa. L’attuale edificio risale al 19 ° secolo, ma i documenti mostrano che sicuramente ci fu un edificio già nel 11 ° secolo.

punta-licosa-castellabate

©facebook.com/castellabatelive24/

San Marco

Un’altra frazione di Castellabate è la città costiera di San Marco. San Marco era in realtà la città romana di Erculia. La sua Spiaggia della Grotta ha una grotta naturale dove sono stati scoperti reperti paleolitici, nonché una città e necropoli romane sottomarine.

Le spiagge

Ed ora giunto al motivo per cui la maggior parte delle persone visitano durante i mesi estivi, le spiagge. Tutta la costa del Cilento è nota per le sue spiagge di Bandiera Blu e Castellabate non fa eccezione. Ecco quelle che vorrai visitare durante il tuo soggiorno: Spiaggia del Pozzillo, Marina Piccola, Zona Lago di Castellabate, Spiaggia Grotta di San Marco e Punta Licosa, la più selvaggia di tutte.

 

Redattore

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Nessun commento trovato.
Esegui il login
Ricordami
Hai perso la password?
Password Reset
Esegui il login